VISIONI

Le nomination per le statuette quasi tutte previste

ACADEMY AWARDS
CRISTINA PICCINOusa/los angeles

Poche, pochissime le sorprese di queste nomination degli Oscar, con titoli, autori, artisti, attori in parte già «previsti» che ora si danno appuntamento il 12 marzo al Dolby Theatre di Los Angeles per la consegna delle statuette - a condurre la cerimonia sarà Jimmy Kimmel. Sulle polemiche che già le accompagnano, come quella della poca presenza di registe ci sarà da dire - per esempio la presenza di Woman talking di Sarah Polley, film così poco inventivo, per fortuna bilanciata da quella nella categoria documentari di Laura Poitras col Leone d’oro All the Beauty and the Bloodshed - di prossima uscita in sala.
UNDICI le nomination a un altro titolo sopravvalutato (e un po’ insopportabile) Everything Everywhere All At Once dei Daniels (Daniel Kwan e Daniel Scheinert) seguito dalle nove a Niente di nuovo sul fronte occidentale (qui solo su Netflix), anch’esso eufemisticamente non memorabile. Fa piacere invece vedere il magnifico Avatar: La via dell’acqua in categorie come quella del miglior film - e non solo «tecniche» o di effetti speciali. Prevista pure la presenza di Gli spiriti dell’isola (9 candidature) di Martin McDonagh, e di Tar - si dice da tempo che la sua protagonista, Cate Blanchett è «destinata» alla statuetta della migliore attrice - o del magnifico The Fabelmans di Steven Spielberg.
Sei nomination anche a Top Gun ma né Cruise né il film, sono entrati in cinquina, e affermazione anche di Triangle of Sadness di Ostlund (pure nella categoria dei film internazionali) - che continua, chissà perché, a conquistare consensi - a differenza di Babylon di Chazelle decisamente poco gradito. E a proposito dei film internazionali: rimane nella cinquina EO di Jerzy Skolimoski, per lui e per il suo asinello tutto il tifo possibile.
C.Pi.

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it