VISIONI

Storie romane in un percorso «sui generi»

TRAP
LUCA PAKAROVITALIA

Al di fuori delle classifiche e del primo posto nella settimana d’uscita, di Carl Brave è interessante l’epica del sopravvivere, il grottesco minimalismo da cui affiora il contesto romano dove procedono le sue storie. Nessuna appartenenza o scuola ideologica, ma nemmeno valore ricreativo della musica, malgrado certi elementi lievi come le caramelle Mou, i Pokemon, le bevute, gli amori o il parco Gondar, legati dalla voce malinconica e sempre dosata, potrebbero entrare di diritto nei tormentoni estivi. Ma c’è di più in Notti Brave (Universal), anticipato dal singolo Fotografia (feat Francesca Michielin e Fabri Fibra) con un video dove i tre vengono ritratti in versione «Simpson» a Castel Sant’Angelo, Carl Brave continua a narrare affrescando d’impressionismo gli aspetti intimi delle generazioni che, con il testo, hanno sviluppato l’associazione all’immagine. Un disco solista all’apparenza precipitoso visto che Polaroid, l’album in duo con Franco126 uscito esattamente un anno fa, aveva ottenuto un unanime plauso da parte della critica, restando un punto di riferimento della stagione 2017, con sold-out nei live di tutta Italia.
CI SONO diversi motivi per cui ascoltare questo lavoro, non da ultimo le collaborazioni: Fibra, Michielin, Coez, Franco126, Emis Killa, Federica Abbate, Gemitaiz, Giorgio Poi, Pretty Solero, Frah Quintale, Ugo Borghetti e B. Il rischio più elementare poteva essere quello di ritrovarsi un baricentro sfocato nell’intento di annodare in un solo album diverse vitalità e approcci: in realtà Carl Brave (anche in veste di produttore) ha quella dote dei giovani artisti di surfare in maniera elegante ed efficace sui «generi» che noi più anzianotti cerchiamo di appioppargli, spostandosi per esempio dal rap, al cantautorato, passando per la trap e arrivando fino al pop. Con synth e tastiere e senza drammi, come in un unico, gestibile, scorrere di influenze. E con il suo stile che resta riconoscibile pure nei duetti. Il brano Pianto Noisy è forse quello che più esce da quegli equilibri e che restituisce la complessità dell’operazione. Carl Brave ha già annunciato che in tournée ci sarà anche Franco126 per suonare sia Polaroid che Notti Brave.

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it