Risultati per:

  • Autore: GUIDO VIALE
Modifica ricerca

VISIONI/BREVE

Ritmo pulsazione e battito per il divino batterista

USA. «Dio è un batterista», gran bel titolo per il percussionista indiano Trilok Gurtu, un uomo che ha attraversato con il sorriso sulle labbra e un’energia sovrumana almeno quattro decenni di musica senza passaporti, quel luogo bello e possibile dove si incontrano schegge di jazz, echi di note etniche, eleganti...

COMMENTO

Le due sinistre americane alla prova di Trump

USA/NEW HAMPSHIRE. La sinistra del lavoro. La sinistra dei diritti. Alla fine del conteggio dei voti delle primarie dem in New Hampshire, la vittoria di stretta misura di Bernie Sanders su Pete Buttigieg era la replica rovesciata dell’esito dei caucus in Iowa una settimana prima. Il candidato che si professa socialista e che ha una piattaforma...

CULTURA/INTERVISTA

Los Angeles è un’arma e io premo il grilletto

USA/ITALIA/MILANO . La crisi dei mutui subprimes raccontata attraverso il mondo criminale di Los Angeles. Due personaggi, Ricky Mendoza Jr., per tutti solo «Ghost», scassinatore di professione ma per conto della Dea, e Rudy «Glasses» Reyes, affiliato di lungo corso ad una delle bande malavitose più potenti della città...

COMMENTO

Sanders in testa, tra caos e farsa. E Trump stravince

USA/IOWA . Col 97% dei voti Donald Trump ha stracciato i suoi avversari, William Weld e Joe Walsh, 1% ciascuno. E sì, perché anche i repubblicani hanno tenuto lunedì i loro caucus in Iowa. Parodia di quelli veri, i caucus democratici. Che però si sono risolti in una farsa. Morale: il presidente in carica segna una doppia...

CULTURA/APERTURA

Il blues dell’identità intorno a un pallone

USA. Boobie Miles ha un ginocchio ridotto piuttosto male dopo che a Abilene quelli dei Copper Cougars si sono scatenati in una vera caccia all’uomo contro di lui. Suo zio che da bambino l’ha salvato dall’orfanotrofio però non si rassegna, lo immagina diventare il miglior running back nella storia della Permian High...

CULTURA/INTERVISTA

Allora come oggi l’indifferenza uccide

. Quando, all’indomani della seconda guerra mondiale, gli Alleati diedero il via nella Germania occupata alla breve stagione della denazificazione, divisero i tedeschi in quattro categorie rispetto al presunto grado di responsabilità di cui si erano macchiati nei confronti dei crimini del Terzo Reich, a partire dalla Shoah....

CULTURA/TAGLIO BASSO

La «solitudine degli ebrei» e le nuove forme dell’antisemitismo globale

. Solo pochi giorni fa, in occasione dell’anniversario dell’attacco all’Hyper Cacher della Porte de Vincennes, avvenuto nel gennaio del 2015 a Parigi dopo quello alla redazione di Charlie Hébdo, e che alla matrice jihadista del primo vedeva aggiungersene anche un’altra, esplicitamente antisemita, la rabbina...

CULTURE/TAGLIO MEDIO

Se Hannah Arendt incontra il burocrate dello sterminio

ITALIA. «Quanto è ingenua, lei, Hannah. Si vede che a quello che dice crede davvero. Sarebbe commovente se non fosse che non ha alcun senso. Mi dice che verrà un ‘capitolo nuovo’? (...) Apra gli occhi: non c’è bisogno di aspettare, il tempo non serve. Il mondo gira la faccia dall’altra parte...

CULTURA/APERTURA

Indagine sul volto sociale e cangiante di una minaccia

ITALIA. È quanto mai opportuna l’iniziativa degli Editori Riuniti di promuovere una nuova edizione delle Lezioni sul fascismo di Palmiro Togliatti (Premessa di Paolo Ciofi, Introduzione di Piero Di Siena, Prefazione alla prima edizione di Ernesto Ragionieri, pp. 200, euro 15). Un libro importante, non solo dal punto di vista...

CULTURA/APERTURA

Se il noir indaga l'abisso della storia

GERMANIA. «Berlino ritorna/è la canzone che tutti cantano/e che ancora risuona, bellissima/per tutta Berlino. Tutti conoscevano i versi di quella canzone. Quattro settimane dopo la fine della guerra una giovane attrice di nome Brigitte Mira l’aveva cantata per la prima volta al Kabarett der Komiker. Poco dopo gli Alleati...

CULTURA/TAGLIO BASSO

Quando la «war on terror» assomiglia a una spy story

ITALIA. Già vincitore di due Pulitzer, il primo per una serie di articoli dedicati ai rischi ambientali e sanitari derivanti dagli allevamenti intensivi nella Carolina del Nord, il secondo per l’inchiesta sulla nascita dell’Isis, Bandiere nere, pubblicata anche nel nostro Paese da La nave di Teseo nel 2017 (e già...

COMMUNITY/OPINIONI

Un caposcuola spiazzato dalla 2° Reppubblica

ITALIA. Gli articoli di Giampaolo Pansa hanno raccontato un’epoca della politica italiana che sembra ormai remota. Già consegnata alla storia. Certo, il giornalista scomparso domenica scorsa ha lavorato anche nella fase finale della sua malattia (la tv, un libro su Salvini), ma la sua figura resta legata agli anni della cosiddetta...

CULTURA/INTERVISTA

Per ricordare chiudo gli occhi e rivedo tutto davanti a me

FRANCIA/ITALIA/ROMA. «Un tempo mi commuovevo anche solo leggendo un romanzo rosa, ma dopo Birkenau ho smesso di piangere quasi del tutto». Sorride, un’espressione serena che le illumina il volto, mentre scandisce con calma le parole. Ginette Kolinka ha 95 anni, ma quando racconta la sua storia torna ad essere la ragazza, ne aveva 19...

COMMUNITY/LETTERE

Capirsi e fidarsi, da culture politiche diverse

ITALIA/ROMA. Ricordo la prima volta che vidi, parlai, strinsi la mano a Benedetto. Me lo presentò Stefania, trent’anni fa e più. Lui era seduto a una scrivania, con uno sguardo timido e intelligente. Iniziai a conoscerlo meglio qualche anno dopo. Mi chiedeva pezzi, recensioni, ricordi, ed era sempre difficile dirgli di no. Arrivai...

COMMUNITY/LETTERE

Lo accolsi nel collettivo e per lui la parola giusta è «responsabilità»

ITALIA/ROMA. Benedetto, fui io ad accoglierlo al manifesto, quando ero allora nella direzione. Anche in quel colloquio, come in tanti altri che poi avremmo avuto, fu di poche parole. Non chiedeva un posto, ma la possibilità di essere parte del collettivo. E s’inserì naturalmente, come n’avesse sempre fatto parte, per poi...

COMMENTO

Un’idea già scartata in passato perché troppo rischiosa

IRAN/USA. Trump stesso aveva sempre scartato l’idea di assassinare Soleimani. Come i suoi due predecessori. Sia il repubblicano George W. Bush sia il democratico Barack Obama avevano respinto i consigli di chi spingeva per l’eliminazione mirata dell’uomo forte di Teheran, sostenendo che era un’ottima idea per infliggere un...

CULTURA/APERTURA

L’identità è una lingua libera e sognante

ISRAELE. «Mi innamorai subito del deserto e non capivo perché gli israeliani volessero trasformarlo in un giardino». L’intero significato dell’esperienza descritta da Wlodek Goldkorn in L’asino del Messia (Feltrinelli, pp. 222, euro 16) può essere racchiuso in questa frase, che traduce immediatamente i...

CULTURA/APERTURA

Un interprete del ’900 alle frontiere musicali

ROMANIA. Roman Vlad è stato un uomo di frontiera. Un testimone del secolo passato che ha abitato, percorso, attraversato cento diversi confini: quelli che hanno separato, e separano tutt’ora, paesi, popoli, lingue, musiche, mestieri. Lo ha fatto con il passo pensoso del viandante, ma anche con l’energia instancabile di chi...

CULTURA/APERTURA

Il sarto di Ulm è a Brooklyn

USA. All’inizio sembra un romanzo utopistico, ambientato nel New Jersey nel 2036: seguendo le vicende di un giovane operaio, l’autore ci racconta alcune brutture della società capitalistica e come sarà la futura società socialista, fondata sulla cooperazione invece che sulla competizione,...

CULTURA/APERTURA

Un creatore di mondi sorpreso dalla vita

GB. La battaglia della Somme fu uno dei capitoli più spaventosi della Prima guerra mondiale. Solo nel giorno di debutto dei combattimenti, il 1° luglio del 1916, dei circa centomila soldati britannici che partecipavano all’assalto delle prime linee tedesche, la metà fu ferito e ci furono ventimila morti. Un annuncio...

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it