FOGLIETTONE

Un biglietto per manifestare

In treno ai cortei
GIULIA SBARIGIAITALIA/roma/messina

L’anno scorso per la giornata internazionale contro la violenza sulle donne, Trenitalia pensò di vestire con una livrea speciale il Frecciarossa, lo slogan era «Io non resto a guardare». Quest'anno pare siano rimasti a guardare. Suggeriamo allora qualcosa di meglio e di più utile, anche considerando la solerzia con la quale l’azienda si occupa di assecondare le esigenze dei passeggeri ministri. Trenitalia, società pubblica, potrebbe andare incontro anche alle cittadine e ai cittadini che non hanno parenti stretti a palazzo Chigi, dando la possibilità domani di viaggiare gratis o a prezzo calmierato a chi volesse partecipare alle manifestazioni di Roma e Messina. Attualmente ci vogliono oltre cento euro, per esempio, da Bologna a Roma, andata e ritorno. Si può fare, con poco sforzo. O ci fermiamo agli slogan?

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it