Risultati per:

  • Autore: SILVANA SILVESTRI
Modifica ricerca

VISIONI/TAGLIO BASSO

Nel cammino infinito dei rifugiati del mondo lo sguardo dei bimbi «stanchi della vita»

ITALIA/VENEZIA. Non è proprio un film, certo non è un documentario, Human Flow di Ai Weiwei il famoso artista dissidente cinese, ma piuttosto un'opera attiva, una installazione sul genere umano. Come certi artisti fotografano se stessi nel corso della vita e poi espongono i diversi ritratti, lui espone in questo epico lavoro in concorso a...

VISIONI/APERTURA

PIANO SEQUENZA, LAMPI SULLA STORIA

. Miklós Jancsó: a lui Wajda attribuiva «lo sguardo di un dio», la capacità di trasformare gli spettatori in divinità implacabili e spietate che alla giusta distanza assistono alle vicende della storia, alle esecuzioni. Due terzi di cielo, una terra piatta, e un uomo che si allontana all'orizzonte fino a diventare minuscolo ma non...

VISIONI/TAGLIO BASSO

UNO SGUARDO NON RICONCILIATO, GENEROSO COMPAGNO DI STRADA

ITALIA. Generoso nella sua militanza, appassionato nel suo lavoro di cineasta, rigoroso nella produzione e distribuzione (Wenders, Wajda) è scomparso nella notte del 26 gennaio Alberto Signetto. Aveva appena compiuto sessant'annni e lo attendeva una festa il 3 febbraio, un incontro di sostegno da parte dei suoi tanti amici che lo avrebbero così...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

IL NARRATORE DELL'EST CON LO SGUARDO LONTANO

ITALIA/PADOVA. Arriva improvvisa la notizia della morte di Carlo Mazzacurati, il regista del Toro con cui vinse il Leone d'argento a Venezia nel 1994, Vesna va veloce, La lingua del santo. Era ammalato da tempo, leggiamo nei primi lanci, lui che ancora apparteneva alla generazione dei «giovani» registi italiani, classe '56. Padovano, aveva tradotto in...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

LA SOCIETà SPIETATA CON HUMOUR DI PASOLINI

ROMA. Entrano in scena con discrezione i film di Uberto Pasolini e fanno scalpore, come Still Life presentato nella sezione Orizzonti a Venezia, premiato dai rispettivi sindacati di giornalisti e critici italiani, invitato in tutti i festival. Protagonista è un impiegato comunale addetto a rintracciare i parenti e assistere ai funerali di chi...

VISIONI/TAGLIO BASSO

DALLA CULTURA DEL SILENZIO E DELL'OMERTà, UN ESORDIO VIBRANTE

. La costa dell'altrove è così vicina da Reggio Calabria, così facilmente raggiungibile che basterebbe un balzo per compiere un salto anche mentale. E in questo film d'esordio è la prospettiva giusta per raccontare non solo il conflitto tra crescita e cambiamento, quando tutto porterebbe alla paralisi e una situazione di stallo ormai...

VISIONI/APERTURA

LE SERIE WEB, IL DOC, IL CORTO E PERFINO IL MAGICO SUPER8

ROMA. Il pubblico goloso di nuove immagini ha l'occasione fino al 6 dicembre di immergersi nella edizione 2.1 di Arcipelago (e non è un caso che non si tratti di ventunesima edizione), festival internazionale di cortometraggi con la direzione artistica di Stefano Martina, che obbliga il pubblico alla rilettura della realtà, uno tra i primi a...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

DURA COME LA ROCCIA, LIEVE COME IL VENTO

ITALIA. COME IL VENTO DI MARCO SIMON PUCCIONI, CON VALERIA GOLINO, FILIPPO TIMI, FRANCESCO SCIANNA. ITALIA 2013Tra i film di impegno civile si inserisce questo liberamente ispirato alla biografia di Armida Miserere, una delle prime donne a diventare direttrice di carcere subito dopo l'entrata in vigore della legge Gozzini (1986), presentato in...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

ENTRARE A PICCOLI PASSI NEL DELIRIO CONIUGALE

GERMANIA. LA MOGLIE DEL POLIZIOTTO DI PHILIP GRÖNING, CON ALEXANDRA FINDER, DAVID ZIMMERSCHIED, GERMANIA 2013 La perfezione e la spietatezza della costruzione del film di Philip Gröning Die Frau Des Polizisten (La moglie del poliziotto) ha colpito anche la giuria di festival di Venezia 2013 dove il film era in concorso tanto da assegnargli il Gran...

VISIONI/TAGLIO BASSO

«IL FUTURO? BISOGNA SAPER METTERSI IN GIOCO»

ITALIA/ROMA. Tutto è stato calcolato per essere riferito nella conferenza stampa di bilancio del Festival del Film di Roma, numero di biglietti venduti, copertura mediatica, delegazioni, incontri, mostre, tranne un elemento fondamentale per un festival, il quoziente di interesse dei film. Ma è chiaro, non di festival si tratta in questo caso ma di un...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

LA REGOLA DEL MANGA COLPISCE AL CUORE LA «VECCHIA» YAKUZA

ITALIA/ROMA. Il poliziotto semplice Reniji Kikukawa, uscito dalle pagine del manga La canzone della talpa di Noboru Takahashi e,riconoscibile per la invidiabile cresta di capelli e per l'abbigliamento leopardato, ha ottenuto la sua posizione di agente sotto copertura incaricato di entrare nel mondo degli yakuza e scoprire il traffico di droga, grazie...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

UN'ADOLESCENTE PERSEGUITATA DA UN FANTASMA DEL PASSATO

ITALIA/ROMA. Si tratta di un film che stride parecchio in un concorso, quello della regista spagnola Isabel Coixet Another Me , scelta probabilmente per la sua autorevolezza di autrice di film internazionali, vincitrice di una quantità di premi tra cui tre prestigiosi Goya per il miglior doc, nel 2012 per Escuchando al juez Garzón (2011), nel 2008 per...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

TUTTI IN VACANZA AL MARE CON ERMANNO CAVAZZONI

ITALIA/ROMA. Vendere le spiagge ai privati? Sarebbe un altro gustoso spunto per Ermanno Cavazzoni a integrare il suo Vacanze al mare, un altro degli inventivi film sulla memoria italiana messa a disposizione da Home Video il grande archivio che raccoglie i film di famiglia. Ne abbiamo già visti alcuni veramente sorprendenti: storie poetiche evocate...

VISIONI/APERTURA

GERMAN, UN MAESTRO SENZA COMPROMESSI

ITALIA/ROMA. Un'umanità che si è decomposta nei sotterranei della storia o meglio dello spazio, in un luogo che non è la terra, una memorabile resa dei conti sotto forma di capolavoro è Trudno byt' bogom (È difficile essere un dio) di Aleksej Yurevich German il maestro del cinema russo scomparso nel febbraio di quest'anno a cui il Festival del Film di...

VISIONI/TAGLIO BASSO

«METEGOL», IL CALCIO NON SMETTE MAI DI STUPIRE

ITALIA/ROMA. Film commoventi, romantici, politici a sostegno e testimonianza di una società da ricostruire e soprattutto di grandissimo successo: sono quelli di Juan José Campanella per l'Argentina. E in qualche caso distribuiti anche in Italia, come Il segreto dei suoi occhi, candidato all'Oscar.Con lo stesso trasporto è stato accolto Metegol (è il...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

TREMATE, LE STREGHE SON TORNATE. A ZUGARRAMURDI

ITALIA/ROMA. Inarrestabile galoppata nella misoginia, Las brujas de Zagarramundi di Alex de la Iglesia, ma ancora di più un viaggio che lega inestricabilmente il mondo contemporaneo alla tradizione spagnola più antica. Quella che proviene dalle leggende, dalla storia, dalla pittura e che probabilmente si è installata poi nel genere horror spagnolo...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

QUEL TRENO PER GLI USA, DENUNCIA E POESIA

SPAGNA/MESSICO. LA GABBIA DORATA, DI DIEGO QUEMADA-DIEZ, CON BRANDON LÓPEZ, RODOLFO DOMINGUEZ, KAREN MARTÍNEZ, CARLOS CHAJON, RAMÓN MEDÍNA, SPAGNA/MESSICO 2013Tre adolescenti decidono di lasciare il loro misero villaggio guatemalteco per poi attraversare il confine del Messico ed entrare negli Stati Uniti alla ricerca di una vita migliore. Il fatto che...

VISIONI/TAGLIO BASSO

IL DOLORE TROVA LE PAROLE, SOTTO L'ALA PROTETTIVA DELLA NEVE

ITALIA. LA PRIMA NEVE DI ANDREA SEGRE, CON JEAN-CHRISTOPHE FOLLY, MATTEO MARCHEL, GIUSEPPE BATTISTON, ANITA CAPRIOLI, PETER MITTERRUTZNER. ITALIA 2013In un villaggio sulle Alpi del Trentino ha trovato alloggio e accoglienza fraterna un rifugiato dalla Libia che ha perso la moglie subito dopo l'arrivo in Italia. Il suo destino incrocia la...

VISIONI/TAGLIO BASSO

UNA LUNGA PASSEGGIATA ROMANA

ITALIA/ROMA. Se vi trovate a passare per piazza del Popolo a Roma e alzate lo sguardo a destra della porta, quello sarà il luogo per ricordare Luigi Magni, scomparso domenica all'età di 85 anni, il regista della Roma papalina e dei moti carbonari. Proprio in quel punto si trova la lapide che ricorda Targhini e Montanari, i due carbonari condannati...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

L'IRONIA MALINCONICA DELLA GIORNATA DI NIKO

GERMANIA. L'aggiunta al titolo originale di «Un caffé a Berlino» sarà venuta ai distributori perché quella tazzina costa ben 3 euro e 40 al protagonista Niko (Tom Schilling) che ne ha veramente bisogno dopo aver affrontato lo psicologo della municipalità. Ha deciso di non rinnovargli la patente perché recidivo e perché il suo ultimo tasso...

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it