CULTURA

In fiera a Bologna la Children’s Book compie 57 anni

APPUNTAMENTI
ARIANNA DI GENOVAITALIA/BOLOGNA

Quest’anno Bologna Children’s Book Fair, l’appuntamento mondiale più importante sulla letteratura per l’infanzia e lettori young adults, si terrà dal 30 marzo al 2 aprile nel consueto quartiere fieristico di Bologna. Saranno 1500 gli espositori provenienti da circa 80 paesi e se Sharjah sarà l’ospite d’onore del 2020 (con venti illustratori, visual artists e scrittori provenienti dagli Emirati Arabi Uniti), l’attenzione del visitatore sarà senz’altro catturata anche da un altro focus: quello sui pionieri e sulle novità dell’editoria africana. I publishers del Ghana, Nigeria, Sudafrica e Kenya si riuniranno per un confronto sulle sfide che sono sul campo nei loro rispettivi Paesi, dall’accessibilità alle lingue indigene fino all’alfabetizzazione.
LA FIERA ospiterà poi diversi protagonisti italiani e internazionali della scrittura per ragazzi: si va da illustratori come Lorenzo Mattotti, Gilles Bachelet, Beatrice Alemagna, Giulia Orecchia, Simona Mulazzani, ai comics artist Mariko Tamaki, Antoine Dole, Antoine Le Feyer, fino ad autori e autrici - Timothée De Fombelle, Susie Morgenstern, Fabio Geda, Nicola Lagioia, Nadia Terranova, il filosofo Telmo Pievani da anni impegnato nella divulgazione scientifica per i lettori in erba, e agli studiosi Leonard S. Marcus e Jack Zipes.
La 57/ma edizione segnerà poi la nascita di uno spazio a sé dedicato a Comics e Graphic Novels (da Bao Publishing a Coconino Press, da Éditions Gallimard a Toon Books, da Il Castoro a Canicola Edizioni, fino ai collettivi da Taiwan, Francia e Russia). Se nell’ultimo anno, negli Stati Uniti, questo settore ha registrato un incremento nelle vendite del 14,5%, in Italia siamo addirittura al 42,39% e il settore nell’ultimo quinquennio è cresciuto del 300%. Naturalmente la fiera non dimenticherà la sua figura principe: Gianni Rodari. Nel suo centenario, inaugurerà la mostra Figure per Gianni Rodari: Eccellenze Italiane, con opere di 21 artisti che racconteranno il loro approccio con l’autore in un incontro al Caffè Illustratori, il primo giorno della kermesse. Ci sarà anche una conferenza a rendergli omaggio: Gianni Rodari. Once upon a time: a revolution in children’s literature, a cui parteciperanno, tra gli altri, Pino Boero, Jack Zipes, Silvana Sola e Martin Salisbury). Ibby, di cui BolognaFiere è socio fondatore, proporrà invece il convegno Il coraggio di sognare in grande.
INFINE, la consueta mostra degli illustratori vedrà la partecipazione di più di 2500 disegnatori e l’allestimento di tre personali: una incentrata sulle tavole dell’iraniano Hassan Mousavi, l’altra presenta la lituana Rasa Janciauskaite e la terza, l’italiana Sarah Mazzetti. Durante la manifestazione, saranno inoltre annunciati i vincitori e le vincitrici del premio Strega Ragazzi, del biennale H.C. Andersen Award, il più prestigioso riconoscimento internazionale rivolto ad autori e illustratori di libri per bambini e dell'Astrid Lindgren Memorial Award (annunciato a Stoccolma in collegamento diretto con la Fiera di Bologna).

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it