Risultati per:

  • Autore: GIANFRANCO CAPITTA
Modifica ricerca

VISIONI/APERTURA

Peter Handke, padre Nobel negazionista e «parricida»

ITALIA/CIVIDALE DEL FRIULI . Era forse l’evento più atteso (o almeno «scottante») del Mittelfest, la manifestazione che da più di trent’anni mette a confronto nella capitale longobarda del nord Italia, le culture, il teatro e le arti di quella Mitteleuropa che è stata per secoli cuore culturale pulsante del continente. E...

VISIONI/APERTURA

Ifigenia in Tauride fra barbarie, fughe e varie «umanità»

ITALIA/NAPOLI/POMPEI . Il teatro grande di Pompei ha forse la location più bella del mondo, ma continua a pesare con la massa di quel suo cemento su una necropoli che la lava immobilizzò, e «preservò» ben vitale, per sempre sotto la sua potenza incandescente, e che ha conservato poi per secoli e millenni, come testimoniato le...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

Irma Kohn e il segno oscuro della memoria

ITALIA/PISA/ SAN MINIATO . Fedele alla sua tradizione, la bella città sospesa sulla pianura toscana celebra in questi giorni, con la Fondazione Dramma Popolare, una sua nuova festa del teatro. Facendosi sempre più vicina ai drammi e alla sensibilità di oggi, la Festa ci porta quest'anno in luoghi e situazioni che la realtà ci rende...

VISIONI/APERTURA

Peter Brook, un pensiero etico per reinventare il teatro

GB/FRANCIA . Si è spento sabato scorso a Parigi Peter Brook, 97 anni, uno dei padri, e dei maestri e «idoli» del teatro contemporaneo. L'ultima volta che era apparso al pubblico italiano era stato pochi mesi fa, dallo schermo del telefonino dello stilista Cucinelli al termine della rappresentazione, dove ringraziava commosso e...

VISIONI/APERTURA

La Biennale toglie il velo al perbenismo

ITALIA/VENEZIA. Si conclude domani la Biennale teatro 2022, la seconda diretta da Ricci e Forte, ristretta nei tempi come anche quelle di danza e musica, ma segnata da spettacoli che possono risuonare «provocatori» rispetto alle programmazioni correnti nei teatri italiani. Almeno in apparenza. Sono comparsi in questi giorni alcuni nomi nuovi...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

Il lato «oscuro» di Verdi e i suoi messaggi profondi

ITALIA/MILANO. Grazie alle regie di Mario Martone, l'opera verdiana va assumendo un senso e una profondità diversi da quelli tradizionali, almeno per l'occhio e l'orecchio dello spettatore contemporaneo. Oberto conte di San Bonifacio, ambientato in una Little Italy malavitosa e pacchiana che sembrava citare De Palma, l'Otello realizzato al San...

VISIONI/TAGLIO BASSO

«Zio Vanja», la rivoluzione di Cechov che dura ancora oggi

ITALIA/MILANO. Lo "Zio Vanja" di Cechov è un testo di quelli che hanno davvero alzato il sipario sul '900. Non solo per calendario, ma perché la materia teatrale coltivata al Teatro d'Arte di Mosca ha cambiato linguaggi e finalità dell'arte della rappresentazione. Materiale quindi delicato di cui, dopo poco più di un secolo,...

VISIONI

Il 20, 21 e 22 giugno in viaggio con Battiato

ITALIA/ROMA. Si intitola Relative Calm lo spettacolo nuovo di zecca che debutta domani all'Auditorium Parco della Musica, con repliche sabato e domenica, e che vede uniti ancora una volta Bob Wilson e Lucinda Childs, due figure storiche dell'avanguardia, di teatro e di danza, ma anche del pensiero e della forma spettacolare nel senso più ampio....

VISIONI/APERTURA

Beckett's Room, va in scena la rivolta assordante degli oggetti

ITALIA/MILANO. Si è chiuso questa settimana il festival che in un mese molto intenso ha celebrato al Piccolo Teatro il centenario della nascita del fondatore Giorgio Strehler, cui era dedicato il titolo/gioco di parole Presente indicativo. Si è concluso con un ballo «liberatorio» del pubblico (molti i giovani) sulla scalinata...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

Senza speranze e illusioni, Euripide riletto da Binasco

ITALIA/TORINO. Valerio Binasco, che dello Stabile di Torino è direttore artistico, porta in scena due tragedie di Euripide, da lui tradotte ma anche «adattate» nella traduzione, seguendo un preciso disegno interpretativo che apre squarci nuovi su quegli antichi testi. I titoli sono Oreste e Ifigenia (alle Fonderie Limone di Moncalieri...

VISIONI/APERTURA

In-Box dal vivo, la nuova scena teatrale

ITALIA/SIENA. Tra le nuove «abitudini» in campo teatrale, necessità fatte virtù in tempi di pandemia e post, c’è il fiorire indiscriminato di concorsi e premi di qualsiasi entità, volti a tener viva un’attività mortificata dalle restrizioni sanitarie. In questo ambito invece, la...

VISIONI/APERTURA

Reduci d’Europa tra passato e presente orfani della Storia

ITALIA/NAPOLI. Una bella notizia per l’intera cultura italiana è il ritorno in scena di Fabrizia Ramondino, attraverso una sua opera teatrale, dopo l’isolato esordio (in un vecchio e glorioso festival Astiteatro, nel 1994) del suo Terremoto con madre e figlia, ad opera di Mario Martone, con Anna Bonaiuto protagonista. La scrittrice,...

VISIONI/APERTURA

Nell’arena con Angelica Liddell, tra misteri coscienziali e provocazioni

ITALIA/BOLOGNA. È tornata Angelica tra noi (all’Arena del sole) e ritrovare la signora Liddell è un’esperienza sempre sorprendente e stimolante. Padrona della scena e con una capacità davvero inusuale di polarizzare l’attenzione del pubblico a districarsi nel suo delirio di parole e di immagini, che sempre e...

VISIONI/APERTURA

I moti dell’occhio e del cuore tra Bausch e Papaioannou

ITALIA/AREZZO/ANGHIARI. Va in scena stasera, al Teatro di Anghiari, una nuova tappa di lavoro di Un discreto protagonista, spettacolo di danza che dopo alcune date di «messa a punto», debutterà ufficialmente in autunno a Torinodanza. Con la regia e la drammaturgia di Alessandra Paoletti (diploma alla Silvio D’Amico, e poi esperienze in...

VISIONI/APERTURA

Strade e percorsi di salvezza, l’oratorio laico di Amos Gitai

ITALIA/FIRENZE. Un oratorio laico. Potente e ambizioso, quanto consacrato all’arte, anche la più consapevole, che pure se indica strade e percorsi di «salvezza», finisce col commuovere o far maturare il lettore come lo spettatore, senza però mai riuscire a incidere sulla china della «realtà», che...

VISIONI/TAGLIO BASSO

La sfida e il «messaggio» alla storia di Tiago Rodrigues

ITALIA/ROMA. Tiago Rodrigues continua a sfornare spettacoli a suo avviso di grande «impegno» politico o civile, mentre si appresta ad assumere la direzione del festival teatrale più prestigioso d’Europa, quello di Avignone. Tanta produttività però (sempre garantita da impressionanti sinergie internazionali) rende...

VISIONI/APERTURA

Scene su foglio. In mostra le carte segrete di Daniele Lievi

ITALIA/SALÒ (BRESCIA). Si è aperta ieri, al Musa sulle rive del lago di Garda, una mostra ricca e commovente, dedicata a un artista scomparso giovane ma che aveva già dato prova di straordinaria fantasia e abilità, Daniele Lievi. Assieme al fratello, Cesare Lievi, ha realizzato spettacoli che hanno fatto epoca sul finire del secolo scorso,...

VISIONI/APERTURA

Entra in scena e in acqua la Biennale dal vivo: teatro, danza, musica

ITALIA. La Biennale ha presentato ieri le sue articolazioni «dal vivo», ovvero i programmi di musica teatro e danza per il 2022, e come sempre si rimane impressionati, se non «sommersi» dalla folla (circa 600 gli artisti) di bei nomi, e anche dei molti «sconosciuti» al pubblico italiano, che si potranno...

VISIONI/APERTURA

Nemici amici, se il potere della parola viene manipolato

ITALIA/TORINO. È una domanda pericolosa quella che pone il titolo del testo di Nathalie Sarraute, Pour un oui ou pour un non. Umberto Orsini e Franco Branciaroli lo portano in giro in molte piazze teatrali italiane (ora Bolzano, poi Brescia, Parma, Trieste). Per un sì o per un no suona quel titolo, interrogativo su cui si sviluppa il...

VISIONI/APERTURA

Il male assoluto si insinua nel Ghiaccio delle coscienze

ITALIA/TORINO. Uno spettacolo inquietante, a tratti davvero «da brivido». Da far gelare il gusto, o meglio letteralmente il sangue. È Frozen, ovvero Ghiaccio (produzione dello Stabile torinese, in scena al Teatro Gobetti fino al 10 aprile) un testo attualissimo, benché scritto quasi un quarto di secolo fa da Bryony Lavery,...

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it