DALLA CINA ALLA MCLAREN VA DI MODA LA SPY STORY

Wuhan, Cina centrale, il giorno prima dell'esordio nei mondiali di calcio femminili della Cina contro la Danimarca. Uno specchio bidirezionale. Da una parte la seduta tattica delle giocatrici danesi. Dall'altra un paio di uomini con videocamere, intenti a riprendere e catturare tutto. Non è quanto accaduto in una stazione di polizia, ma...

«QUIZZOPOLI», LO SCANDALO AGITA LE UNIVERSITà

Ritoccare il sistema delle facoltà a numero chiuso? Questo l' interrogativo cui ha provato ieri una risposta il ministro dell'Università e della Ricerca, Fabio Mussi, in replica alle polemiche che lo coinvolgono. Ma anche nel tentativo doveroso di salvare la reputazione complessiva dell'Università che subisce da giorni il fuoco di...

TEST INUTILI E INCOMPRENSIBILI, NUMERO CHIUSO SOTTO ACCUSA

«Siamo di fronte a una questione morale di dimensioni impressionanti». Così Enrico Panini, segretario della Flc-Cgil a commento delle numerose irregolarità emerse lunedì nello svolgimento dei test d'ingresso per le facoltà a numero chiuso. «Le notizie relative alle prove di ammissione truccate nella facoltà di medicina di quattro atenei...

SE IL CALCIATORE è UN ULTRà

«Il Daspo anche ai giocatori? A me lo davano al 100%. Non sarei scappato da questa sentenza: mi ripromettevo partita dopo partita di fare il bravo, ma alla fine il carattere usciva fuori. Uno nasce così e poi muore così». Pasquale Bruno, detto «O Animal», momento celebre: lite furiosa con l'arbitro durante un derby Toro-Juve e un numero...

DA SPAGNA A RACITI VERSO L'ULTIMO STADIO

«Nessuno petarda, nessuno fumogena, nessuno coltella, nessuno bandiera. Nessuno allo stadio», cantavano Elio e le Storie Tese nel 1994. L'ironia potrebbe finire qui. Dal 1995 al 2007 sono passati 12 anni, vari decreti legge anti violenza, molti soldi, miliardi di parole, ogni volta uguali. Da «Spagna» all'ispettore Raciti, il tempo ha...

I DIRITTI OSCURATI DI PECHINO 2008

A un anno esatto dalla cerimonia di apertura delle Olimpiadi di Pechino (8 agosto 2008),la Cina si è risvegliata ieri con un drappo bianco appeso sulla parete della Grande Muraglia, a 100 km dalla capitale. «Un mondo, un sogno, Tibet libero 2008», c'era scritto in inglese e in caratteri cinesi che riecheggiavano lo slogan ufficiale scelto...

IL G8 RACCONTATO IN AULA TRA VIOLENZE E ASSOLUZIONI

Per sei anni ha aleggiato tra indagini, processi e chiacchiericci, articoli di giornale, opinioni durante le mille serate seguite ai fatti di Genova. Poi l'ex capo della Polizia, Gianni De Gennaro, tra molotov sparite e reticenze dei suoi uomini, è finalmente ricomparso sulla scena, da indagato, sollevando polveroni mediatici e politici,...

CORROTTO: LA CINA FUCILA IL SUO «UOMO-QUALITà»

Zheng Xiaoyu è stato giustiziato ieri a Pechino. 63 anni, nato a Fuzhou, nel Fujian, laureato in biologia alla Fudan University e iscritto al partito comunista dal 1979, è stato il capo della «Food & drug administration» cinese dal 1998 al 2005. Era stato condannato a morte alla fine di maggio. L'accusa era di avere intascato tangenti...

ANNIVERSARIO ALL'ITALIANA

Il 9 luglio 2006 l'Italia conquistava la sua quarta coppa del mondo a Berlino. Prima di quell'inaspettata vittoria, Calciopoli aveva rovesciato equilibri, mandando a soqquadro l'ancient regime del calcio nostrano. Poi arrivarono le più che miti sentenze della giustizia sportiva, la Restaurazione per molti, Giustizia è fatta per altri. Poi...

IL GRANDE RITORNO DELLA SUPERBA

Il popolo di Genoa, lo chiamava Scoglio, questa volta può esultare liberamente: tre promozioni di fila per ottenerne una. Nel dna rossoblù anche questo piccolo record occupa un posto quasi scontato nella sfilza della normale sofferenza di ogni genuano. E poiché al peggio non c'è mai fine, tante piccole cabale hanno accompagnato una...

IL TESTIMONE INDESIDERATO

«Dopo la contestazione dei tifosi in occasione di Juventus-Bologna, ho avuto tanti messaggi di solidarietà e di incoraggiamento, tra cui anche quello di Luciano Moggi». Parola di Alessio Secco, ds bianconero, che non può certo negare il rapporto particolare che lo lega da tempo a Lucianone. Secco non sceglie però il momento opportuno per...

EUROPEI 2012, VINCE IL DOLCE VENTO DELL'EST

Smacco, delusione, verdetto sorprendente: a organizzare gli Europei di calcio del 2012 saranno Polonia e Ucraina. Per l'Italia addio a un bel gruzzolo, circa 900 milioni di euro, e un restyling di immagine che avrebbe forse permesso di dimenticare gli scandali e i mali del calcio italiano. La vittoria della strana coppia, Polonia e...

AUTORI TEDESCHI FRA RICORDI E AMNESIA

Non c'è forse nazione, almeno in Europa, che viva in modo più drammatico della Germania il rapporto con la propria memoria e la propria coesione. Anche dopo la riunificazione, che ormai è Storia, le ferite di una colpa che si fa sempre più lontana nel tempo, così come la ricongiunzione sotto un'unica identità di un paese tagliato in due...

N. 1 CON UN PIZZICO DI SANA FOLLIA

Tempi duri per i portieri. Perfino Buffon accusa qualche cedimento. Dopo un paio di dribbling al cardiopalma, andati bene, a Mantova si è fatto uccellare da Serafini direttamente da centrocampo. Ed ecco tornare il luogo comune: i portieri sono mezzi matti. Un libro appena uscito li mette in fila, tra spunti, genialate e un pizzico di...

GOL E FOGLIETTI: LA TEORIA DEL CAOS APPLICATA AL CALCIO

Alain Shearer parte dal limite dell'area. E' leggermente a sinistra del pallone, è un destro. Calcia la boccia con un interno collo potente, nonostante abbia un lieve giro. Roa, il portiere dell'Argentina, intuisce, si tuffa alla sua destra, ma la palla è alta e va a togliere le famose ragnatele, nel sette. Su Youtube lo trovate e non è...

EFFETTO SERRA ALL'OLIMPICO

«Ho alcune domande da fare alle autorità di Italia e Spagna», fa sapere il ministro degli Interni britannico John Reid. «Chiunque abbia visto questi incidenti avrà alcune domande da fare sul modo in cui sono stati gestiti. E noi abbiamo posto queste domande». Non accenna a placarsi la polemica Inghilterra-Italia per i violenti scontri tra...

DUE MESI DI STRANEZZE E IPOTESI ALTERNATIVE

2 febbraio 2007, Catania-Palermo, muore un poliziotto, al termine di scontri ripresi in diretta tv: tutti i media concordano, è colpa degli ultras. La mattina dopo, nei bar, ovunque, si discute di come una bomba carta possa uccidere un uomo, Filippo Raciti, ispettore della Polizia di Stato.Secondo giorno: non è stata una bomba carta, è...

NIENTE PUBBLICO, SCONFESSATO IL TAR

«Dall'anamnesi specifica compiuta dall'Osservatorio sulla storia e gli avvenimenti legati alle tifoserie, considerate le gravi responsabilità attribuite alle frange più violente della tifoseria etnea anche dall'organo di giustizia sportiva che, a tutt'oggi, non possono ritenersi superate, e i precedenti relativi agli episodi di violenza...

IL TAR FA GOL PER IL CATANIA

Il 19 novembre 2006 molti catanesi si erano segnati la data: 7 aprile 2007, ritorno di Roma-Catania. All'Olimpico era finita 7-0 per i giallorossi, c'erano stati problemi di ordine pubblico, polemiche e minacce. Poi la morte dell'ispettore Raciti, le decisioni della giustizia sportiva, l'approvazione del decreto legge antiviolenza....

VIA LIBERA DAL SENATO, IL DDL ANTI-VIOLENZA è LEGGE

244 sì, un solo no, 20 astenuti (quelli della Lega Nord): il ddl contro la violenza del calcio passa al Senato e diventa legge. L'incertezza della vigilia, dovuta ad alcune modifiche apportate dalla Camera dei Deputati che rischiavano di far naufragare il decreto, svanisce di fronte alla necessità di approvazione della normativa in tempi...