COMMUNITY

Grande mente, integrità morale e allegria

Lorenza Carlassare
FABRIZIO TONELLOITALIA/ROMA

Allegra, Lorenza si aggirava per piazza Duomo a Padova sui suoi tacchi troppo alti, sempre di fretta, sempre pronta però a fermarsi per dirti cosa stava scrivendo, dove doveva andare a tenere una conferenza, a che ora aveva il treno per Roma e quale
appuntamento aveva con i colleghi costituzionalisti. Tutto questo quando aveva già compiuto 90 anni senza perdere un briciolo di energia o di buon umore.
Professore emerito dell’università di Padova, avrebbe dovuto essere eletta alla Corte costituzionale in varie occasioni ma le furono sempre preferiti candidati più malleabili, e non sempre al di sopra di ogni sospetto.
Allieva di Vezio Crisafulli, Lorenza Carlassare è stata la prima donna a ricoprire la cattedra di diritto costituzionale in Italia. Ha insegnato soprattutto a Padova ma anche in altre università, la sua bibliografia era sterminata e, negli ultimi anni, è stata attivissima nel promuovere la conoscenza e la difesa della Costituzione, anche come dirigente dell’associazione Libertà e Giustizia.
Il suo libro Nel segno della Costituzione che ha opportunamente come sottotitolo La nostra carta per il futuro, sottolinea la sua ferrea convinzione che abbiamo una costituzione moderna e avanzata, i cui nemici si trovano non solo tra chi adesso vuole tornare al Regime nella forma di un fascismo “light” ma fra i produttori dei molti tentativi di “riforma” della carta costituizonale che hanno funestato la vita politica del Paese negli ultimi decenni, da Berlusconi a Renzi.
La ricorderemo così: una grande mente, una grande integrità morale, una grande allegria.

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it