Sea Watch resta al largo, sul mare comanda Salvini

Solo in dieci ieri pomeriggio hanno avuto l'autorizzazione a sbarcare a Lampedusa: tre minori, due uomini, tre donne (due incinte) e due accompagnatori sono stati portati a terra su una motovedetta della Guardia costiera perché avevano bisogno di cure mediche. Così hanno stabilito i sanitari inviati sulla Sea Watch 3,...

L’ecosocialismo e il femminismo che mancano

Sui rapporti tra Ambientalismo e Sinistra andrei a quando quel rapporto c’era, pur tra molte contraddizioni. E infatti il partito Verde in Italia non è mai decollato per due ragioni. La prima è l’eccessiva chiusura e autosufficienza dopo l’esperienza positiva delle Liste Verdi locali. Ma soprattutto per la...

La suggestione dei minibot, ma pagano i poveri

Minibot sì, minibot no. È l’ultima frontiera dello scontro, vero o finto che sia, all’interno del governo giallo-verde. La Lega rilancia, Conte e Tria chiudono, perché «spaventati dalla disinformazione», a dire di Claudio Borghi. Ma esattamente, di cosa stiamo parlando? Atteniamoci...

Porto oscuro

«Questa nave fuorilegge può restare lì fino a Capodanno. Andasse in Libia». Salvini inaugura il decreto sicurezza bis e blocca la Sea Watch al largo di Lampedusa con decine di naufraghia bordo. Autorizzato lo sbarco di 10 persone malate. La Ue: l’Italia rispetti le leggi internazionali pagine 2,3

LE LETTERE

Verona indifferente Verona, il ritorno in Serie A dell’Hellas, il sindaco e la città, più che nera, indifferenteDa più di trent’anni l’avventura calcistica dell’Hellas Verona si annoda a ritmi regolari con la teatrale esaltazione del nazismo, lo dimostrano anche i recenti festeggiamenti al...

Riprendiamola voce, lo chiedela nostra Carta

L’immigrazione è oramai l’argomento sul quale le democrazie occidentali, a partire dalla nostra, si giocano il proprio futuro, la propria identità. L’ideologia razzista, fondata non più e non tanto sull’idea di superiorità, quanto piuttosto sulla convinzione che sottrarre diritti agli...

La "prima cosa bella" e la negazione del dolore

Capita ogni tanto che il benessere nel mondo si affidi all’assenza degli psicoanalisti. «La prima cosa bella», rubrica di un giornale nazionale, ha riportato di recente la notizia di un fatto sorprendente accaduto a Sanguinetto, provincia di Verona. Alle Europee aveva vinto la Lega. Ma alle comunali ha vinto in modo...

L’ultimo Nekrosius «neorealista» apre Napoli Teatro Festival

Il Napoli Teatro festival è certamente una delle manifestazioni teatrali più ricche e importanti del nostro paese. Garantito con fondi europei attraverso la regione Campania, è l’unico che in oltre un mese (cominciato la settimana scorsa si protrarrà fino a metà luglio) programma tutte le forme, le...

Tra i corpi fluidi e magnetici il sogno di Tao Ye

Una nebbia fine avvolge il palco, sei danzatori costretti in una tuta nera, le mani bloccate ai due angoli di un panno fissato alla vita, che reggeranno per tutta la durata dell’atto, la luce dall’alto che li mette in ombra o ne sottolinea i profili. La musica del compositore Xiao He, archi e percussioni su un tappeto...

Metti Pirandello nel vortice e nei colori della danza

Dentro un ovale apparso in trasparenza nel buio, si muovono, compatti, undici uomini in pelli di pelliccia. Il rumore dei corpi spezza il silenzio mentre l’orchestra si accorda. Il respiro ha un ritmo in crescendo. Luce, musica. L’ovale si rivela: è un enorme brocca stilizzata, arancione come la terracotta. Contiene di...

Kermesse popolare sulle rive del lago

Viene dedicato alla poesia quest’anno il festival «Il teatro sull’acqua», che diretto da Dacia Maraini si svolge ormai da anni ad Arona, sulle rive del lago Maggiore. Avrà luogo dal 3 all’8 settembre, ed è una grande kermesse popolare quella che animerà le rive del lago, primi...

Cinema, musica e poesia al servizio della rivoluzione

Con la morte di Peter Whitehead (8 gennaio 1937- 10 giugno 2019), un intero pezzo della controcultura se ne va, la sua parte più libera, più radicale, più creativa. Peter Lorrimer Whitehead ha esercitato i suoi vari talenti in un numero di discipline che non ha equivalenti se non in Jean Cocteau: è stato...

Guardando la metà esatta del mondo

Sembra uscito da Costume degli italiani di Gianni Celati questo Buttarelli, protagonista de La vita dispari (Einaudi, pp. 281, euro 19,50) di Paolo Colagrande. Un compagno di viaggi di Pucci se non un vero e proprio erede di Guizzardi. Tuttavia, quella vicinanza - che assume a tratti il sapore della somiglianza in forma di omaggio al...

Ralf Dahrendorf e la fine del secolo socialdemocratico

In una scena di Mario, Maria e Mario, film che Ettore Scola dedica ai travagli umani e politici dei militanti del Pci di fronte alla svolta della Bolognina, appare un dettaglio rivelatore: uno dei personaggi tiene sul comodino Il conflitto sociale della modernità, libro di Ralf Dahrendorf uscito presso Laterza (suo editore...

La mia California dalla faccia scura

L’America non è casa (Solferino, pp. 458, euro 20), romanzo d’esordio di Elaine Castillo, giovane scrittrice nata in una famiglia filippina a Milpitas, nella Bay Area di San Francisco, descrive attraverso tre generazioni di donne della stessa famiglia le trasformazioni del mondo dell’immigrazione negli Stati...

Cronisti sotto tiro, dieci vittime sotto Obrador

Marco Miranda, giornalista dello Stato di Veracruz, è stato sequestrato nella giornata di mercoledì, mentre martedì una giornalista che si occupava di cronaca nera, Norma Sarabia, è stata uccisa in un agguato mentre tornava a casa nel Tabasco, lo Stato nel sud-est del Messico dov’è nato il...

«In gioco 175 anni della mia vita». Il destino di Assange rinviato al 2020

Julian Assange dovrà aspettare l’anno prossimo per conoscere il parere della corte sulla richiesta, avanzata da un tribunale della Virginia, della sua estradizione negli Usa. Il prossimo 25 febbraio 2020 comincerà l’udienza, della durata di circa cinque giorni, che produrrà il verdetto. È la...

Dichiarazione di guerra «preliminare» all’Iran

Ai microfoni di Fox News Donald Trump ha pronunciato una dichiarazione «preliminare» di guerra all’Iran. Il presidente americano non ha dubbi: i presunti attacchi di giovedì contro due petroliere nel Golfo dell’Oman portano la firma dell’Iran, sostiene. Lo conferma, ha aggiunto Trump, il video diffuso...

L’episodio mancante della serie «Chernobyl» si svolge all’Avana

Il presidente Trump minaccia dazi a 360° e relative guerre commerciali per imporre l’America first. The Donald scatena l’«assalto finale» a Cuba per obbligarla a gettare a mare il presidente Maduro. In piena crisi economica, l’Avana risponde invitando un gruppo di 50 bambini ucraini - figli di genitori...

Nessuno come lui. L'assalto finale di Trump a Cuba

«La dignità, la sovranità e l’indipendenza non si negoziano». È quasi un refrain la risposta che da giorni, nella stampa cubana come nei messaggi del presidente Miguel Díaz-Canel, viene data alle ultime misure decise, lo scorso 6 giugno, dal presidente Donald Trump. Il quale ha dato inizio...