Sempre più disuguali. E il fisco favorisce i ricchi

«Bene pubblico o ricchezza privata?». È il titolo del Rapporto Oxfam 2018, che anche quest’anno, alla vigilia del World economic forum di Davos, riaccende i riflettori sulla vera emergenza di questi tempi: la crescita vertiginosa delle disuguaglianze nel mondo. Redditi dei miliardari che aumentano a un ritmo...

L’ipocrisia di Bruxelles, che non riconosce la Libia Paese sicuro ma la finanzia

Sono parole già sentite, che tradiscono l’impotenza dell’Unione europea di fronte all’arroganza di alcuni Stati. Si sentono praticamente ogni volta che nel Mediterraneo si verifica una tragedia come quella che venerdì scorso è costata la vita a 117 migranti, oppure quando ci sarebbe da intervenire a...

«Ci avete ingannato stiamo tornando nell’inferno libico»

È andato avanti fino alla mezzanotte di domenica il trasbordo dei cento naufraghi rimasti per almeno 15 ore in mare, a largo di Misurata, tra i resti del gommone che affondava. Sono stato raccolti dal cargo Lady Sham, bandiera della Sierra Leone, mandato solo a tarda sera dalla Guardia costiera di Tripoli, su pressione del governo...

Rapporto dell’Oms: «È falso che i migranti portano malattie»

«Nonostante l'opinione diffusa, esiste un rischio molto basso che rifugiati e migranti trasmettano malattie infettive alla popolazione ospitante». Ad affermarlo è stata ieri l’Oms, l’Organizzazione mondiale della sanità nel primo Rapporto sulla salute dei rifugiati e dei migranti nella regione europea...

Africa svantaggiata ma non è una tassa

Negli ultimi anni è cresciuto il dibattito sull’autonomia finanziaria dei Paesi africani, e il franco Cfa è spesso stato portato ad esempio dei legami di dipendenza che è urgente superare. Molti esperti sono critici nei confronti degli effetti di un’unione monetaria africana «ancorata»...

Ferrajoli: «Questo governo adotta politiche di carattere criminale»

«Le politiche del governo hanno un carattere apertamente criminale, l’omissione di soccorso a seguito della quale sono morte 117 persone viola i più elementari principi giuridici» inizia così un duro atto d’accusa contro l’esecutivo gialloverde pronunciato ieri dal professor Luigi Ferrajoli....

Di Maio: Francia colonialista. Parigi convoca l’ambasciatrice

L’ambasciatrice italiana Teresa Castaldo è stata convocata ieri nel tardo pomeriggio al Quai d’Orsay, ricevuta dal direttore di gabinetto della ministra degli Affari europei, Nathalie Loiseau, per spiegazioni sull’accusa del vice-premier Luigi Di Maio (ripresa da Di Battista), sul Cfa, il Franco della...

inserto speciale forza lavoro in occasione congresso cgil oggi apertura a bari 

Come trasformare anche la vittima in carnefice

Gommoni vuoti e vite consegnate per sempre agli abissi. Di chi è la colpa? Chi chiamare in causa? Perché, certo, se quei corpi non fossero scomparsi così nelle acque, senza quasi lasciare traccia, se fossero insepolti, l’uno accanto all’altro, nello spasimo dell’ultimo respiro, nello strazio della...

La Libia è l'inferno, non la salvezza

Salvini, che ha chiuso i porti italiani all’accoglienza dei migranti disperati in fuga dall’Africa delle guerre e della miseria, e che ha chiuso tutti e due gli occhi di fronte alla strage di 117 persone che si è consumata sabato notte nel Mediterraneo, ora esulta: «Salvati dalla guardia costiera libica, sono sani...

De bello gallico

Scontro con la Francia sui migranti: Parigi convoca l’ambasciatrice italiana dopo che il vicepremier Di Maio ha attribuito al «colonialismo» francese la responsabilità delle migrazioni. Intanto i profughi salvati da un mercantile della Sierra Leone minacciano di uccidersi: «Stiamo tornando in Libia, ci avete...

Al Balon non c'è posto per i poveri

Vestiti e scarpe usate, dischi, gioielli di plastica, video cassette, libri. Addio. Dopo 150 anni il Balon, storico mercato delle pulci di Torino, perde la sua parte più umile, quella che trasforma le povere cose in lavoro e integrazione. I commercianti che se ne devono andare sono un poutpourri di colori, con forte prevalenza del...

Il Brasile dà l’addio a Marcelo Yuka

Ondata di commozione in Brasile per la scomparsa di Marcelo Yuka, rapper impegnato della prima ora, compositore e attivista politico stroncato nella notte tra venerdì e sabato da un ictus. Aveva 53 anni. Paraplegico dal 2000 per gli effetti di un agguato armato, aveva dovuto rinunciare alla batteria appena un anno dopo...

Un mistero nell’oscurità della memoria

«Ricorda che oggi verrà la troupe televisiva a casa per l’intervista»: Wayne Hays (Mahershala Ali) è un uomo anziano, la sua memoria è frammentaria, non più affidabile, e la sua stessa voce registrata gli ricorda cosa deve fare giorno per giorno. Lo conosciamo, in apertura della terza stagione...

«Meeting Gorbachev», il raccontodi un uomo nel flusso della Storia

«Sono tedesco. E probabilmente il primo tedesco che ha incontrato nella sua vita voleva ucciderla». «No» - risponde secco Gorbachev alla prima e forse unica provocazione lanciatagli da Werner Herzog, nel tentativo di imprimere al racconto un taglio drammatico che invece l’ex presidente dell’Unione...

Quando l’algoritmo non dice la verità

Secondo Bernard Stiegler, un noto filosofo francese, la costruzione dell’identità degli esseri umani è l’esito di un processo di adattamento alle tecnologie che hanno impiegato nel tempo, e dalle quali sono sempre stati dipendenti. La capacità di invenzione tecnica e quella di pensare e agire attraverso i...

Gilet gialli: il Grande Dibattito non ferma l’Atto X

Gilet gialli, Atto X. La nuova giornata di protesta, la prima dopo l’avvio del Grande Dibattito nazionale, è stata dedicata alla rivolta contro le violenze della polizia: in particolare, nel corteo di Parigi, tra gli Invalides e Place d’Italie (e ritorno), qualche migliaio di persone ha reso omaggio ai feriti, circa...

La protesta anti Orbánri parte da Budapest

Ieri pomeriggio il centro di Budapest ha visto di nuovo sfilare i manifestanti anti Orbán. Come già alla fine dell’anno scorso, quando sindacati e studenti erano scesi in piazza per protestare contro la «legge schiavitù» e contro un sistema che vuole controllare anche la vita accademica. Ma il...

L’ultimo addio di Danzica al suo sindaco assassinato

La Polonia ha rispettato una giornata di lutto nazionale ieri in concomitanza con le esequie di Pawel Adamowicz, il primo cittadino di Danzica ucciso domenica scorsa durante un festival di beneficenza. Per trovare un trauma di questa portata nella storia recente del paese bisogna tornare al 2010 quando nella catastrofe aerea di Smolensk...

Crisi Podemos. Errejón a sorpresa corre con la sindaca Carmena

No, Podemos no puede. Proprio nella settimana in cui il movimento nato dagli eredi degli indignados del 15-M compie cinque anni, Íñigo Errejón, l’ex numero due di Pablo Iglesias, battuto da quest’ultimo in una durissima guerra per conquistare la segreteria generale due anni fa, ha lanciato una bomba...



Pagina 5 di 50