Risultati per:

  • Autore: PAOLO VOLPONI
Modifica ricerca

COMMUNITY/COMMENTO

Tre vie maestre per scongiurare il collasso ecologico

ITALIA. Hanno ragione Guido Viale e Tonino Perna. Non c’è logica razionale che giustifichi le scelte delle imprese che operano nel girone infernale del “libero mercato”. Ho calcolato più volte che un elettrodomestico che duri più a lungo (circostanza del tutto realizzabile) farebbe bene ai lavoratori (meno...

POLITICA/COMMENTO

Sinistra italiana non basta più. Serve un campo largo

ITALIA. Insieme a iscritt* dirigent* e simpatizzanti di Sinistra Italiana consideriamo esaurito questo percorso, che appare inadeguato a rispondere alla sfida di costruzione di un soggetto radicale, unitario, ecologista, e di sinistra.Anche il dibattito che si è aperto sul manifesto dopo le amministrative conferma...

CULTURA/TAGLIO MEDIO

Don Gallo, il «fuori scena» di un uomo giusto

ITALIA/GENOVA. «Finché il mattino crescerà da poterlo raccogliere, fratello di garofani e delle ragazze, padrone di quella corda marcia d’acqua e sale che ci lega e ci porta ‘nte ‘na creuza de mä». Proprio in quel viottolo, in quella stradina, vicolo umido odoroso, creuza impregnata di sale marino,...

PRIMA/COMMENTO

Torna Berlusconi nella palude del mercato politico

ITALIA/ROMA. «Vede, io ho tantissimi amici. Ho qualche amico vecchio, che mi porto dietro dal passato; e ho molti amici nuovi, che hanno stima di me. Con tutti loro parlo di tantissime cose, le più diverse tra loro». (Dell’Utri, Corriere della Sera 15 Novembre). In un romanzo di Sciascia, dell’ormai lontanissimo 1961, il...

CULTURA/APERTURA

Quel «senso» che scardina la retorica dell’efficacia

ITALIA. Chi cerca instancabilmente un orientamento che consenta di attraversare il caos contemporaneo, farebbe bene a fermarsi e a calibrare i propri strumenti di navigazione. Al confine tra il microcosmo degli affetti quotidiani e il macrocosmo della situazione planetaria (politica ed ecologica) troviamo un luogo che la nostra consapevolezza...

COMMUNITY/COMMENTO

La questione del riformismo introvabile

ITALIA. In una breve intervista rilasciata il 28 ottobre all’ Huffington Post, il deputato di Italia Viva Davide Faraone usa i termini riformismo/riformista ben 11 volte. Naturalmente definisce come i più coerenti riformisti i militanti dell’Italia Viva di Renzi, ma considera riformisti anche Carfagna, Lupi e tutti i moderati...

INTERNAZIONALE/COMMENTO

Ong palestinesi«terroriste», Israeleci ripensi subito

ISRAELE/TERRITORI/ITALIA. La settimana scorsa il ministro della Difesa israeliano, Benny Gantz, ha designato senza coordinarsi con il gabinetto di sicurezza israeliano 6 organizzazioni della società civile palestinese come «organizzazioni terroristiche» ai sensi della legge antiterrorismo nazionale israeliana (2016). Le organizzazioni designate...

COMMENTO

Nella placenta del capitale totale

ITALIA. Sulla consapevolezza che noi tutti abbiamo del nostro presente circola da tempo una storiella folgorante che mi piace spesso citare. La storiella narra di due giovani pesci che nuotano sereni e spensierati.A un certo punto incontrano un pesce più anziano proveniente dalla direzione opposta. Questo fa un cenno di saluto e dice:...

CULTURA/APERTURA

Leggere oggi Marx, tra analisi, storia e concetti-chiave

ITALIA. Definire in che cosa consistano i «saperi non economici» de Il capitale di Marx, è questione strettamente legata all’oggetto dell’Opera, al modo in cui vi si articola l’analisi del capitalismo, un termine che non appare nel testo e la cui determinazione trascende la componente...

ULTIMA/APERTURA

Paulo Freire un alfabeto di speranza

BRASILE. In occasione del centenario dalla nascita di Paulo Freire (Recife, 1921 – São Paulo, 1997), nonostante le iniziative che si moltiplichino a livello mondiale, o forse proprio in ragione di esse, lo sport preferito della famiglia Bolsonaro sembra essere insultare la memoria dell’educatore brasiliano, sfoggiando...

COMMENTO

La memoria usata come politica contro la storia

ITALIA. «La prima pattuglia russa giunse in vista del campo verso il mezzogiorno del 27 gennaio 1945. (…). Erano quattro giovani soldati a cavallo, che procedevano guardinghi, coi mitragliatori imbracciati, lungo la strada che limitava il campo».«Quando giunsero ai reticolati, sostarono a guardare, scambiandosi parole...

COMMENTO

La guerra della memoria contro la storia

ITALIA. «La prima pattuglia russa giunse in vista del campo verso il mezzogiorno del 27 gennaio 1945. (…) Erano quattro giovani soldati a cavallo, che procedevano guardinghi...».«Coi mitragliatori imbracciati, lungo la strada che limitava il campo. Quando giunsero ai reticolati, sostarono a guardare, scambiandosi parole...

COMMUNITY/OPINIONI

Cari guerrafondai, imparate e chiedete scusa

AFGHANISTAN. Guerrafondai impenitenti. Voi tutti che avete riempito pagine di giornali e schermi delle tv per giustificare le guerre “giuste”, i bombardamenti “mirati”, le invasioni “liberatrici” potreste, almeno in questo momento, avere il pudore di risparmiarci questo spettacolo indecoroso di ipocrisia per le...

COMMUNITY/COMMENTO

I riformisti fasulli nella cruna della questione fiscale

ITALIA. «Il riformismo ha presidiato politicamente e culturalmente la zona rossa» di Genova vent’anni fa, e per questo ha un «conto apertissimo» con quella vicenda e i suoi più generali e profondi significati. Un’affermazione di Nichi Vendola (Huffington post, 20 luglio) del tutto...

CULTURA/TAGLIO BASSO

Linda Bimbi, un’educatrice controvento

BRASILE. Soffia il vento dell’inganno, della frode, della iniquità, dell’avarizia contro il povero afflitto. L’empio insidia il povero nel suo nascondiglio come «il leone nella sua spelonca, lo insidia per predarlo, egli preda il povero, traendolo nella sua rete». Il povero afflitto, l’orfano,...

CULTURA/TAGLIO BASSO

Il volto della solitudine nei condomini di lusso di Rio de Janeiro

BRASILE/RIO DE JANEIRO. Essa gente, letteralmente Quella Gente (Feltrinelli, pp. 142, euro 15), in portoghese-brasiliano può significare anche «certa gente» in senso moralista e dispregiativo: coloro che trasgrediscono il buon senso. La classe media brasiliana utilizza espressioni come questa per proteggere il bon ton di uno status da...

COMMENTO

Perché sono le due facce della stessa medaglia

ITALIA/NAPOLI. Neanche a farlo apposta, il disastro in Germania è giunto il giorno dopo che il vicepresidente della Commissione Ue, responsabile per il clima, Timmermans, aveva presentato al Consiglio e al Parlamento le sue proposte. Insufficienti (per gli scienziati del clima) a contrastare il riscaldamento globale. Si tratta del pacchetto di...

COMMUNITY/COMMENTO

Il picchetto e la dignità

ITALIA/BIANDRATE (NOVARA). Adil Belakhdim, lavoratore sindacalizzato, è stato ucciso giovedì mattina a Novara mentre partecipava ad una delle forme di lotta più antiche nella tradizione dell’unionismo operaio: il picchettaggio. Il suo uccisore era mosso dalla logica stringente della trasformazione del tempo in denaro, che nel caso di...

COMMUNITY/COMMENTO

Memoria dei politici e storia degli studiosi

ITALIA. La storia degli studiosi professionali ha sempre avuto un rapporto difficile con la coscienza storica dei popoli e degli stati. Eppure, il sapere derivato da riflessione epistemologica e da connessa strumentazione metodologica, rimane l’unico riferimento serio di cui disponiamo per ragionare politicamente sulla base delle...

COMMUNITY/COMMENTO

Propaganda, antipropaganda, contropropaganda

ITALIA. La proposta del segretario del Partito Democratico sta facendo il giro dei media. Enrico Letta ha pubblicamente dichiarato di voler costituire una dote per i giovani di diciotto anni e che questa offerta, o disegno economico, sia funzionale a due principi: il primo sarebbe quello di sostenere i giovani, a cui – secondo le sue parole...

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it