Risultati per:

  • Autore: VINCENZO VITA
Modifica ricerca

COMMUNITY/RUBRICA

Soffrendo per dei cordiali nemici

ITALIA. Fonti di Cologno Monzese smentiscono. Tuttavia, il caso è scoppiato e, al di là della scarsa attenzione generale (è un segno di qualcosa?), è di notevole rilievo.Stiamo parlando del ridimensionamento, se non proprio della chiusura, delle due storiche testate di Mediaset, Tg4 e Studio Aperto.La voce correva da...

COMMUNITY/RUBRICA

Direttive europee sui media: la carezza e il pugno

ITALIA. Il consiglio dei ministri dello scorso 5 novembre ha varato due importanti direttive (2019/790 e 2018/1808), inerenti l’una al diritto d’autore e a quelli connessi, l’altra alla fornitura dei nuovi servizi mediali.Sul capitolo del copyright si è già scritto su il manifesto all’indomani delle decisioni...

COMMENTO

Fuortes e la pianificazione liberista

ITALIA . L’Ad della Rai Carlo Fuortes ha una lunga storia manageriale. Non è immaginabile, quindi, che la proposta di riorganizzazione della Rai appena varata non sia stata ponderata nei suoi effetti.Effetti diretti e pure collaterali. Ben venga la rottura del tabù delle reti, luoghi del potere lottizzato e, purtroppo, di...

COMMENTO

Oggi a processo il nemico pubblico numero uno

GB/LONDRA. Oggi, a Londra, prende il via il processo di appello presso l’High Court di Londra nei confronti del giornalista fondatore di WikiLeaks Julian Assange. Gli Stati Uniti non demordono.Ancorché la stessa giudice inglese avesse tenuto in conto le perizie mediche piuttosto pessimiste sullo stato di salute del nuovo Dreyfus....

COMMENTO

Dal governo un ascensore per il patibolo

ITALIA. La Federazione nazionale della stampa ha pubblicato la scorsa domenica inserzioni ad intera pagina su diversi quotidiani per denunciare la situazione intollerabile in cui si trova l’informazione italiana.A fronte di un’apparente calma nella rappresentazione che danno di sé le principali testate, assai simili ed...

COMMUNITY/RUBRICA

Finale di par condicio

ITALIA. Concludiamo la carrellata degli orrori sulle resistibili violazioni della legge n.28 del 2000 nel corso della campagna elettorale per le amministrative.La pubblicazione sul sito dell’autorità per le garanzie nelle comunicazioni delle presenze politiche e istituzionali dal 26 settembre al primo di ottobre, vale a dire fino...

COMMUNITY/RUBRICA

Il salotto televisivo e le sue vittime mediatiche

ITALIA. Mettiamola in bella copia. Nelle diverse trasmissioni televisive in cui sono invitate testate della carta stampata per discutere e analizzare, c’è un clamoroso limite dialettico.Taluni giornali sono sempre in video, con una reiterazione seriale. Altri no. Spicca per la pervicace emarginazione proprio il manifesto. E non solo,...

COMMUNITY/RUBRICA

La par condicio è entrata di diritto tra i morti viventi

ITALIA. Sono state pubblicate lo scorso 22 (quattro giorni dopo) dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni le tabelle inerenti alle presenze politiche in televisione dal 5 al 18 settembre. Il trend (brutto) dei dati è consolidato, a partire dall’inquietante rapporto nel tempo di parola tra donne e uomini. 14% a...

COMMUNITY/RUBRICA

Amministrative, «par condicio» non pervenuta

ITALIA. Il sito dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha pubblicato i dati sulle presenze politico-istituzionali in televisione nel periodo 5-11 settembre. Siamo nel periodo di applicazione stretta della legge del 2000 sulla par condicio. Se n’è parlato nella rubrica dello scorso 15 settembre. Repetita...

COMMUNITY/RUBRICA

L’informazione in tv: maschilista, leghista, classista

ITALIA. Sono state pubblicate sul sito dell’autorità per le garanzie nelle comunicazioni le tabelle sui tempi di parola e di notizia dei soggetti politici ed istituzionali dal 19 agosto al 4 settembre 2021. Vale a dire il primo atto della «par condicio», che inizia dall’indizione dei cosiddetti comizi elettorali e...

CULTURA/APERTURA

Quale verità nell’era del capitalismo della sorveglianza

USA. Julian Assange deve morire? Sembra questo il desiderio non detto degli Stati Uniti, della Gran Bretagna, dell’Australia, dell’Ecuador e della Svezia, vale a dire i riferimenti angoscianti del calvario cui è sottoposto da anni il giornalista australiano. Uno scandalo che ci interpella sulla crisi democratica, fotografata...

COMMUNITY/RUBRICA

Ecco gli smemorati della par condicio

ITALIA. Dallo scorso 4 di settembre (entro le ore 12 dovevano essere depositate liste e candidature per le consultazioni amministrative dei giorni 3 e 4 di ottobre) è scattata la fase di applicazione rigida della legge n.28 del febbraio 2000. Quest’ultima, infatti, evoca chiaramente all’articolo 4 il principio della pari...

COMMUNITY/RUBRICA

Netflix: gli affari vanno fuori quota

ITALIA. Il Sole 24 Ore ha riportato con evidenza una bizzarra polemica aperta dalla società di distribuzione in streaming di film, audiovisivi e programmi sugli obblighi di investimento nella produzione audiovisiva europea.Il pomo della discordia è il testo del decreto legislativo recentemente varato dal governo - prossimo ormai ai...

COMMUNITY/RUBRICA

Testi e paratesti di Nicoletta Orsomando

ITALIA. Nicoletta Orsomando, scomparsa nei giorni scorsi e giustamente commemorata con parole positive e lusinghiere, merita anche una specifica riflessione mediatica. Colei che impropriamente – secondo il solito rito maschilista- è stata chiamata la prima stabile annunciatrice della Rai, fu una sorta di paratesto, per usare la...

COMMENTO

Contro la guerra, Julian Assange: nuovo caso Dreyfus?

GB/USA/AFGHANISTAN. Nel vedere le immagini tragiche dell’Afghanistan riconquistato dai talebani - con esercito regolare dissolto e americani con alleati in fuga- il pensiero corre a Julian Assange. Sembra doveroso, oltre che inevitabile, rimettere in ordine gli addendi di una vicenda davvero incresciosa. Sembra proprio un nuovo caso Dreyfus, il...

COMMUNITY/RUBRICA

Vietato interrompere gli spot con i programmi

ITALIA. Lo scorso 5 agosto il consiglio dei ministri ha dato il via libera ai decreti attuativi di importanti direttive europee . Vi è quella, assai nota, inerente al diritto d’autore. Se ne è parlato e scritto molto. Tema di prima grandezza, che interessa vasti mondi della cultura e dell’editoria. Non mancano insidie...

COMMENTO

Lassù qualcuno ci spiae non è dio

ITALIA/LAZIO. La cybersicurezza, sbattuta in prima pagina dalla insidiosa vicenda dei dati sanitari della regione Lazio rubati, ha oggi un nuovo presidio. Il decreto che istituisce l’apposita agenzia nazionale ha ottenuto il via libero definitivo dal senato.Naturalmente, secondo i riti di questa stagione, il tutto è passato a larga...

COMMUNITY/RUBRICA

L’addio in silenzio alla Gazzetta del Mezzogiorno

ITALIA. La Gazzetta del Mezzogiorno, quotidiano fondato nel 1887, ha chiuso i battenti alla fine di luglio, pubblicando il primo agosto un’edizione di commiato firmata dal direttore Michele Partipilo. Scadeva il contratto di affitto intestato alla società Ledi srl dei fratelli Ladisa attivi nella ristorazione, che a loro volta...

COMMUNITY/RUBRICA

La legge sui media audiovisivi: riforma o falso movimento?

ITALIA/ROMA. Il ministero dello sviluppo economico ha convocato un’audizione pubblica il prossimo 3 agosto sullo schema di decreto legislativo di recepimento della direttiva europea 2018/1808 sui servizi media audiovisivi (SMAV). Il termine indicato per l’invio dei contributi è il vicino 29 luglio.Tutto bene, allora? Siamo di fronte...

PRIMA/COMMENTO

Un anno di transizione della transizione

ITALIA/ROMA. Si è tenuta ieri alla Camera la relazione annuale dell’autorità per le garanzie nelle comunicazioni, introdotta da un felice e non rituale saluto della vice di Roberto Fico Maria Edera Spadoni. Si tratta del primo atto, visto che il presidente Lasorella e il consiglio si insediarono il 2 ottobre del 2020.Trentacinque...

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it