INTERNAZIONALE

Violenza sessuale come arma il 7 ottobre

LE INCHIESTE DEL NEW YORK TIMES
ESTER NEMOisraele

Due inchieste del New York Times aggiungono nuovi tasselli alla ricostruzione di quanto è accaduto il 7 ottobre al confine tra Gaza e Israele. La più recente - dal titolo eloquente Dov’era l’esercito israeliano? - ripercorre in base a testimonianze, molte anonime, e centinaia di documenti, il fallimento delle Idf nella risposta all’attacco di Hamas. Fra la sottovalutazione delle capacità dell’organizzazione terroristica, lo spostamento di diversi battaglioni dal confine verso la Cisgiordania, la scarsità di personale dell’esercito dovuto anche al fatto che era un sabato, e le lacune nella comunicazione fra reparti, la testata Usa fa il quadro di una debacle totale. L’esercito «era così scarsamente organizzato che i soldati comunicavano su gruppi WhatsApp improvvisati e si affidavano a post sui social per trovare informazioni. I commando si sono precipitati in battaglia armati solo per un combattimento breve». La guardia civile lasciata a protezione della prima linea fra Gaza e Israele avvisava da anni di non essere abbastanza addestrata e equipaggiata, riporta il quotidiano. E la situazione era così «disperata» che alle 9 del mattino lo Shin Bet ha diramato l’ordine eccezionale, a tutto il suo personale armato e addestrato, di dirigersi verso sud per partecipare alla difesa.
Un’altra inchiesta del Nyt, di pochi giorni fa, ricostruisce invece alcune delle atrocità commesse dagli uomini di Hamas nei confronti delle donne israeliane. Una sequela agghiacciante di stupri, mutilazioni e torture nei confronti di donne, ragazze e perfino bambine, come due sorelle di 16 e 13 anni trovate violentate e massacrate nella loro casa nel kibbutz di Be’eri. Realizzata attraverso l’analisi e la raccolta di materiale fotografico e video, e i racconti sia dei paramedici che di testimoni oculari, il giornale fa emergere dall’oscurità gli ultimi orribili momenti di vita di decine di israeliane. Probabilmente molte di più di quelle su cui sono state accertate le violenze, dato che anche in questo caso una concomitanza di fattori - tra cui la necessità di tenere rapidi funerali per la tradizione ebraica - fa sì che la sorte di molte non possa ormai essere accertata. Un’inchiesta che rivela «nuovi dettagli dolorosi, determinando che gli attacchi contro le donne il 7 ottobre non sono stati eventi isolati, ma parte di uno schema più ampio di violenza di genere». 

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it