CULTURA

La romanzesca vita di Leonardo tutta da ascoltare

ARTE
ARIANNA DI GENOVAITALIA

Leonardo provava un certa insofferenza verso la pittura nonostante proprio in quel campo sia stato fra gli artisti più grandi e innovatori. Da uomo, osservava i colori del cielo al tramonto, annotava i cambiamenti atmosferici, studiava le ombre sulle vele delle barche a Piombino. Era il mondo stesso a meravigliarlo, l’armonia della natura e in questa capacità di stupore consiste anche quel suo umanesimo dal gusto eccentrico: un umanesimo mai astratto che ha trasformato il pensiero e l’arte di Leonardo da Vinci in un’icona in grado di bucare le barriere del tempo.
Antonio Forcellino, architetto, restauratore e storico, ha dedicato molti anni della sua vita di studioso alla «triade» rinascimentale della perfezione - Michelangelo, Leonardo, Raffaello - corredando la sua passione con una serie di romanzi che intrecciavano letteratura, fiction e documenti reali. Fra gli ultimi e ancora in corso di pubblicazione c’è la trilogia che va sotto il titolo Il secolo dei giganti (edita da HarperCollins). Il primo volume (Il cavallo di bronzo) è incentrato sulla biografia e il talento versatile - scientifico, artistico e anche letterario - del pittore della Gioconda.
In attesa della mostra voluta dall’Accademia dei Lincei a Villa Farnesina (apertura il 3 ottobre), si può rendere omaggio al cinquecentenario dell’artista con l’audiolibro Leonardo, genio senza pace, una coedizione Emons-Laterza (dodici ore di avventurose affabulazioni con la voce di Alessandro Benvenuti). È un avvincente racconto biografico (il libro cartaceo era uscito nel 2016) che segue l’artista fin da quando, già nell’infanzia, Leonardo privo di una formazione accademica è avido di conoscenza. Una straordinarietà testimoniata anche da un contesto famigliare che nulla faceva presagire di quel destino futuro. «Volevo narrare una storia vera del Rinascimento - afferma Forcellino - quella di un bambino nato da uno stupro in un paese minuscolo come Vinci che poi giunge nella evolutissima Firenze e comincia a interrogarsi sulle sorti dell’umanità».

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it