Risultati per:

  • Autore: PATERLINI PIERGIORGIO
Modifica ricerca

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

Chernobyl, i russi si ritirano e «riconsegnano» il sito

UCRAINA/CHERNOBYL. Elementi della 35a e della 36a Armata e della 76a Divisione d’assalto russa stanno continuando a ritirarsi verso la Bielorussia incalzate dalle truppe ucraine. Queste hanno intensificato i loro attacchi per alleggerire la pressione che stringe d’assedio Kiev approfittando del temporaneo avvicendamento delle truppe in atto. In...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

I misteri di Chernobyl, tra accuse e incertezze

RUSSIA/UCRAINA/CHERNOBYL. La AIEA invierà esperti nelle centrali nucleari ucraine e forniture per garantire la sicurezza all’interno di esse, ma, come previsto, non è stata ancora fatta alcuna concessione alle richieste ucraine di istituire una zona off-limits per un raggio di trenta chilometri attorno ad esse (compresa la centrale di...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

Arriva la missione Aiea. Kiev: «Caschi blu Onu nei siti conquistati dai russi»

UCRAINA/YUZHNOUKRAINSK. Il direttore dell’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica (Aiea), Rafael Mariano Grossi, assieme ad alcuni collaboratori, si è recato nella centrale nucleare di South Ukraine per creare una rete di supporto e assistenza tecnica nelle centrali nucleari ucraine.La missione ha anche lo scopo di appianare le divergenze...

INTERNAZIONALE/APERTURA

«Costretti a fuggire, ma torneremo in Ucraina per ricostruire il Paese»

UCRAINA/MOLDAVIA. La strada che da Yuzhnoukrainsk si dirige verso Chisinau passa attraverso villaggi e città distrutte. Il pullmino che trasporta anche una decina di ucraini stipati sui sedili logori deve spesso abbandonare la carreggiata principale perché ostruita da cavalli di Frisia e mezzi militari, molti dei quali distrutti dai recenti...

SOCIETA/APERTURA

La guerra distrugge le fonti di energia rinnovabile ucraina

UCRAINA/MYKOLAIV. La guerra in Ucraina ha fatto deragliare i piani energetici di molti Paesi europei, ma mentre in Occidente gli impianti di energia rinnovabile rimangono comunque intatti e funzionanti, qui in Ucraina i bombardamenti hanno distrutto almeno la metà delle strutture costruite per ottemperare alla transizione energetica voluta dal...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

Sempre tesi i rapporti dei russi e degli ucraini con l’Aiea

UCRAINA/MYKOLAIV. Perché i rapporti tra le autorità ucraine e l’Aiea sono così tesi? L’Ucraina ha sul suo territorio quattro centrali nucleari in cui operano 15 reattori di fabbricazione russa di tipo VVER. Oltre a queste, dopo l’indipendenza del 1991, Kiev ha ereditato la gestione dell’intera area contaminata...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

A Mykolaiv circondata, tra bombe e sirene, si ride

UCRAINA/MYKOLAIV. La città di Mykolaiv sul Mar Nero, a un centinaio di chilometri a sud della centrale South Ucraine, è un punto strategico per l’avanzata russa verso nord, resiste ancora ai bombardamenti russi, alla fame e al freddo. Nonostante sia circondata quasi interamente, ieri sono arrivati gli aiuti provenienti da vari Paesi:...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

L’Ucraina cambia fornitore nucleare, da Rosatum a Westinghouse

UCRAINA/KHMELNYTSKYI. La centrale nucleare di Khmelnytskyi, 300 chilometri ad est di Kiev, è stata oggetto di un’ispezione dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica nelle giornate dell’11 e del 12 marzo per verificare che nel sito non fosse detenuto materiale nucleare non regolarmente dichiarato, che non vengano manomessi...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

Essere russi o ucraini, l’atroce dilemma

UCRAINA/YUZHNOUKRAINSK. «Tutti pensano che la Rus’ sia nata a Kiev. Invece è nata qui, a Yuzhnoukrainsk». Dalla roccia del Pivdennyi Bug, Nazar mi indica una mulattiera acciottolata quasi interamente coperta dalla neve: «È lungo quel sentiero che, secondo la Saga degli Ynglingar di Snorri Sturluson, gli dèi norreni si...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

Centrale di Yuzhnoukrainsk, nel bunker antiaereo e antinucleare

UCRAINA/YUZHNOUKRAINSK. Sono quasi le sette di sera e tra pochi minuti entrerà in vigore il coprifuoco che resterà attivo sino alle sei del mattino. Gli ultimi pedoni si affrettano a rientrare nelle loro case con i vetri oscurati per evitare di diventare obiettivo dei bombardamenti.DURANTE LA NOTTE MOLTI abitanti si rifugiano nella chiesa degli...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

L’Aiea smentisce l’allarme del governo ucraino per Chernobyl

UCRAINA/YUZHNOUKRAINSK. Nonostante il tanto temuto attacco russo non sia ancora stato sferrato e le notizie di movimenti diplomatici lascino aperti spiragli di speranza, ieri è arrivato l’ordine di mobilitazione generale per i coscritti e i riservisti dai 18 ai 60 anni nella zona di Yuzhnoukrainsk. Per molti è il segnale atteso da giorni:...

INTERNAZIONALE/APERTURA

La città della centrale nucleare tra molotov e festa delle donne

UCRAINA/YUZHNOUKRAINSK. La Festa della Donna è sempre stata una commemorazione particolarmente sentita nei Paesi ex sovietici. L’8 marzo 1917 (che in realtà in Russia era il 23 febbraio a causa del calendario giuliano usato allora), sulla Prospettiva Nevsky sfilarono migliaia di manifestanti, la maggior parte donne, che chiedevano pane e cibo...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

Yuzhnoukrainsk, «pronti a difendere la centrale»

UCRAINA/YUZHNOUKRAINSK. Luba guarda senza espressione il televisore che manda le immagini di Zelensky il quale chiede al popolo ucraino di uscire dalle proprie case e fronteggiare il nemico (la parola utilizzata è «diavolo») per respingerlo dalle città. Viene anche riferito che sarebbero già tremila i volontari stranieri...

INTERNAZIONALE/APERTURA

Inizia la difesa della seconda centrale nucleare ucraina

UCRAINA/YUZHNOUKRAINSK. Le truppe russe si stanno avvicinando alla seconda centrale nucleare, quella di South Ukraine, nei pressi di Yuzhnoukrainsk, nella parte sud-occidentale del Paese. Le prime colonne sono a circa 30 chilometri dalla centrale e l’esercito ucraino, aiutato dalle milizie, si sta preparando alla difesa del sito. Se anche questo dovesse...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

Violenti scontri nell’area contaminata. E l’esercito russo occupa la centrale

RUSSIA/UCRAINA/CHERNOBYL. L’esercito russo ha occupato la centrale nucleare di Chernobyl e ha assunto il controllo di tutti i 2.600 km dell’Area di evacuazione. La situazione sembra ora si sia stabilizzata, ma prima di evacuare gli ultimi stranieri presenti nella zona, ai dipendenti sono stati consegnati dei caschi militari.Secondo quanto riferito...

INTERNAZIONALE/APERTURA

Chernobyl diventerebbe il rifugio più «sicuro»

UCRAINA/CHERNOBYL. Il governo ucraino guarda con preoccupazione l’ammassamento di truppe russe al confine bielorusso, in particolare nelle cittadine di Recika e di Zyabrovkae. Lo scorso 4 febbraio, alla presenza del ministro della difesa Oleksiy Reznikov, la stampa internazionale è stata invitata ad osservare addestramenti di truppe di Kiev...

COMMENTO

Nel Draghistan il lavoro resta un miraggio

ITALIA. Come si sta nel Draghistan? Dopo un’incruenta presa del potere e dopo mesi in cui il governo ha veleggiato con consenso pressoché generalizzato, sta arrivando per molti «l’inverno del nostro scontento». È vero che ci sono ancora talebani a presidio dei suoi organi di stampa.Giornali che inneggiano...

COMMENTO

Un fallimento non solo militare ma degli aiuti

AFGHANISTAN/KABUL. I commenti sull’evoluzione del conflitto afghano sono stati per lo più incentrati sugli aspetti politico-militari, trascurando l’importanza del ruolo giocato dai fattori economici e dagli aiuti internazionali. Se i Talebani hanno ripreso il potere e se l’esercito e lo Stato afghano si sono dissolti di fronte alla...

COMMUNITY/COMMENTO

Cento anni dopo, una storia che non è mai finita

ITALIA. La ricorrenza dei cento anni dalla fondazione del Partito comunista italiano è stata un’occasione rivelatrice, va detto, per come in tanti hanno in realtà celebrato la fine, non l’inizio, di quel partito (il 3 febbraio saranno 30 anni). Con quel senso che è un misto di sollievo e ricordo di...

INTERNAZIONALE/TAGLIO MEDIO

Morto Duch, unico khmer ad ammettere le sue colpe

CAMBOGIA/PHNOM PENH. La morte di Kang Kek Iew avvenuta nell’ospedale dell’Amicizia sovietica-cambogiana di Phnom Penh, non può non lasciare un senso di amarezza per tutti coloro che hanno seguito da vicino le vicende dei Khmer Rossi e di Kampuchea Democratica e chi lo ha conosciuto di persona. Soprannominato «Duch», Kang Kek Iew...

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it