EUROPA

L’ex premier Berisha ai domiciliari

ALBANIA
REDAZIONEalbania

Il tribunale albanese speciale di primo grado per i reati di corruzione e criminalità organizzata ha disposto gli arresti domiciliari per l’ex premier Sali Berisha, leader del partito democratico, ora all’opposizione, indagato in un procedimento per un presunto caso di corruzione. Il provvedimento è stato adottato in quanto Berisha (79 anni), secondo i pm, avrebbe violato le misure cautelari disposte in precedenza: obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria ogni due settimane e divieto di lasciare il Paese. La scorsa settimana il parlamento albanese ha votato per privare Berisha dell’immunità. L’ex premier considera il suo arresto e l’intera indagine una repressione politicamente ordinata dall’attuale premier, Edi Rama che ha avvertito sulla possibilità di «pesanti proteste».
A ottobre i pm hanno ufficialmente indagato Berisha che, affermano, avrebbe abusato del proprio ruolo per aiutare suo genero, Jamarber Malltezi, a privatizzare un terreno pubblico per costruire 17 condomini.

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it