Risultati per:

  • Autore: SILVANA SILVESTRI
Modifica ricerca

VISIONI/APERTURA

Marina, coraggiosa testimone dell’orgoglio transessuale

CILE/SPAGNA/GERMANIA/USA. Un’altra struggente storia di identità femminile raccontata da Sebastian Lelio: dopo Gloria, cammino di autostima e indipendenza, si inoltra ora in un territorio più complicato con Una donna fantastica. Un amore felice, una vacanza in programma. ORLANDO E MARINA, lei cameriera e cantante in un ni

VISIONI/APERTURA

Il risveglio dell’erose dei sentimenti: storiaincantata di solitudini

ITALIA. Tra una manovra di atterraggio e un viaggio verso l’aeroporto Dove non ho mai abitato il nuovo film di Paolo Franchi occupa lo spazio di un intervallo di tempo in cui racchiudere un’attrazione erotica controllata. Non solo i due principali protagonisti, Francesca e Massimo (Emmanuele Devos e Fabrizio Gifuni) ne subiscono...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

Il ferroviere, il ministro e l’ufficio stampa: il vecchio e il nuovo del post comunismo

ITALIA. Commedia postcomunista con retrogusto drammatico di Kristina Grozeva e Petar Valchanov, il cui humour si svela a cominciare dal titolo, Glory (Slava, nell’originale). La gloria di un paese, di un uomo, la gloria di un popolo antico? No, è la marca dell’orologio che il padre regalò con una dedica al figlio Tzanko...

VISIONI/TAGLIO BASSO

«Cerny Petr», l’irriverente Miloš Forman e il socialismo reale

ITALIA/VENEZIA. È tornato alla Mostra dove era stato presentato nel 1964 Cerny Petr di Miloš Forman, esordio che aveva vinto il premio dei circoli del cinema. Il distributore italiano aveva poi cambiato il titolo da Pietro il nero in L’asso di picche quando i film di Forman avevano suscitato il suo interesse per l’inedita...

VISIONI/TAGLIO BASSO

Al boss piace il musical. Lustrini, canzoni e sceneggiate all’ombra del Vesuvio

ITALIA/VENEZIA. Quasi in finale di festival arriva Ammore e Malavita, il musical dei fratelli Manetti a rendere più lieve la mostra che ci ha fatto confrontare quasi ogni giorno con tematiche apocalittiche, prefigurando la catastrofe finale. Qui si va sul sicuro, siamo a Napoli dove tutto può succedere e siamo introdotti nella storia da...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

Nelle pieghe nascoste di un omicidio. Kore-eda indaga nell’animo umano

ITALIA/VENEZIA. Si impara appena entrati nella facoltà di giurisprudenza che la verità e diritto non sono sinonimi, che il giudice ricerca la verità processuale e non la verità storica. Nel thriller giudiziario Sandome no Satsujin (il terzo omicidio) di Hirokazu Kore-eda in concorso, bisogna ricordare che in Giappone il...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

Quelle storie di corpi senza identità

ITALIA/VENEZIA. Sono ormai quasi vent'anni che il lavoro sulla memoria si è affermato in tutto il sudamerica dove le dittature hanno fatto milioni di desaparecidos: Guzman per tutti ha raccontato nel suo La memoria dell'acqua dove un bottone di madreperla trovato nell'oceano testimoniava per tutti e Nostalgia de la Luz che percorreva il deserto di...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

Guédiguian e il sapore amaro della sconfitta

ITALIA/VENEZIA. Mentre Cinecittà compie 80 anni e anche parecchi dei film presenti alla Mostra dimostrano i segni del tempo dissolvendo nella demenza senile i vaghi ricordi dei battaglieri anni Sessanta e Settanta, separando coppie inossidabili nell'immaginario, non fosse per lo spirito rimasto intatto del (restaurato) Asso di picche di Milos...

VISIONI/APERTURA

Frammenti di storie salentine nel labirinto di Winspeare

ITALIA/VENEZIA. Dal Salento ormai da qualche anno scoperto dal turismo si pensa di conoscere tutto, dopo un lungo sonno di secoli e un isolamento ben custodito e dove succedevano in ogni caso cose interessanti. Ma il turista percorre le spiagge e difficilmente si ferma nei paesi dell'interno che sono un mondo a parte. Uno di questi dal nome di fantasia...

VISIONI/TAGLIO BASSO

Nel cammino infinito dei rifugiati del mondo lo sguardo dei bimbi «stanchi della vita»

ITALIA/VENEZIA. Non è proprio un film, certo non è un documentario, Human Flow di Ai Weiwei il famoso artista dissidente cinese, ma piuttosto un'opera attiva, una installazione sul genere umano. Come certi artisti fotografano se stessi nel corso della vita e poi espongono i diversi ritratti, lui espone in questo epico lavoro in concorso a...

VISIONI/APERTURA

PIANO SEQUENZA, LAMPI SULLA STORIA

. Miklós Jancsó: a lui Wajda attribuiva «lo sguardo di un dio», la capacità di trasformare gli spettatori in divinità implacabili e spietate che alla giusta distanza assistono alle vicende della storia, alle esecuzioni. Due terzi di cielo, una terra piatta, e un uomo che si allontana all'orizzonte fino a diventare minuscolo ma non...

VISIONI/TAGLIO BASSO

UNO SGUARDO NON RICONCILIATO, GENEROSO COMPAGNO DI STRADA

ITALIA. Generoso nella sua militanza, appassionato nel suo lavoro di cineasta, rigoroso nella produzione e distribuzione (Wenders, Wajda) è scomparso nella notte del 26 gennaio Alberto Signetto. Aveva appena compiuto sessant'annni e lo attendeva una festa il 3 febbraio, un incontro di sostegno da parte dei suoi tanti amici che lo avrebbero così...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

IL NARRATORE DELL'EST CON LO SGUARDO LONTANO

ITALIA/PADOVA. Arriva improvvisa la notizia della morte di Carlo Mazzacurati, il regista del Toro con cui vinse il Leone d'argento a Venezia nel 1994, Vesna va veloce, La lingua del santo. Era ammalato da tempo, leggiamo nei primi lanci, lui che ancora apparteneva alla generazione dei «giovani» registi italiani, classe '56. Padovano, aveva tradotto in...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

LA SOCIETà SPIETATA CON HUMOUR DI PASOLINI

ROMA. Entrano in scena con discrezione i film di Uberto Pasolini e fanno scalpore, come Still Life presentato nella sezione Orizzonti a Venezia, premiato dai rispettivi sindacati di giornalisti e critici italiani, invitato in tutti i festival. Protagonista è un impiegato comunale addetto a rintracciare i parenti e assistere ai funerali di chi...

VISIONI/TAGLIO BASSO

DALLA CULTURA DEL SILENZIO E DELL'OMERTà, UN ESORDIO VIBRANTE

. La costa dell'altrove è così vicina da Reggio Calabria, così facilmente raggiungibile che basterebbe un balzo per compiere un salto anche mentale. E in questo film d'esordio è la prospettiva giusta per raccontare non solo il conflitto tra crescita e cambiamento, quando tutto porterebbe alla paralisi e una situazione di stallo ormai...

VISIONI/APERTURA

LE SERIE WEB, IL DOC, IL CORTO E PERFINO IL MAGICO SUPER8

ROMA. Il pubblico goloso di nuove immagini ha l'occasione fino al 6 dicembre di immergersi nella edizione 2.1 di Arcipelago (e non è un caso che non si tratti di ventunesima edizione), festival internazionale di cortometraggi con la direzione artistica di Stefano Martina, che obbliga il pubblico alla rilettura della realtà, uno tra i primi a...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

DURA COME LA ROCCIA, LIEVE COME IL VENTO

ITALIA. COME IL VENTO DI MARCO SIMON PUCCIONI, CON VALERIA GOLINO, FILIPPO TIMI, FRANCESCO SCIANNA. ITALIA 2013Tra i film di impegno civile si inserisce questo liberamente ispirato alla biografia di Armida Miserere, una delle prime donne a diventare direttrice di carcere subito dopo l'entrata in vigore della legge Gozzini (1986), presentato in...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

ENTRARE A PICCOLI PASSI NEL DELIRIO CONIUGALE

GERMANIA. LA MOGLIE DEL POLIZIOTTO DI PHILIP GRÖNING, CON ALEXANDRA FINDER, DAVID ZIMMERSCHIED, GERMANIA 2013 La perfezione e la spietatezza della costruzione del film di Philip Gröning Die Frau Des Polizisten (La moglie del poliziotto) ha colpito anche la giuria di festival di Venezia 2013 dove il film era in concorso tanto da assegnargli il Gran...

VISIONI/TAGLIO BASSO

«IL FUTURO? BISOGNA SAPER METTERSI IN GIOCO»

ITALIA/ROMA. Tutto è stato calcolato per essere riferito nella conferenza stampa di bilancio del Festival del Film di Roma, numero di biglietti venduti, copertura mediatica, delegazioni, incontri, mostre, tranne un elemento fondamentale per un festival, il quoziente di interesse dei film. Ma è chiaro, non di festival si tratta in questo caso ma di un...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

LA REGOLA DEL MANGA COLPISCE AL CUORE LA «VECCHIA» YAKUZA

ITALIA/ROMA. Il poliziotto semplice Reniji Kikukawa, uscito dalle pagine del manga La canzone della talpa di Noboru Takahashi e,riconoscibile per la invidiabile cresta di capelli e per l'abbigliamento leopardato, ha ottenuto la sua posizione di agente sotto copertura incaricato di entrare nel mondo degli yakuza e scoprire il traffico di droga, grazie...

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it