VISIONI

Nel segno di Liberato, trap in salsa napoletana

HIP HOP
LUCA PAKAROVITALIA

Anche il 2017 ha confermato la tendenza che vede in testa alle classifiche di ascolto il rap con Guè Pequeno, Fabri Fibra, Coez e l’accoppiata J-Ax Fedez. Poi c’è quella costola dell’hip hop ancora poco catalogabile che è la trap, che avanza a forza di hit, con nomi che man mano sono più intercettati dal grande pubblico, come Ghali, Izi, Rkomi, Lowlow o Mostro. Certo la decisione della Fimi che con il nuovo anno conteggerà gli streaming, ma solo a pagamento, probabilmente ricaccerà nelle retrovie una parte dei nuovi idoli del rap.
CALIAMOCI PERÒ nel 2018 facendo giusto una carrellata di alcuni appuntamenti dell’hip hop italiano. Partiamo da uno degli artisti di punta della sempre più solida crew di Machete, Nitro, che sta per pubblicare - il 12 gennaio - il suo terzo album, No comment (Sony Music). Sono 13 nuovi brani di cui 9 prodotti musicalmente da Low Kidd e gli altri da Salmo, Slait, Zef, tha Supreme e Denny The Cool. Ma non è l’unico dell’etichetta che si farà vivo con nuova musica: Axos, uno dei talenti su cui la crew ha puntato nell’ultimo anno, ha appena pubblicato 6 tracce (non un album), Anima mea, che è stato comunicato come un’anteprima dei suoi mesi di lavoro in studio con il team Machete. Si vocifera, inoltre, che lo stesso Salmo, che al momento non sta suonando dal vivo dopo due anni e passa di tour, stia mettendo mano a pezzi nuovi. Liberato l’incappucciato l’hanno già detto? Bene, la trap (o quello che sia) in salsa napoletana sta per arrivare. L’inquieto romano Noyz Narcos quest’estate ha dichiarato che sta lavorando sul disco nuovo e, insomma, si sa, di solito accadono cose quando è sotto i riflettori. Niente di ufficiale, eh. Possiamo però scommettere su Mondo Marcio che mediamente ogni due anni sforna un disco e, calcolando che nel 2016 è uscito per Universal La freschezza del Marcio, dovremmo esserci. Nel 2017 abbiamo assistito a una battaglia in classifica fra i due trappettari ex collaboratori, Mostro e Lowlow, quest’ultimo non si ferma e ha già fatto uscire nuovo singolo, quindi è probabile che un nuovo album arrivi entro primavera.
ANDIAMO ad alcune nicchie che ci aggradano particolarmente. Del friulano Doro Gjat ve ne avevamo parlato su queste pagine, rapper atipico che si avvicina più a quella scena trasversale che si piazza tra rap e cantautorato indie. Lo aspettiamo. Il portentoso NexCassell uscirà in combo con Costa per Believe Digital. Una new entry è Comagatte, giovane female rap di cui si narra un gran bene. MadMan, già singolo d’oro con Trapano, così come Gemitaiz (da anni sulla cresta per il suo progetto QVC, «quello che vi consiglio», mixtape in cui fa cover di pezzi di altri rapper) usciranno per Tanta Roba/Universal Music. Chiudiamo uscendo dal mondo hip hop propriamente detto per qualcosa di più esotico, la diva mascherata, la sacerdotessa Miss Keta sarà prodotta da La Tempesta, ancora non ufficializzata la data.

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it