Cuneo fiscale

Il cuneo fiscale è la differenza tra il costo del lavoro sostenuto dall’impresa e la retribuzione netta che spetta al lavoratore, su cui gravano imposte, contributi previdenziali e assicurativi. In Italia è fra i più alti in Europa. Fin dai governi Prodi si è sempre cercato di ridurlo. Ma se finora si...

Tridico fa il Boeri: fondo integrativo a capitalizzazione per i giovani

Pasquale Tridico e Tito Boeri sono professori con idee molto diverse. Come presidenti dell’Inps però ad entrambi piace fare il «quasi ministro». Se Boeri si allargava fin troppo con Poletti, ora fa altrettanto Tridico con la ministra Catalfo. La conferma è venuta dall’audizione di ieri in commissione...

«Risultati subito, aumento salari con detrazioni»

Anno nuovo e sindacati che vogliono passare - in fretta - all’incasso delle promesse del governo su tutti i temi: cuneo fiscale, pensioni, riforma fiscale. Ieri mattina Cgil, Cisl e Uil hanno tenuto le segreterie unitarie per mettere a punto la strategia da tenere sui vari tavoli governativi.Il pressing sul governo è...

Meno tasse per 14 milioni. Esteso il «bonus 80 euro»

Sarà pronta entro gennaio la proposta del governo sul taglio del cuneo fiscale che interesserà fino a 14 milioni di lavoratori: i 9,5 milioni di beneficiari del cosiddetto «bonus Renzi» e i 4,5 milioni che sono stati esclusi dagli 80 euro. Il progetto è fare partire il provvedimento partirà a luglio...

Bibbiano, «il sindaco doveva rimanere libero»

Non doveva essere arrestato né finire ai domiciliari, e non c’erano neppure gli estremi per sottoporlo ad altre misure cautelari. Il sindaco di Bibbiano, il dem Andrea Carletti, pur avendo ricevuto ieri insieme ad altri 25 indagati l’avviso di conclusione delle indagini nell’ambito dell’inchiesta...

Caso Gregoretti, slitta a oggi la decisione sulla data del voto

Almeno per il momento non cambia niente e la decisione se processare o meno Matteo Salvini per il caso Gregoretti verrà presa dalla Giunta per le immunità del Senato il 20 gennaio, come stabilito fin dall’inizio. Una scelta che - sebbene siano stati proprio Pd, M5S, Italia Viva e Leu a chiedere di spostare la data a...

Rousseau, il numero due Max Bugani non è più tra i soci

Il numero 2 dell’associazione Rousseau, Max Bugani, lascia il ruolo di socio, anche se resterà a capo della funzione sharing. Sul blog delle Stelle compare la nuova squadra dei referenti di Rousseau, con un altro ruolo per Alessandro Di Battista, che con Marco Croatti e Paola Taverna si occuperà del «Portale...

La Lega chiede il bis alla Corte. «Si può fare come nel 1993»

La pedina è stata sistemata: la maggioranza ha incardinato la riforma della legge elettorale in prima commissione alla camera 24 ore prima che i giudici della Corte costituzionale siederanno, oggi pomeriggio, per decidere l’ammissibilità del referendum elettorale della Lega. Il testo parlamentare propone un sistema...

Caos nomine: il cda si spacca, Salini «soddisfatto»

Una bocciatura parziale, ma sonora. L’amministratore delegato della Rai Fabrizio Salini porta in consiglio d’amministrazione il suo pacchetto di nomine per le reti e le direzioni di genere, e sulla metà delle proposte (votate singolarmente) non trova il gradimento della maggioranza dei consiglieri. Non essendo il parere...

Renzi e Calenda: no a Emiliano

Italia viva non sosterrà la ricandidatura di Michele Emiliano alle regionali in Puglia. Domenica l’attuale governatore ha vinto le primarie con il 70% dei voti. Ma Matteo Renzi aveva contestato i gazebo e ora spiega così il no a Emiliano: «È l’emblema dell’alleanza culturale con il grillismo:...

Il «piano strategico per l’Italia»

Una «rivoluzione verde per tornare a crescere». Sono cinque i punti principali di un «piano strategico per l’Italia» proposto ieri dal Pd per la verifica di governo che dovrebbe rilanciarne la «fase 2», «un patto di legislatura» da qui al 2023. Tra i punti: la decarbonizzazione...

Sull’edilizia un campanello d’allarme per Bonaccini

Dall’esito delle elezioni regionali dell’Emilia Romagna dipendono, oltre alla tenuta del governo nazionale, anche le speranze del Pd di continuare ad essere l’ago della bilancia dello schieramento alternativo alla destra senza mai pagare prezzi in termini di contenuti programmatici. La sproporzione di forza con gli altri...

Zingaretti: il Pd è unito. Ma non sui 5 stelle e sui decreti Salvini

Dalla «vocazione maggioritaria» alla «vocazione unitaria». Dal pulpito della chiesa sconsacrata dell’abbazia del San Pastore a Contigliano, nella reatina Valle Santa, Nicola Zingaretti celebra con orgoglio il suo «partito unito», «pilastro» della ritrovata democrazia liberale italiana...

Oim: catturati in mare 953 migranti

Mentre le potenze regionali e globali si aggirano intorno alla crisi libica con il rispettivo bagaglio di interessi particolari, il dramma di centinaia di migliaia di migranti non scema. Intrappolati a Tripoli, in centri di detenzione pericolosamente vicini agli scontri (spesso colpiti, è accaduto a Tajoura la scorsa estate, 53...

Erdogan furioso con Haftar «Gli daremo una lezione»

La trattativa non-stop tra le parti libiche per arrivare a un accordo di pace si è infine conclusa senza che il generale Khalifa Haftar firmasse la bozza di accordo sottoscritta invece dal presidente del governo di unità nazionale Fayez al-Sarraj. Ieri mattina Haftar è ritornato a casa lasciando l’onere al...

Le partenze italiane di Repubblica

Davvero una sorpresa il titolo di ieri del quotidiano "la Repubblica": italiani pronti a partire. Così diretto e prossimo che abbiamo pensato avesse aperto un’agenzia viaggi. No, vista l’assonanza con «armiamoci e partite», si tratta ancora una volta della sponsorizzazione di una avventura...

Sulla Libia decidono lo zar e il sultano. L’Italia si è insabbiata

Nella migliore delle ipotesi si tratta di liturgia, nella peggiore di un procedere a tentoni nel buio. Nella possibilità che il vertice tra governo, maggioranza e opposizione sulla Libia serva a qualcosa non ci crede nessuno. Convocato la settimana scorsa con rullar di tamburi, e poi rinviato si è infine svolto ieri sera,...

La posta in gioco è l’assetto costituzionale

La Corte costituzionale decide sull’ammissibilità del referendum elettorale per un maggioritario di collegio uninominale a turno unico. Secondo una consolidata giurisprudenza, il quesito dovrebbe essere inammissibile.Lo argomenta bene Azzariti su queste pagine. Non c’è modo, quale che sia il trucco - deleghe o...

L’Italia e il grande gioco del petrolio

La Libia è il quinto fornitore di petrolio dell’Italia, con scambi per oltre 4 miliardi di euro nel 2018, occupa il nono posto tra i paesi esportatori di petrolio al mondo e possiede ingenti riserve petrolifere, circa 48 miliardi di barili, secondo le stime dell’US Energy Information Administration. Oltre al greggio, in...

La Sinistra che sta a guardare

Se alle parole corrispondessero i fatti non solo quando si tratta di dire sì al Tav, sì all’abolizione dell’articolo 18, sì ai respingimenti degli immigrati nei lager libici, allora si potrebbe giudicare interessante l’impegno del segretario del Pd di avviare una svolta social-ambientalista per farne...