Risultati per:

  • Autore: CRISTINA PICCINO
Modifica ricerca

VISIONI/APERTURA

Il mercato russo riscopre l’utilizzo della pirateria

RUSSIA. Dopo oltre tre mesi dall’aggressione della Russia contro l’Ucraina, cosa dicono i dati del boicottaggio sul mercato cinematografico russo? Secondo quanto riportato da «Variety» le sale cinematografiche in Russia avrebbero risposto al boicottaggio delle major hollywoodiane - e non solo - con una circolazione pirata...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

La scuola vista da Harlan e da Comencini

ITALIA. A pochi giorni dallo sciopero della scuola contro i tagli e i molti dissesti (adeguamento contratti, investimenti) che ne bloccano la crescita - passato sotto silenzio mediatico - la puntata di Fuori orario di domenica 5 giugno (Raitre dalle 02.10) propone una serie di immagini che raccontano la scuola italiana, e attraverso questa la...

VISIONI/INTERVISTA

Voglio raccontare gli esclusi guardando negli occhi la storia

ETIOPIA/USA. Etiope di nascita, figlio di un drammaturgo e storico, in America - vive a Washington - dagli anni degli studi alla Ucla di Los Angeles dove è tra i protagonisti di quella L.A. Rebellion di registi che è accanto alle rivolte nere nei ghetti e che nel documentarle afferma un immaginario radicale, Haile Gerima esprime nel suo...

VISIONI/APERTURA

Insieme all’ombra del frutteto cogliendo idee per un’altra vita

FRANCIA/CANNES. È raro trovare in un film, specie se un'opera prima, un equilibrio di messinscena e insieme una libertà del gesto di filmare, dei corpi, dei sentimenti capace di accendere emozioni e di sorprendere lo sguardo, specie in un festival che ha prodotto poche epifanie quale è stato quello di Cannes 75. Accade in Under the...

VISIONI/COMMENTO

Il piacere del cinema soffocato tra realtà e farsa

FRANCIA/CANNES. Il Festival è finito, sulla Croisette e nelle strade dello shopping i festivalieri che avevano iniziato a impacchettare le valigie già qualche giorno fa hanno lasciato il passo alla folla vacanziera più numerosa del solito complice un lungo ponte in Francia e l’estate esplosa al suo massimo fuori stagione. Che...

VISIONI/TAGLIO BASSO

Fuori dai legami di sangue, Kore-eda indaga sulla famiglia «disfunzionale»

FRANCIA/CANNES. Una giovane donna nella notte lascia un bimbo davanti alla porta di una chiesa, la piccola insegna che indica «baby box» - una scatola dei bambini versione attualizzata della Ruota degli esposti – ci dice che si tratta di un centro di accoglienza per neonati che le mamme non possono tenere con sé, e dove hanno la...

VISIONI/APERTURA

Trame di sguardi sul cinema contemporaneo alla Quinzaine

FRANCIA/CANNES. Aperta dal bel film di Pietro Marcello, L'envol e chiusa dalla commedia un po' poliziesca Le parfum vert di Nicolas Pariser (già autore di Alice e il sindaco), la Quinzaine des Realisateurs ha attraversato nei dieci giorni di programmazione molti luoghi del cinema prediligendo quelli un po' più eccentrici e meno prevedibili...

VISIONI/INTERVISTA

Maksym Nakonechnyl: «In Ucraina è in atto un processo di decolonizzazione»

FRANCIA/CANNES. Maksym Nakonechnyi ha trentuno anni, alto, magrissimo, la voce delicata, un look molto contemporaneo, i tatuaggi disseminati qua e là – anche sulle dita delle mani come Robert Mitchum in La morte corre sul fiume, ma invece di «Love»/«Haine» c'è scritto «Techno»/«Rave»....

VISIONI/APERTURA

Cercando un paradiso altrove ai bordi dell’autofinzione

FRANCIA/CANNES. Croisette ultimo giorno. Aspettando domani la Palma d'oro e gli altri premi che consegnerà la giuria del presidente Vincent Lindon, il festival comincia a svuotarsi, si è chiuso il Marché del film, via gli stand e i moltissimi professionisti del settore che hanno riempito nuovamente questi giorni la cittadina della...

VISIONI/INTERVISTA

Loznitsa: «La storia insegna ma compiamo gli stessi errori, bisogna studiare la distruzione»

FRANCIA/CANNES. Il film lo aveva già in mente da qualche anno, poi c'erano state delle difficoltà produttive - «alcune istituzioni mi dicevano, "ma perché vuoi farlo?" sono passati ottant'anni dalla seconda guerra mondiale, sappiamo già tutto quanto» dice Sergei Loznitsa. E così mentre The Natural History of...

VISIONI/APERTURA

Eros e humor, contro i ruoli c’è la liberazione gay di «Fogo-fatuo»

FRANCIA/CANNES. Era già tra i titoli più attesi almeno da tutti coloro che amano un cinema libero e ancora capace di essere irriverente, e la proiezione ieri nella sala della Quinzaine des Realisateurs, sold out da giorni, è stata esplosiva. Sul palco sale insieme agli attori e alla crew João Pedro Rodrigues, il regista di O...

VISIONI/TAGLIO BASSO

Persi in Nicaragua nel vortice dei corpi, il desiderio che allontana di Claire Denis

FRANCIA/CANNES. È sulla Croisette che Claire Denis ha iniziato il suo cammino di regista, in concorso con l'opera prima Chocolat ispirata al proprio vissuto di ragazzina francese cresciuta in Africa, in Cameroun - una memoria che diventerà segno della sua poetica di immaginario. Era il 1988, da allora ci tornerà diverse volte - con...

VISIONI/APERTURA

Un crocevia di vite parallelenei vicoli della Napoli del cuore

FRANCIA/CANNES. Un ritorno. È questo il movimento intorno al quale Mario Martone costruisce il suo nuovo film, unico titolo italiano in concorso - e in sala da oggi - rivolgendosi a Ermanno Rea e al suo ultimo romanzo di cui il film conserva il titolo, Nostalgia (Feltrinelli) anch'esso un ritorno dello scrittore napoletano nella propria...

VISIONI/TAGLIO BASSO

Nell’Occidente senza punti di fuga «Tori e Lokita» corrono per esistere

FRANCIA/CANNES. Tori e Lokita sono due ragazzini africani arrivati in Belgio coi trafficanti, si presentano come fratello e sorella, e di fatto lo sono perché il loro è un legame nato nel «viaggio» che li ha portati in Europa durante il quale si sono sempre aiutati e sostenuti per non essere sopraffatti. Ma le leggi e la...

VISIONI/TAGLIO BASSO

Il teatro e il mestiere dell’attore, gli anni ottanta di Valeria Bruni Tedeschi

FRANCIA/CANNES. Nell'autofinzione che attraversa molto cinema francese – lo mostrano gli autori visti qui questi giorni, da Desplechin a Mia Hansen-Love – quella di Valeria Bruni Tedeschi riesce a sempre a sorprendere, e soprattutto a farsi esperienza condivisa grazie a un punto di vista rispetto alla propria personalissima materia –...

VISIONI/INTERVISTA

Quando l’aria sa di libertà, in cerca di futuro verso Ovest

FRANCIA/CANNES. Quando è iniziata l’invasione russa in Ucraina, il 24 febbraio, Dmytro Sukholytkyy-Sobchhuk stava lavorando alla post-produzione di Pamfir, il suo film d’esordio presentato alla Quinzaine des Realisateurs. Pochi giorni dopo, mentre appena fuori da Kyiv le incursioni delle truppe speciali russe si moltiplicavano insieme...

VISIONI/APERTURA

Frammenti di Cile, il presente e le ferite di una dittatura

CILE/FRANCIA/CANNES. C’è qualcosa di sorprendente nel modo in cui a ogni nuovo capitolo della storia del Cile Patricio Guzmán ne riesce a mettere a fuoco il presente a partire da quel trauma che ha segnato il Paese e il suo vissuto, e che è divenuto il centro intorno al quale lavora la sua poetica di cineasta: il golpe dei militari,...

VISIONI/APERTURA

«Frère et sœur», segrete geometrie d’odio famigliare

FRANCIA/CANNES. Alice e Louis si odiano. Sono sorella e fratello ma lo stesso spazio sia esso famigliare che pubblico o amicale non è possibile per entrambi, l'una esclude l'altro e viceversa. La ragione non c'è, non è evidente, non si tratta sicuramente di questioni di eredità o simili, eppure quest'odio è tenace,...

VISIONI/APERTURA

«Mariupolis 2», le immagini quotidiane di un’assurda guerra

FRANCIA/CANNES. Per fortuna è una bella giornata dice una donna all'altra scrutando il cielo azzurro terso, una frase «ordinaria» che all'improvviso suona strana tra quelle strade deserte piene di macerie, devastazione, dove le porte delle case si aprono lasciando cadere fuori i corpi senza vita dei loro abitanti mentre un cane che...

VISIONI/APERTURA

Antonina, sola nella Russia uguale a se stessa

FRANCIA/CANNES. Le informazioni su Antonina Miliukova non sono molte, sempre connesse al suo famoso marito, Pyotr Ilyich Tchaikovsky e al tremendo matrimonio che li ha uniti. Di lei le biografie riportano l'infanzia infelice, figlia più piccola che la madre tenne con sé dopo la separazione, famiglia di nobili ma poveri, cresciuta tra le...

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it