SOCIETA

Stanze per studenti, rata del Pnrr a rischio

SARAH GAINSFORTHITALIA

Tra i motivi del ritardo della terza rata del Pnrr, 19 milioni di euro bloccati da febbraio, ci sarebbe il mancato raggiungimento dei posti letto per studenti universitari, 7.500 nuovi posti entro dicembre. L’obiettivo è stato dichiarato raggiunto dalla ministra Bernini ma il governo ha finanziato posti letto privati già esistenti senza vincoli sui canoni o sulla loro destinazione, una soluzione che potrebbe non essere approvata dalla Commissione Ue. L'Unione degli Universitari aveva denunciato che i posti realmente nuovi sono 4.350, il 58% dell'obiettivo. La seconda parte della misura prevede la creazione di ulteriori 52mila posti entro il 2026 con 660 milioni di euro confluiti nel Fondo housing universitario, soldi che l’Italia potrebbe perdere.
(s.ga.)

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it