Milano Mediterranea, il gesto degli artisti per unire la città

Il rumore del Mediterraneo, gli echi delle diverse lingue parlate nelle città che vi si affacciano, il retaggio della cultura colonialista da sostituire con onde nuove grazie ad un progetto artistico inclusivo. Questa è Milano Mediterranea, realtà appena nata nel quartiere multietnico e periferico Giambellino del...

Carrozzerie n.o.t., il teatro per interpretare la realtà

Trecento metri quadri di cemento e ferro per dare spazio alla comunità artistica romana e a chiunque scelga il teatro come modo per mettersi in contatto con sé e interpretare la realtà. Questo il progetto di Maura Teofili e Francesco Montagna quando nel 2013 presero in affitto i locali in Via Panfilo Castaldi a Roma,...

Sgombro, il varietà aperto alla cittadinanza

Sgombro è una serata di varietà underground nata nel 2016, quando alcuni artisti romani accomunati da un senso del comico non banale hanno deciso di unire le forze. La casa del gruppo è stata finora il Nuovo Cinema Palazzo, lo spazio sociale del quartiere San Lorenzo di Roma sgomberato lo scorso 25 novembre. Occupando...

Centrale Fies, un laboratorio tra territorio e identità «esplosa»

Dro è il nome di un paese di cinquemila abitanti situato in Trentino, incastonato tra le montagne e il fiume Sarca. Un luogo dove la natura è potente e conserva le tracce di processi antichi, il ritiro dei ghiacciai ventimila anni fa ha lasciato in dote un paesaggio lunare di frane e crolli. È proprio qui, a qualche...

Fivizzano27, la comunità «sotterranea» del teatro

Se si passeggia su Via Fivizzano, una traversa dell’isola pedonale del quartiere Pigneto a Roma, al numero 27 c’è una porta anonima con una piccola targa. Nulla farebbe presagire che all’interno — o meglio, negli spazi delle cantine, sottoterra — ci sia uno spazio vitale per la scena teatrale romana....

L’urgenza del mondo dentro il teatro

«Una sollecitazione a continuare a muoversi, soli o in branco»: in questa frase è racchiuso l’attuale spirito dei Motus, gruppo di ricerca performativa e teatrale riminese con un percorso trentennale alle spalle. I progetti portati avanti da Daniela Nicolò e Enrico Casagrande hanno sempre trovato il modo di...

Enzo Cosimi, la scommessa dell’arte dopo la pandemia è il rapporto coi corpi

Un’estetica all’avanguardia, spesso attratta dall’eccessivo e dal marginale, unita alla capacità di lavorare con danzatori dal diverso background spaziando da Roberto Bolle ad alcuni senzatetto nel recente progetto La bellezza ti stupirà. Enzo Cosimi è un coreografo fondamentale per il panorama...

Giardini di biodiversità contro la violenza umana sul pianeta

Antropocene è una parola sempre più presente, tanto nei dibattiti filosofici quanto negli articoli scientifici. Si tratta della denominazione che è stata data alla nostra epoca, coniata per sottolineare il ruolo determinante degli esseri umani nelle trasformazioni distruttive dell’ecosistema. Questo stato di...

Il teatro a distanza come atto di resistenza

La chiusura dei teatri al pubblico ha per lo più causato l’interruzione delle attività previste, rimandate a data da destinarsi. C’è qualcuno però che ha scelto un’altra strada: il Teatro Vascello di Roma ha immediatamente trasferito la programmazione sulla piattaforma di streaming Zoom, in...

Fabio Condemi, tornare a teatro è stato un momento politico

L’improvvisa chiusura dei teatri ha interrotto bruscamente l’attività di quelle sale che erano riuscite ad iniziare la stagione nonostante le difficoltà. La programmazione è stata inevitabilmente condizionata dalle tante incertezze, in questo contesto si è spesso puntato sulle produzioni locali e...

Frosini/Timpano, «Ottantanove» esplora la rivoluzione francese per parlare di noi

Il titolo del nuovo spettacolo della compagnia Frosini/Timpano è composto da un solo numero, Ottantanove, che però ha in realtà due facce. Sta lì ad indicare sia il 1789 che il 1989, due date epocali poste come termini di un viaggio nel contempo personale e politico. Se negli scorsi anni, con la trilogia di...

Giacomo Bisordi, cerco di condividerela nostra solitudine con lo spettatore

Nell’orizzonte incerto di questi ultimi giorni, l’apertura della stagione al Teatro Argentina di Roma spetta sabato 17 al giovane regista Giacomo Bisordi - in scena fino al 25 ottobre - con la produzione del teatro stesso Uomo senza meta di Arne Lygre. Al centro dello spettacolo c’ è una cruda riflessione sulla...

La solidarietà supera i confini, si alzano le voci contro la guerra

«L'Europa deve aiutarci, finora invece è come se non fosse davvero coinvolta. I governi europei esprimono ogni giorno il loro dispiacere più profondo ma sono solo stronzate, se davvero volessero sostenerci ci darebbero un mano a proteggerci. Ne abbiamo bisogno specie contro le armi letali, da soli non possiamo...

Un viaggio in Italia tra molte scommesse e invenzioni future

Lunedì prossimo è la data delle riaperture. Nelle regioni gialle si potrà tornare al museo, dal lunedì al venerdì, secondo le modalità già in vigore prima della nuova chiusura, e soprattutto al teatro e al cinema chiusi dallo scorso ottobre. Ma come si ricomincerà nelle diverse...

Reddito, diritti e ripartenza per non tornare alla «normalità»

«Cultura: Whatever it Takes» recita lo striscione che le lavoratrici e i lavoratori autorganizzati dello spettacolo srotolano davanti al Teatro Argentina di Roma, nella manifestazione di ieri che è seguita a quella unitaria dei sindacati – Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil - davanti al Teatro dell’Opera...

Rousseau alle prese con la proprietà privata

Fatta eccezione per quei mostri sacri che risultano imprescindibili, è decisamente arduo individuare dei pensatori oggettivamente più rilevanti di altri. Ciò che invece si può fare, e in una certa misura si rivela perfino necessario, è discernere quegli autori che sono riusciti a incarnare un tornante...

LO ZIBALDONE è COME UN BLOG

Si narra che un giorno si presentò a Recanati un piccolo gruppo di ebrei, con i quali nessuno della cittadina marchigiana riuscì a interloquire fatta eccezione per Giacomo Leopardi, che discusse amabilmente e fluidamente con loro parlando un perfetto ebraico. Peraltro una delle sei lingue che il grande poeta parlava correntemente già a 17...

LE METAMORFOSI DEL LIBERALISMO E LE SUE INSANABILI FRATTURE

Il secolo che ci siamo ormai lasciati alle spalle si è concluso con la perentoria convinzione per cui, in seguito alla vittoria del liberalismo sul socialismo, l'Occidente, e con esso il mondo intero, ha potuto finalmente abbracciare la libertà. Sulla base di questo assunto, alle varie sinistre che in maniera diversa si richiamavano alla...

OPPRESSI IN NOME DELLA LIBERTà

Viene in mente il piccolo villaggio di cui parlava Stephen King trent'anni fa in Salem's Lot, i cui abitanti di giorno si mostravano - seppure non senza ambiguità di superficie visibili a uno sguardo attento - alla stregua di cortesi e urbane persone, pronte però ad assumere, di notte, le fattezze di terribili vampiri. Oppure, come fa...

Il cinema nigeriano si reinventa e punta allo streaming

In Nigeria l’industria del cinema sta cambiando e fornendo nuove opportunità di formazione. Ne parla «Le Monde» in un articolo dedicato ai nuovi corsi gratuiti - finanziati dallo Stato di Lagos - e organizzati dall’Accademia EbonyLife Creative. Con sede nella capitale culturale della Nigeria, la scuola mira...



Pagina 8 di 9