Risultati per:

  • Autore: SILVANA SILVESTRI
Modifica ricerca

VISIONI/BREVE

Morto a 89 anni il regista Kazimierz Kutz

POLONIA. All’inizio di dicembre uno dei suoi film «Il sale della terra nera» è stato inserito nella rassegna Ciak Polska di Roma come uno dei classici fondamentali del cinema polacco: Kazimierz Kutz è scomparso ieri all’età di 89 anni. In quel film del ’69 raccontava la Rivolta della Slesia...

VISIONI/APERTURA

Nel paese innamorato di Salvador Allende

. C’è ancora chi ti domanda se in Cile ci siano problemi con la dittatura. In quel paese lontano geograficamente, nel tempo e nell’immaginario è tornato Nanni Moretti, ci chiedevamo perché proprio adesso che sembra così inattuale, non fosse per la sua consolidata democrazia, per avere avuto la prima...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

Dove lo stile è di rigore e la passione è il cinema

ITALIA/TORINO. Annunciato dal sontuoso spot di Domenico Giorgio, il Torino Film Festival diretto da Emanuela Martini presenta il programma della 36a edizione (23 novembre - 1 dicembre), una vocazione sempre mantenuta di scoperta, ricerca formale e dialogo con le nuove generazioni. Lo dimostrano anche le due retrospettive...

VISIONI/TAGLIO BASSO

Ombre dell’America Latina in un summit sulle Ande

ARGENTINA/FRANCIA. Lanciato dalla Settimana della Critica con El amor - primera parte nel 2004 Santiago Mitre è ormai diventato tra i più interessanti nomi del cinema argentino, selezionato nei festival più importanti (Paulina alla Semaine di Cannes) sceneggiatore per Pablo Trapero (Leonera, El Elefante Blanco). Con La Cordillera...

VISIONI/TAGLIO BASSO

STORIE DI TRASGRESSIONE E DISOBBEDIENZA TRA EROS E RELIGIONE

USA/GB/IRLANDA. Ritratti di donne al limite sono le protagoniste dei film di Sebastian Lelio regista cileno Orso d’argento per Gloria, Oscar come miglior film straniero per Una donna fantastica dove Marina supera confini di genere. In Disobedience mette due donne a confronto nel loro rapporto d’amore. Il loro limite è segnato dalle...

VISIONI/TAGLIO BASSO

L’illusorio potere della scienza secondo Krzysztof Zanussi

ITALIA/ROMA. Mentre nelle sale polacche esplode il caso Kler di Wojtek Smarzowski di cui abbiamo riferito dal festival di Gdynia, il film che spiattella in maniera provocatoria in un paese cattolico, tutti i possibili vizi del clero, Krzysztof Zanussi idealmente contrappone con il suo ultimo film Ether un diverso livello di riflessione, aggiungendo un...

VISIONI/APERTURA

Tutto in vendita nel drammatico on the road ad Asunción

PARAGUAY. SILVANA SILVESTRI II Il tema dell’omosessualità affrontato recentemente da più di un regista latinomoamericano, rimasto ancora vagamente tabù, si fa strada nell’esordio di Marcelo Martinessi senza voler prendere il sopravvento e senza volerne fare una bandiera. Entrano subito in scena due protagoniste, si...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

Un pamphlet sull’integrazione, in 38 stratagemmi

FRANCIA. Daniel Auteil celebrato interprete del cinema francese è famoso per il suo carattere imprevedibile ed eccentrico. In Le Brio (tradotto Quasi nemici per assonanza con il campione di incassi Quasi amici) è il prof Pierre Mazard dell’università di Assas (Paris II) dal comportamento razzista e politicamente...

VISIONI/TAGLIO BASSO

Il dolore di Stefano Cucchi nella prigione dell’omertà

ITALIA. Durissimo e preciso nel colpire là dove deve andare a segno senza deviazioni di percorso Sulla mia pelle di Alessio Cremonini accompagna con rara umanità fino alla morte la settimana di agonia di Stefano Cucchi. È noto il caso della morte in carcere del giovane geometra arrestato per detenzione, spaccio e...

VISIONI/TAGLIO BASSO

Il testacoda della democrazia, immagini dalla strage di Utoya

ITALIA/VENEZIA. Un corretto esempio di cinema civile, anche se convenzionale nella sua costruzione è il film in concorso 22 July del regista inglese Paul Greengrass che racconta la strage avvenuta il 22 luglio 2011 nell’isola di Utoya compiuta dal neonazista norvegese Anders Breivik dopo aver fatto esplodere un’autobomba di fronte al...

VISIONI/APERTURA

«El Pepe», una vita di militanza continua

ITALIA/VENEZIA. «Non sapevo nulla dell’Uruguay - dice Kusturica, qualcuno mi ha detto c’è il presidente che sta guidando il trattore. Mi sono detto: devo conoscerlo». La presenza di Pepe Mujica sul Lido è stato uno degli eventi più emozionanti della manifestazione: due sono stati i film in programma accolti...

VISIONI/TAGLIO BASSO

Budapest 1913: uno spettro innocente si aggira nell’Europa al tramonto

ITALIA/VENEZIA. Uno spettro si aggira per l’Europa e prende la forma innocente di una elegante modista nel film Napszallta (Tramonto) di Laszlo Nemes. Angelo sterminatore, nemesi storica, spirito del tempo, incede per tutta la durata del film rendendoci partecipi di eventi che stanno per accadere, non si sa quando né come. Siamo nel 1910, la...

VISIONI/APERTURA

Insegnamento sulla democrazia nella storia di una sconfitta

ITALIA/VENEZIA. Il grande saggio sulla democrazia di Mike Leigh, Peterloo (in concorso) si percepisce come un’alternativa a The Crown, a Young Victoria, a Downton Abbey che veicolano presso il grande pubblico la way of life dell’aristocrazia dei tempi andati. Con una straordinaria visione di massa il regista  mette in scena...

VISIONI/APERTURA

Memoria palpitante del passato in un quartiere borghese

ITALIA/VENEZIA. Il processo che da tempo in vari paesi del latinoamerica ha portato al lungo lavoro sulla memoria è anche al centro dell’ultimo magnifico film di Alfonso Cuaron, Roma che apparentemente si aggira tra le tranquille stanze di un appartamento del borghese quartiere di Città del Messico che dà il titolo al film e...

VISIONI/APERTURA

La «normalità» della tragedia nel silenzio dei testimoni

ITALIA/VENEZIA. Durissimo e preciso nel colpire là dove deve andare a segno senza deviazioni di percorso Sulla mia pelle di Alessio Cremonini accompagna con rara umanità fino alla morte la settimana di agonia di Stefano Cucchi. È noto il caso della morte in carcere del giovane geometra arrestato per detenzione, spaccio e uso di...

VISIONI/APERTURA

Alla Mostra la riflessione politica è tutta una questione di genere

ITALIA/VENEZIA. Con la sicurezza distaccata ma soddisfatta del giocatore che ha in mano le carte vincenti, Alberto Barbera direttore della Mostra di Venezia ha presentato il maestoso programma dell’edizione 75. Prima di entrare in sala, al Moderno di Roma del gruppo The Space, un volantinaggio ricorda la giornata di sciopero del 25 a livello...

VISIONI/APERTURA

Una Settimana della critica sospesa tra politica e mistero

ITALIA/VENEZIA. A dare un primo segnale di quello che sarà il programma 2018 della Settimana della Critica, sezione autonoma della Mostra di Venezia organizzata dal Sindacato nazionale critici cinematografici presentato alla Casa del Cinema (29 agosto - 8 settembre) sono le gigantografie di Oleg Senkov, cineasta e scrittore ucraino e Kiril...

VISIONI/APERTURA

Un angelo in volo nell’Ungheria che spara sui migranti

UNGHERIA/GERMANIA. Si ha l’impressione di vivere nuove esperienze visive con i film di Kornel Mundruczo: così era stato per White Dog (2014), vincitore a Cannes al Certain Regard, una possente parabola metropolitana su dolore e reazione con la presenza minacciosa di 250 cani, in risposta alla legge che voleva eliminarli. Si prova la...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

L’estetica di Saint-Germain-de-Prés e come realizzare una rassegna diffusa

ITALIA/PESARO. Studenti e critici vaganti che nel ’68 arrivarono al festival di Pesaro non videro Les Idoles di Marc’O a cui la Mostra del Nuovo Cinema (16-23 giugno) dedica quest’anno la prima personale in Italia. Il film fu bloccato all’epoca dallo sciopero generale del cinema francese dopo il «maggio»: così...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

Due piccoli italiani del sud in viaggio nell’Europa del nord

ITALIA. Interprete televisivo di grande successo Paolo Sassanelli ha avuto riscontri fin al suo esordio alla regia con il corto Uerra selezionato alla Mostra di Venezia nel 2009 e con i suoi successivi corti. La malinconia che percorre questo suo esordio nel lungometraggio a dispetto del formato da commedia picaresca punteggiata da gag, è...

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it