Risultati per:

  • Autore: CRISTINA PICCINO
Modifica ricerca

VISIONI/INTERVISTA

La mia «Rimini» d’inverno è una canzone di Richie Bravo

AUSTRIA. Presentato in concorso alla scorsa Berlinale, Rimini il nuovo film di Ulrich Seidl arriva in sala domani, nel frattempo il regista austriaco ha già girato Sparta che dovrebbe esserne il secondo capitolo, al centro del quale troviamo il fratello minore del protagonista di Rimini, Richie Bravo (interpretato da Michael Thomas, che era...

VISIONI/TAGLIO BASSO

Cinquant’anni dopo l’Academy chiede scusa a Sacheen Littlefeather

USA/HOLLYWOOD. 1973, Marlon Brando vince l'Oscar per Il padrino. L'attore però non si presenta alla cerimonia degli Academy Awards, al suo posto sul palco sale Sacheen Littlefeathe, una giovane attrice e militante nativa americana di origine apache e yaqui. È lei a spiegare all'industria hollywoodiana lì «fieramente»...

VISIONI/APERTURA

Traiettorie divergenti alla affamata ricerca di storie

SVIZZERA/LOCARNO. Il festival si è chiuso, e come sempre la domanda che rimbalza è: che festival è stato questo numero 75 dichiarato nelle intenzioni della direzione artistica di Giona A.Nazzaro e degli organizzatori come quello del rilancio e del rinnovamento verso un cinema del futuro? Nella cittadina che appare sonnacchiosa tra...

VISIONI/APERTURA

La profondità di un incontro sulla superficie dell’immagine

SVIZZERA/LOCARNO. Il festival sta finendo, domani verranno annunciati i premi di questa 75a edizione speciale anche per il budget – aumentato secondo quanto si legge sul sito di Rsi News a 17,5 milioni di franchi di cui il 45% arriva da fondi pubblici – a sottolineare oltre alla festa per un anniversario importante il desiderio di rilanciare la...

VISIONI/INTERVISTA

Anderson: «Di fronte al baratro credo ancora nel senso dell’arte»

SVIZZERA/LOCARNO. Al mattino le strade di Locarno sono ancora poco frequentate. Il festival dorme reduce da qualche party, sporadici sportivi fanno jogging lungo il lago mentre il mercatino ha già issato le sue bancarelle con oggetti (anche molto belli) di artigianato e prodotti alla lavanda che aiutano a dormire meglio. L'appuntamento è al...

VISIONI/APERTURA

Segreti e fantasmi nella giungla sospesa di un vigile di campagna

SVIZZERA/LOCARNO. La storia inizia con una lite, di quelle banali tra vicini - che la cronaca ci insegna possono sempre finire male - per un giardino incolto che somiglia a una giungla, tanto fitto che il sole non ci entra e nemmeno le luci delle altre case pure se siamo in pieno centro cittadino. Solo che il proprietario accusato dal vicino di non...

VISIONI/APERTURA

La scommessa nel futuro del cinema

SVIZZERA/LOCARNO. La Piazza la sera è di nuovo affollata come le strade cittadine di sole bollente - a dispetto di una meteo annunciata capricciosa che faceva temere l'organizzazione: il festival di Locarno compie 75 anni, un'occasione celebrata raccontandone le storie e con tra gli ospiti le persone che vi hanno lavorato nel tempo, ma soprattutto...

VISIONI/APERTURA

Fid Marseille, un festival alla ricerca di sè stesso

FRANCIA/MARSIGLIA. Fid Marseille anno zero. O anno uno? Chissà. Di fatto nella proposta il festival francese che ha chiuso qualche giorno fa la sua 33a edizione, la prima senza il suo storico direttore Jean-Pierre Rehm che ha lasciato agli inizi dell’anno, poco è cambiato: stesse scelte «editoriali» con un cinema che si pone...

VISIONI/APERTURA

Arrestato Jafar Panahi in Iran, un attacco feroce alla libertà d’espressione

IRAN/TEHRAN. La notizia ieri è rimbalzata subito in tutto il mondo: Jafar Panahi è stato arrestato a Tehran a soli due giorni di distanza dall'arresto di Mohammad Rasoulof e di Mostafa Al-Ahmad – a favore dei quali Panahi aveva espresso il suo sostegno sui social. In un suo post del 10 luglio si legge: «All'alba dell'8 luglio...

VISIONI/TAGLIO BASSO

Arrestato il regista iraniano Rasoulof per la richiesta di fermare la violenza

IRAN. Mohamed Rasoulof, il regista di Il male non esiste Orso d'oro alla Berlinale nel 2020 è stato arrestato venerdì in Iran insieme a un amico, Mostafa Al-Ahmad, anche lui cineasta per avere lanciato via social network un appello contro le violenze della polizia di questi ultimi mesi. Con l'hashtag #put­_your_gun_down_(metti...

VISIONI/APERTURA

Locarno 75, una selezione che scommette sul futuro tra opere prime e indipendenti

SVIZZERA/LOCARNO. Locarno 75, che nelle dichiarazioni di intenti della direzione (di Giona A. Nazzaro) viene definito una sorta di «Anno Uno» rivolto al futuro, un’edizione cioè di vera ripartenza dopo quella dello scorso anno ancora condizionata - per incroci di calendario e per restrizioni legate ai contagi - dalla pandemia....

VISIONI/TAGLIO MEDIO

Walter Hill, il set è il momento più divertente

ITALIA/BOLOGNA. Lezione di cinema con Walter Hill. Il regista dopo la proiezione di I guerrieri della notte (1979) in Piazza Maggiore - nell’anteprima del festival - è tornato al Cinema ritrovato per presentare il nuovo restauro di Driver l’imprendibile (1978), e per una conversazione col pubblico (molto folto) condotta da Mauro...

VISIONI/APERTURA

Hugo Fregonese, le immagini inquiete di un «vagabondo»

ITALIA/BOLOGNA. Ha proprio ragione John Landis a dire che l'esperienza di un film in sala col pubblico è diversa, anzi è speciale – il suo The Blues Brothers chiuderà il Cinema ritrovato con la proiezione in Piazza Maggiore domenica. Non è semplice retorica né questione di nostalgia (vintage) o di sala vs....

VISIONI/TAGLIO BASSO

John Landis: «Dobbiamo riabituarci a vedere i film nelle sale»

ITALIA/BOLOGNA. John Landis ha sempre magnifiche camicie, un sorriso irresistibile e una passione divertita quando parla di cinema che non è mai scontata. Il regista di The Blues Brothers (1980) – che chiuderà nella versione «extended» il festival in Piazza Maggiore il 3 luglio, i cui protagonisti intanto hanno...

VISIONI/APERTURA

Una memoria delle immagini che abita divieti e trasgressioni

ITALIA/BOLOGNA. C'è l'afa di una domenica di giugno troppo calda persino per Bologna città di giovani, bici e piccoli portoni abitatissimi nel centro, dei giardini dove leggere o studiare e delle fughe sui colli per sentire il vento. Nel cortile con schermo della Cineteca si mescolano le lingue tra gli ospiti di ogni generazione che...

VISIONI/APERTURA

Il cinema rivelato nell’«acquario» di Enrico Ghezzi

ITALIA. Il titolo "L’acquario di quello che manca" rimanda al libro di Enrico Ghezzi da poco uscito per la Nave di Teseo (a cura di Aura Ghezzi e Alberto Pezzotta con un’introduzione di Elisabetta Sgarbi e Aura Ghezzi), una raccolta di scritti, articoli, poesie, ricordi, lettere private, riflessioni, alcuni editi altri inediti che...

VISIONI/INTERVISTA

«Broke House», il linguaggio della scena nel tempo presente

ITALIA/VENEZIA. Big Art Group nasce nel 1999 da un incontro, quello tra Caden Manson e Jemma Nelson a New York dove erano approdati dal Texas - Caden - e dalla California - Jemma - seguendo itinerari diversi - Manson a diciotto anni aveva lasciato Robstown per studiare all’università di Austin, la capitale della scena più indipendente...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

Il cinema di Bellocchio nel paesaggio famigliare

ITALIA/ROMA. C’è un tempo quasi sospeso nelle caldi estati lungo il Trebbia, a Bobbio, la campagna vicino a Piacenza. Forse perché risucchiato nel rito di una provincia rassicurante da cui lasciarsi cullare, come nelle acque fresche del fiume dove i ragazzi e le ragazze si tuffano, gridano, giocano, guardano i loro corpi crescere...

VISIONI/APERTURA

Il rimbombo della «Memoria» è un suono silenzioso nella testa

THAILANDIA . Jessica è una «straniera», di passaggio a Bogotà per regolare una serie di questioni dopo la morte del marito, la lingua del posto, l’atmosfera, il flusso delle giornate pure famigliari le appaiono all’improvviso «nuovi». In testa le risuona un’eco, non sono però le parole...

VISIONI/APERTURA

Lo «scandaloso» bacio tra donne nella galassia

USA. Lightyear - La vera storia di Buzz, il nuovo film della Pixar in sala da oggi è già al centro di una tempesta censoria in molti luoghi del mondo. Cosa è che infastidisce tanto nel racconto che svela le origini dell’astronauta buonissimo - e con una grande mascella - tra i personaggi più amati, paladino...

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it