INTERNAZIONALE

La Banca centrale svaluta la grivna

SABATO ANGIERIucraina

Ieri la Banca Nazionale Ucraina ha aumentato il tasso di cambio ufficiale della grivna nei confronti del dollaro statunitense del 25%, portandolo da circa 30 a 36,5. Un pronunciamento delle autorità di Kiev in materia economica si attendeva da tempo e gli analisti si chiedevano in che misura la Nbu (la banca centrale) avrebbe agito. Stando a fonti ufficiali interne all’istituto, il nuovo tasso di cambio è stato studiato per sostenere la tenuta dell’economia ucraina durante la guerra e non si escludono ulteriori modifiche nel corso delle prossime settimane, soprattutto se la guerra dovesse protrarsi, come si teme, per tutto l’autunno. Inoltre, anche il parlamento ucraino ha votato un decreto che mira a salvaguardare il potere d’acquisto dei cittadini, approvando la proposta che vorrebbe chiedere la ristrutturazione del debito estero posticipandone il pagamento di due anni. La misura dovrebbe permettere di ridurre il deficit di bilancio mensile di 5 miliardi di dollari. Secondo il ministro delle finanze, Sergiy Marchenko, se i creditori non dovessero accettare, l’Ucraina continuerà a pagare i suoi debiti secondo gli accordi attuali.
(S.A.)

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it