Risultati per:

  • Autore: VALERIO CORZANI
Modifica ricerca

VISIONI/APERTURA

AL FESTIVAL DI BUDAPEST MUSICA SENZA STECCATI

UNGHERIA/ BUDAPEST. I cartelli di benvenuto in una quindicina di lingue diverse sono già di per sé una dichiarazione d'intenti. La gente che attraversa il ponte di ferro sul Danubio e entra nell'isola di Obuda per partecipare allo Sziget Festival prende coscienza subito di due cose: il bacino di utenza di questa rassegna è davvero internazionale e la sua...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

A BUDAPEST ARRIVA OGGI LA CAROVANA DI MANU CHAO

UNGHERIA/ BUDAPEST. Arriverà anche la carovana colorata e rumorosa di Manu Chao nella giornata d'apertura dello Sziget Festival di Budapest. E sarà prevedibilmente come accostare le due arene di un circo: da una parte l'ex Mano Negra con la sua nuova produzione discografica e il consueto micidiale live-act che invita al pogo e alla festa, dall'altra il paese...

VISIONI/TAGLIO BASSO

DALLA SARDEGNA A CUBA, LA BALDANZA DELLA MUSICA

ITALIA/SARDEGNA/CALAGONONE. «Vento di grecale...fresco e carico d'umidità». Il disegnatore Otto Gabos e l'autore di fumetti Bepi Vigna, avevano previsto l'arrivo del vento. In effetti, a Calagonone in questi giorni ha soffiato un'altra brezza, quella di maestrale, ma l'effetto scenografico era simile a quello immaginato dai due artisti sardi per il libretto del...

VISIONI/TAGLIO BASSO

FELA KUTI, LA LOTTA LUCIDA E SENZA TREGUA DEL MUSICISTA «BARRICADERO»

ITALIA. Nella poco affollata panoplia di star della musica africana conosciute in Occidente, Fela Kuti ricopre un ruolo di secondo piano. Personaggi come Manu Dibango, Youssou 'N Dour, Salif Keita, Cesaria Evora, Miriam Makeba hanno certamente potuto contare su una cassa di risonanza più fragorosa. Ad Ali Farka Tourè non è bastata negli anni...

VISIONI/TAGLIO BASSO

LE IPNOTICHE SUGGESTIONI DI ROKIA TRAORé

ITALIA/ROMA. Quando Rokia Traoré imbraccia la chitarra e si avvicina al microfono per intonare M'bifo la platea della cavea dell'auditorium è già stata sedotta da tempo. La cantilena del suo pezzo più noto, traccia d'apertura di un album bellissimo come Bowmboì, arriva solo a coronare una scaletta impeccabile, fatta di accellerazioni e brevi rilasci,...

VISIONI/APERTURA

RITMI E VOCI D'ALTRI MONDI

ITALIA/SARZANA. Quando le figlie dell'Houara sono entrate dentro la fortezza Firmafede di Sarzana con le loro lunghe gonne e i loro veli contornati di monili, il pubblico ha avuto un immediato moto di ammirazione. Cinque donne provenienti dalla regione di Marrakech che cantano e danzano, al ritmo di vari strumenti a percussione (ta'arija, naqqùs, qraqèb,...

VISIONI/APERTURA

IL SOLE NON TRAMONTA SUL FOLK

NORVEGIA/FøRDE. Le giornate sono lunghe nel Sunnfjord, perché in questa stagione la notte non arriva mai. Il sole resta al posto della luna ventiquattrore su ventiquattro e la gente può trovare mille modi per approfittare di questo bonus di luce. Le passeggiate e le escursioni che sono la vera attrazione di questo pezzo di Norvegia appoggiato sui fiordi...

VISIONI/APERTURA

LE ARDITE RISALITE DI JASON MORAN AL TERNI GRAND TOUR JAZZ FEST

ITALIA/TERNI. «Il crescendo è una ricerca dell'assoluto da parte di chi sa di non riuscire nell'intento. La sua bellezza sta nella spinta e la sua vera esplosione in realtà è un rilascio. Ogni fallimento è il trionfo di quel crescendo». Il professor Giulio Giorello chiamato a parlar di musica dagli organizzatori del «Grand Tour Jazz Fest» di Terni,...

VISIONI/APERTURA

TURBOLENZE ELETTRONICHE

ITALIA/ROMA. Le pennellate digitali di Carsten Nicolai assomigliano a piccoli sciami. Sono gruppi di puntini neri che si raggrumano e si disperdono accompagnando le inflessioni del tappeto sonoro. È questa strategia che definisce da tempo il lavoro di Nicolai, aka Alva Noto: la sincronizzazione audiovisuale.Una tattica spettacolare e sperimentale...

VISIONI/APERTURA

LA PERLA DEL RITMO ELETTRICO. DA MIKE PATTON A LIEBING

ITALIA/ROMA. Dopo una serie di succulente anteprime, il pubblico di Dissonanze approda alla sua sede privilegiata dove lo attende una due giorni piena di pulsioni e sorprese. Gli antipasti fissati all'Auditorium di Roma (Karlheinz Stockhausen), al Teatro Palladium (The Books) e al Chiostro del Bramante (Mario Bertoncini e Angelo Petronella), altro non...

VISIONI/APERTURA

BABEL MED, AL MERCATO DELLA WORLD MUSIC

FRANCIA/MARSIGLIA. Per una volta partiamo dalla fine. Laddove la fine è circostanziale (la chiusura del terzo Forum delle Musiche del mondo), anagrafica (l'avanzata età di alcuni interpreti musicali) e metaforica (il senso di compiutezza della loro proposta creativa).La location del Babel Med è diventata familiare alle migliaia di addetti ai lavori che...

VISIONI/TAGLIO BASSO

PIERS FACCINI, COSMOPOLITA DEL ROCK

ITALIA/ROMA. Essere apolidi può procurare più di uno scompenso ma ha anche i suoi vantaggi. Per un calciatore quello di cambiare bandiera senza troppi rimorsi, per un musicista quello di affondare i propri interessi senza steccati preconcetti. Piers Faccini è un apolide doc. Un cognome inequivocabilmente nostrano dietro al quale si celano origini...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

SILENZIO, AL MIDEM PARLA SOLO IL FUNK

FRANCIA/CANNES. In quel rumoroso luna park dell'industria musicale che è il Midem di Cannes, un luna park spesso pieno di occasioni legate al marketing e agli accordi commerciali e parco di eventi strettamente musicali, lunedì scorso è accaduta una cosa davvero elettrizzante: è arrivato George Clinton. Il fondatore dei Parliament e dei Funkadelic è...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

ADDIO DENNY DOHERTY ULTIMO DEI PAPA'S

USA. Si racconta che quando Sharon Tate e i suoi amici furono massacrati dalla setta di Charles Manson, il giradischi stesse suonando Straight Shooter dei Mamas & Papas. È una supposizione meno improbabile di quanto non sembri, perchè una delle più care amiche di Sharon Tate era proprio Holly Michelle Gilliam, la bellissima frontwoman del...

VISIONI/TAGLIO BASSO

ITALIA INDIPENDENTE IN SALSA OLANDESE

OLANDA/GRONINGEN. L’edizione numero 20 del Noordeslag Weekend di Groningen ha sposato l’Italia. Verrebbe da sottotitolare pomposamente come in questo caso «il calore della musica italiana abbia scaldato la fredda Groningen». In effetti quest’anno le temperature polari e il ghiaccio che caratterizzano solitamente il bollettino meteo olandese nel mese di...

VISIONI/APERTURA

GRUNNER LOKKA, FASCINO MONDIALE

NORVEGIA/OSLO. Il 31 ottobre a Oslo faceva meno dodici. Il 5 novembre più due. Sarebbe ingenuo pensare che al rialzo delle temperature abbia contributo un evento musicale come l'Oslo World Music Festival, ma certo è un'eventualità che non ci sentiamo di escludere. Le notti di Oslo sono fredde in novembre eppure quel che è accaduto è che la parabola del...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

TRE GIORNI ELECTRO, 45 CLUB E 500 DEEJAY

OLANDA/AMSTERDAM. Provate a girare per il centro di Amsterdam di domenica mattina. È una specie di deserto urbano, ove non incontrate anima viva e vagate in un «tutto chiuso» generalizzato con quel poco di spazzatura sparsa a far da simulacro dei bagordi appena consumati. Immaginate ora questa scena con qualche bonus di efferatezza in più. E vi troverete...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

MARISA MONTE, DOPO L'EFFETTO TRIBALISTA

ITALIA/ROMA. Nel primo brano il palco è in ombra. E solo verso gli ultimi refrain di questo seducente attacco, due flash illuminano per qualche secondo Marisa Monte, a mo' di Gioconda sorridente e pop. Effetto Tribalistas: la sala Santa Cecilia dell'auditorium è già stracolma un'ora prima dell'inizio. La Monte è, insieme ad Arnaldo Antunes e Carlinhos...

VISIONI/TAGLIO BASSO

FUNAMBOLISMO E JAZZ NEL CIRCO DI THOMAS

ITALIA/ROMA. Certo l'organico era un po' bizzarro: trombone e sei palle da giocoliere, trombone e bastone da passeggio, trombone e tavolo da cucina, trombone e due sacchetti di plastica, trombone e tre piume...Ma Gianluca Petrella sapeva bene a cosa andava incontro quando ha accettato di «giocare» la sua partita espressiva con Jérome Thomas, funambolo...

VISIONI/APERTURA

«RUMORI MEDITERRANEI», IL GIOCO DIONISIACO DEL JAZZ

ITALIA/ROCCELLA JONICA. Innanzitutto le voci. «Rumori Mediterranei» edizione 26 è stata per prima cosa, una parata di cantanti, narratori, ugole. La voce esile e felpata di Gretchen Parlato, quella ruvida di Leena Conquest, la voce del Sud di Elisabetta Macchia, quella piena di aplomb di Norma Winston, la voce cantautorale di Paola Turci e Sergio Cammariere,...

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it