POLITICA

«Nessun rischio» per la lettera a Cospito

REDAZIONEITALIA/torino

Il tribunale di Torino ha accolto un reclamo inoltrato da Alfredo Cospito (attualmente detenuto al 41 bis a Sassari) contro una decisione presa lo scorso ottobre dalla Corte d’Appello che gli aveva bloccato la consegna di una lettera scritta in inglese contenente un disegno fatto a penna di alcune persone che parlano tra loro, citazione del film di Peter Watkins «La Commune (Paris, 1871)». «Pur emergendo che il redattore della lettera appartiene a ambienti anarchici – si legge nell’ordinanza che dà ragione all’anarchico - traspare che questi si limita a informarsi delle condizioni di salute di Cospito augurandosi che siano buone, a deprecare che sia stato sottoposto al regime del 41bis e a manifestargli solidarietà per il lungo sciopero della fame che aveva intrapreso» E ancora: «Non constano elementi concreti che la missiva e il disegno possano contenere messaggi criptici suscettibili di pregiudicare le indagini di incentivare la commissione di reati o di mettere a repentaglio la sicurezza e l’ordine dell’istituto penitenziario».

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it