VISIONI

Così Bono & co hanno abbattuto Joshua Tree

RIEDIZIONI
DANIELE FUNAROgb

Una versione rimasterizzata su doppio vinile (normale e colorato) con un disco aggiuntivo di remix realizzati da artisti come Apollo 440 e Paul Oakenfold; un cofanetto digitale con 50 tracce, di cui 22 mai pubblicate prima online; un’esibizione artistica agli Hansa Studios di Berlino, dove l’album è nato, con una Trabant decorata da Thierry Noir, che ha anche realizzato un graffito celebrativo su un tratto di muro.
QUESTE SONO le iniziative che gli U2 hanno deciso di mettere in campo per celebrare i 30 anni del disco che ha rivoluzionato la loro carriera, proiettandoli negli anni ’90 e trasformandoli definitivamente in una delle rock band più importanti della storia. Achtung Baby uscì per la prima volta il 18 novembre 1991 e spiazzò i fan perché suonava, secondo le parole di Bono, come «quattro ragazzi che abbattono un Joshua Tree». Il successivo Zoo TV Tour rivoluzionò l’approccio al concerto rock con l’introduzione di un profondo rapporto con la tecnologia, la comunicazione e la multimedialità. I vinili sono usciti il 19 novembre, il box digitale il 3 dicembre. Nella stessa data il cofano della Trabant verrà messo all’asta per beneficenza.

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it