Risultati per:

  • Autore: SILVANA SILVESTRI
Modifica ricerca

VISIONI/APERTURA

Crudele romanzo di formazione, «La terra dell’abbastanza»

ITALIA. Commuove e stupisce La terra dell’abbastanza esordio dei fratelli D’Innocenzo, scoperto al festival di Berlino e in sala da domani. All’interno di un’ambientazione che il pubblico conosce bene, quello della periferia romana dove la criminalità si esibisce nelle forme più diverse traendo ispirazione...

VISIONI/APERTURA

Il prezzo del coraggio, l’esempio di Pippo Fava

ITALIA. Nella tradizione del cinema di impegno civile Daniele Vicari fa rivivere la figura di Pippo Fava nel film Prima che la notte che andrà in onda su Raiuno domani in prima serata, in occasione della giornata della legalità. È un film che mette al centro del racconto la libertà di stampa, e la libertà di...

VISIONI/APERTURA

Maestro di sguardoe profondità, ha dato voce e vigore agli umili

ITALIA/BERGAMO. Tra i migliori film italiani di tutti i tempi trovano senz’altro posto alcuni dei primi film di Ermanno Olmi, scomparso ieri all’età di 86 anni (era nato a Bergamo nel 1931). Non solo per la loro forma compositiva, ma per essere stati del tutto eccentrici nel nostro panorama produttivo, indicandone per contrasto i...

VISIONI/APERTURA

Quell’occhio critico e lucido del Cinema Novo

BRASILE. Nelle fotografie di gruppo, nei numerosi filmati d’epoca Nelson Pereira dos Santos è il composto signore spesso in giacca e cravatta seduto preferibilmente al centro o a capotavola, circondato dai più giovani e scanzonati registi del Cinema Novo pur con le loro serissime teorie cinematografiche. Era il più...

VISIONI/APERTURA

Lo sguardo beffardo di un folle sognatore

REPUBBLICA CECA. È stato programmato proprio ieri nel giorno della scomparsa di Milos Forman Gli amori di una bionda, il film emblematico di un’epoca, nell’ambito della rassegna itinerante al cinema Trevi di Roma «I ribelli del ’68. La nuova onda del cinema cecoslovacco». Forman (classe 1932) era stato infatti uno dei...

VISIONI/TAGLIO BASSO

Sharò, una giovane cantante ai tempi della grande crisi

ITALIA. Il film inizia con una creativa dichiarazione di intenti: come si gestisce il realismo? Lo definisce la protagonista che ripete la lezione scolastica su Verga di fronte allo specchio con movimenti di danza. Ecco che la divisione tra vincitori e vinti nella vita è delineata. Chi nasce vincitore resta vincitore, chi nasce povero...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

Dal cuore feroce del centro Europa due insolite storie d’amore

CROAZIA/REP. CECA. Lo squallore di un’Europa fascista rinata dalle ceneri e l’odio seminato da una guerra ormai terminata da più di venti anni sono temperati in questo «Ustav Republike Hrvatske» (La Costituzione della repubblica di Croazia) dallo stile sicuro di Rajko Grlic uno dei nomi di punta del cinema jugoslavo con studi...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

Un eroe singolare difende le sue vacche da un morbo mortale

FRANCIA. A dispetto dell’ambientazione rurale, delle riprese ravvicinate sulle tecniche di mungitura Petit Paysan di Hubert Charuel è un dramma dai risvolti inaspettati. Pierre (Swann Artaud) è un cowboy della Francia nordorientale, si occupa delle vacche da latte della fattoria dei genitori con dedizione e spirito di...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

Una famiglia nella Damasco assediata

BELGIO/FRANCIA. Tutto ambientato in un appartamento nella Damasco assediata, è un film indirizzato al pubblico che vive lontano dai fuochi della guerra, pur con l’assuefazione dei reportage televisivi. In quella casa borghese, dove il numeroso nucleo familiare cerca di mantenere un ordinato tenore di vita, sorvegliato dalla padrona di casa a...

VISIONI/APERTURA

Poesia e mito, addio al maestro

BURKINA FASO. Riposa adesso anche Idrissa Ouedraogo sotto l’ombra del baobab, il luogo emblematico che raccoglie i padri fondatori del cinema africano: è scomparso domenica il grande regista nato nel Burkina Faso nel 1954. Se il vasto pubblico è entrato per la prima volta in contatto con una cinematografia mai apparsa prima sui...

VISIONI/BALCONE

Biennale Teatro, al duo Rezza Mastrella il Leone d’oro alla carriera

ITALIA. La prima cosa che ci è venuta in mente quando è arrivata la notizia del Leone d’oro alla carriera per il Teatro che sarà assegnato nel corso della Biennale dal 20 luglio al 5 agosto a «RezzaMastrella» è stato immaginare cosa da questo spunto inventeranno per il loro prossimo spettacolo....

VISIONI/TAGLIO MEDIO

Un Paradiso senza nessuna via d’uscita

RUSSIA/GERMANIA. La specialità di Konchalowskij è afferrare lo spettatore sin dalla prima scena. Questo qui non avviene, il racconto e il tono sono algidi, ci suggerisce di tenerci a distanza dall’intreccio, guardare oltre, ad esempio al presente, tempo di fondamentalismi da riconoscere e neutralizzare. Paradise racconta un aspetto...

VISIONI/TAGLIO BASSO

La giovinezza dell’artista nel firmamento della poesia

CILE/FRANCIA. Chiudiamo le pagine di I detective selvaggi di Roberto Bolaño e apriamo alla visione di Poesia senza fine di Alexandro Jodorowsky, favola animata da invenzioni sceniche, realismo onirico nutrito di vita vissuta, seguito di La danza della realtà. Ritornare indietro con la memoria a raccontare la propria vita potrebbe sembrare...

VISIONI/TAGLIO BASSO

Scenari contemporanei di una società senza amore

RUSSIA/FRANCIA. È in equilibrio perfetto in quanto a misoginia, pietas, violenza e rapporto sulla società russa contemporanea, Nelyubov di Andrey Zvyagintsev, ribattezzato Loveless (mancanza d’amore), premio della giuria al festival di Cannes e candidato all’Oscar per la Russia come miglior film straniero. Se non fosse...

VISIONI/TAGLIO BASSO

Tra lustrini, vendette e canzoni Shakespeare scende al Tiburtino Terzo

ITALIA. Il musical del male supremo Riccardo va all’inferno, portato in scena da Massimo Ranieri, nel film di Roberta Torre che mantiene la visione frontale del palcoscenico allontana con la sua costante irrisione dal più profondo significato di dramma per diventare farsa, proprio quella che percepiamo intorno a noi. La struggente...

VISIONI/APERTURA

’77 in bianco e nero storie di crisi e resistenzeal conformismo -

ITALIA/TORINO. Non cavalca lo slogan «La rivoluzione è finita abbiamo vinto», ma neanche abbiamo perso, il film 77 No commercial use di Luis Fulvio passato al TFF (lo vedremo anche a Filmmaker, il 9 dicembre), basta osservare la situazione della crisi italiana che neanche un neo movimento punk riuscirà a risollevare. Grande...

VISIONI/INTERVISTA

Polveri sottili e veleni, gli alieni sono tra noi

ITALIA/TORINO. Vediamo in Vento di Soave di Corrado Punzi presentato al Torino Film Festival una Brindisi proiettata nella prospettiva dei secoli, nella grandezza del suo approdo terminale della via Appia, meta dei Grand Tour latin, e, come evoca il titolo, luogo legato a Federico II. Terra operosa di coltivazioni, commerci e pesca, il film possiede...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

Qualche passo avanti e altri indietro

ITALIA/FIRENZE. Il festival «Cinema e donne» di Firenze (8-12 novembre) si chiude con una notizia che sembra rompere un varco nel tetto di cristallo: i decreti della nuova legge sul cinema contemplano punteggi che favoriscono le opportunità di genere per sviluppo di sceneggiature, regia, esordi e opere seconde. Andranno esaminate bene...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

Nico l’argentino morde la Grande Mela acida

ITALIA/ROMA/ARGENTINA. Non sempre i favori di un produttore spianano la strada di una carriera. Il tema del giorno rispunta anche in Nadie nos mira (nessuno ci guarda) di Julia Solomonoff. Questo è il caso di Nico, attore di telenovelas latine di successo deciso a cambiare strada soprattutto perché stanco del rapporto con Martin, il producer che...

VISIONI/APERTURA

Langhe 1943: follia d’amore e guerra partigiana

ITALIA/ROMA. Immmerso in un universo di nebbia per rendere più concreta la lontanaza è l’inizio di Una questione privata dei fratelli Taviani. Si tratta, visto oggi, della lontananza degli anni, il 1943 della guerra partigiana, del ricordo dei tanti protagonisti di quell’epoca ormai scomparsi o colpiti nel pieno della...

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it