INTERNAZIONALE

Shmyhal: stato in bilico, servono fondi esteri

REDAZIONE ucraina

Il primo ministro ucraino Denis Shmyhal ha richiesto un incontro d’emergenza con i donatori internazionali per affrontare l’«incertezza eccezionalmente elevata» del budget di Kiev. Non per le armi, ma per lo stesso funzionamento dello stato. Per «sostenere la stabilità macroeconomica - scrive infatti Shmyhal in una lettera al gruppo che coordina i finanziamenti all’Ucraina resa pubblica da Bloomberg - è tassativo che il Paese riceva finanziamenti esterni sufficienti e pianificabili». Impossibile, aggiunge, concentrarsi sui progetti di ricostruzione quando «siamo in difficoltà ad affrontare le necessità minime di sopravvivenza».

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it