I corpi del relitto

Dai fondali del mare al largo di Lampedusa le immagini choc dei migranti naufragati il 7 ottobre scorso. Tra i dodici corpi individuati anche quelli di una giovane mamma con il suo bambino. Al via il recupero del relitto. Intanto sugli sbarchi Frontex smentisce Salvini PAGINA 5

Costituzione in gabbia

  Dopo la condanna dell’Italia da parte della Corte europea deidiritti dell’Uomo, sul carcere a vita senza possibilità di redenzionesi pronuncerà il prossimo 22 ottobre anche la Corte costituzionale.Uno speciale per liberarsi dei propagandisti di paure infondate  

Perché sono inedite versioni della lotta di classe

In molti sostengono, sbrigativamente come è uso di questi tempi di memoria breve, che la lotta di classe è finita e che per capire il conflitto dei tempi presenti è necessario abbandonare le vecchie categorie novecentesche. Di fatto essa si è frantumata e resa apparentemente invisibile. Ma che nome dare allora...

Ergastolo, la speranza nasce da una cella

Pena fino alla morte, l’ergastolo ostativo è salito alla ribalta nei giorni scorsi in ragione di due decisioni. La prima, ora definitiva, è la sua condanna a Strasburgo perché nega dell’ergastolano la dignità umana, che non si acquista per meriti né si perde per demeriti. La seconda è...

Fermiamo le torture della polizia croata ai migranti

«Le persone migranti che provengono da Paesi devastati dalla guerra e da estrema povertà, pur avendo diritto a richiedere asilo in Europa, secondo la normativa internazionale, sono bloccate in condizioni disumane ai confini tra Bosnia e Croazia. Lo scorso Febbraio Alì era stato catturato e la polizia croata, dopo vari...

LE LETTERE

Contro l’invasione turca, boicottiamo il turismoFaccio mia la proposta della Rete Kurdistan Italia (...) La Turchia è al 15° posto mondiale per le spese militari e l’Italia è il suo terzo fornitore di armi dopo Usa e Spagna. Grazie ai 6 miliardi di euro dell’accordo Ue-Turchia sui profughi, la Ue...

Rimosso dalle sale vietnamite il film DreamWorks

Dopo una settimana in sala Il piccolo yeti, il film d’animazione targato DreamWorks Animation che racconta l’amicizia fra una bambina e uno yeti, è stato rimosso dai cinema vietnamiti - insieme ai trailer promozionali - per un’inquadratura di pochi secondi in cui appare una mappa della Cina. Nella mappa infatti il...

«Pepe Mujica - Una vita suprema», alla scoperta della militanza infinita

«Non sapevo nulla dell’Uruguay, qualcuno mi ha detto c’è il presidente che sta guidando il trattore. Mi sono detto: devo conoscerlo». Lo aveva raccontato Emir Kusturica a Venezia 75, dove ha debuttato il suo documentario Pepe Mujica - Una vita suprema, che racconta il presente e il tragico passato di...

La nuova Radio Rai tra app, digitale web e informazione

Presentati ieri i palinsesti del prossimo autunno di Rai Radio. Tra gli arrivi Gianni Minoli a Radio 1 con Il Mix delle 5 già in onda che propone editoriali, inchieste, faccia a faccia, attualità, Mara Venier a Radio 2 dal 6 gennaio con Chiamate Mara 3131 (ma sarà sulla stessa frequenza per Sanremo, ha annunciato la...

I fantastici labirinti delle musiche libere sul palco di Forlì Open

Un carosello eccitante e infernale. Questo è Forlì Open Music. Tanti interpreti tanti autori. Ognuno è una passione, ognuno è un problema. Occorre riflettere su Scelsi e Romitelli, su Bertoncini e Stroppa, su Bussotti e Scodanibbio, occorre riflettere sul Quartetto Maurice e sulla Large Unit di Paal...

Il lato nascosto dell’iconico Mr. Bad Guy

Tirare su l’amo dai cataloghi delle grandi rockstar può riservare a volte delle sorprese. Soprattutto quando a rimanere attaccato all’esca è un progetto che ben delineato può illuminare vie ed indirizzi non sempre compresi al momento della loro uscita. Questo può valere anche per un...

Nel rigore della free music: Derek Bailey

Co-fondatore nel '78 a Marsiglia del Groupe de Recherche et d'Improvisation Musicales, all'attivo collaborazioni con Thurston Moore, Lee Ranaldo, Fred Frith, il chitarrista Jean-Marc Montera ha tutte le carte in regola per sviscerare l'arte di Derek Bailey (1930-2005), che con la sublime qualità estetica, l'assoluta non...

Passato e presente nelle stanze di Levante

L’autrice lo definisce un «viaggio nella memoria tra passato, presente e futuro». Di sicuro Magmamemoria – copertina rossa accesa, segno della carnalità e della passione dei sentimenti, ma anche della lava che richiama il titolo – è l’album più maturo di Levante che aveva bene in...

Beat e dintorni nella Milano di Max Penombra

Se qualcuno là fuori ancora ha difficoltà ad avvicinarsi al rap, questo disco può essere il giusto medium, in quanto è un ibrido di rap e rock. Nel primo album di Max Penombra feat Visioni di Cody (rapper più gruppo), c’è una rappresentazione del mondo disincantata che si muove dalla...

Storie dal profondo sud, il groove maledetto di Bobby Rush

Trecentonovantaquattro diverse sedute di registrazione, settantacinque uscite discografiche e ventisei album da studio. Questi sono i numeri dell’ottuagenario Bobby Rush, il quale prosegue inossidabile il suo percorso musicale con una freschezza artistica e fisica da far invidia a molti colleghi ben più giovani di lui....

Anime in transito classiche e pop, con orchestra

La copertina è una fotografia scattata a Grado, la marea bassa e molte persone in cammino. Suggestiva come le canzoni di questo album dal vivo - perché di questo si tratta al di là delle notizie e le polemiche (pretestuose) sullo stato di salute dell’artista. Si tratta del tour di cinque date - l’utimo...

Tecniche d’evasione e sovversione nell’avanguardia ungherese

Visitabile fino al 6 di gennaio a Roma (Palazzo delle esposizioni) la mostra «Tecniche d’evasione» dedicata alle strategie sovversive e derisione del potere nell’avanguardia ungherese degli anni ’60 e ’70, a cura di Giuseppe Garrera, József Készman, Viktória Popovics e Sebastiano...

Walter Benjamin, il rapporto di tensione teologica con la rivoluzione a venire

Durante le celebrazioni per i 500 anni della scoperta dell’America la televisione brasiliana «Globo» costruì un enorme quadrante che contava i minuti fino al giorno dell’anniversario. Due giovani indiani hanno crivellato con le loro frecce questo «orologio dei vincitori». Quasi certamente non...

L’ovattata violenza dei suoi anatemi critici

Sapevamo che Harold Bloom era molto malato da tempo, ma non che facesse ancora lezione a casa sua come è avvenuto giovedì scorso, l’11 ottobre, tre giorni prima della morte. Era nato l’11 luglio del 1930 a New York, erede di grandi professori vittoriani come Arnold, Pater, Jowett, Newman; insegnava a Yale...

Contro il demone dell’ideologia applicata alla letteratura

Dopo Northrop Frye, del quale assimilò, fino ad odiarla, la monumentale Anatomia della critica, Harold Bloom - scomparso nella notte di lunedì scorso a ottantanove anni, nella amata New Haven, sede dell’Università di Yale, sua alma mater - è stato fra gli ultimissimi grandi maestri della critica...



Pagina 5 di 50