Risultati per:

  • Autore: ANDREA PENNA
Modifica ricerca

VISIONI/APERTURA

Addio Jessye Norman una diva all’opera dalla voce incantatrice

USA/NEW YORK. Anche chi non conosce il suo nome ricorda forse il momento di consacrazione del soprano americano Jessye Norman, morta il 30 settembre a New York, a seguito di un grave problema alla spina dorsale. Il 14 luglio del 1989, bicentenario della Rivoluzione Francese, con un gesto oggi difficilmente ripetibile, l’americana Jessye Norman...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

«Luci mie traditrici» voci rosso sangue per Sciarrino

ITALIA/VENEZIA. Il bagaglio dell’ospite, la rosa, il contenuto della tazzina versato dalla duchessa, i volumi nelle librerie, i lampi di luce notturna: sono tante le tracce rosso sangue nella regia di Valentino Villa per Luci mie traditrici di Salvatore Sciarrino, opera del 1998 alla sua prima veneziana. Nell’allestimento di Villa al Teatro...

VISIONI/APERTURA

Le suggestioni dell’«altro Farinelli»

AUSTRIA/INNSBRUCK. Per secoli il suo nome è stato dimenticato, solo qualche cenno in relazione al suo celebre fratello, Carlo Broschi, cantante castrato acclamato dal pubblico di tutt’Europa, sovrani compresi, con il nome di Farinelli. In verità la parabola artistica e la vicenda biografica di Riccardo Broschi, fratello maggiore (1689 -...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

«Oedipe», il riscatto dell’uomo contro il destino

AUSTRIA/SALISBURGO. Inizia già fuori dalla Felsenreitschule lo spettacolo immaginato da Achim Freyer per la prima volta di Oedipe di Enescu al festival di Salisburgo. All’ingresso un profetico nastro rosso benda gli occhi delle statue sotto cui sfila il pubblico, accolto accanto alla porta d’entrata anche da una torreggiante opera plastica...

POLITICA/TAGLIO BASSO

Carola come Antigone? Fedriga si arrabbia e diserta il Mittelfest

ITALIA/CIVIDALE . La notizia non presenta tratti particolarmente nuovi: accade di frequente che il politico di turno, raggiunto col voto popolare un alto scranno istituzionale della comunità, cittadina, nazionale o regionale che sia, si senta in dovere di tuonare contro l’uso politico dell’arte sovvenzionata con i fondi pubblici,...

VISIONI/APERTURA

La riflessione politica irrompe nell’opera contemporanea

ITALIA. Mentre l’Europa politica boccheggia, a poche settimane di distanza due creazioni riflettono in due diversi festival europei su temi politici cruciali, pur con intenzioni diverse. Si ispira a una consolidata tradizione di teatro civile Z di Minas Borboudakis, compositore greco di formazione tedesca, che ha diretto alla Reithalle per...

VISIONI/TAGLIO BASSO

Quelle storie d’amore con eccessi e sfrontatezza

ITALIA/USA/NEW YORK. Alla scomparsa dell’uomo ci si rende conto che la leggenda ha guadagnato da tempo vita propria, sui palcoscenici americani come su quelli europei. Nel prossimo autunno il Metropolitan di New York porta in cartellone due allestimenti simbolo dell’arte di Zeffirelli nella regia d’opera: La Bohème, forse il titolo...

VISIONI/INTERVISTA

«L’arte non deve farsi travolgere dalle tecnologie online»

. Lisa Batiashvili, violinista tedesco-georgiana fra le più brillanti della scena internazionale, ha viaggiato con l’Accademia di Santa Cecilia e Antonio Pappano in una tournée che dal Lussemburgo li ha portati a Londra, passando per Vienna, Praga e Dresda. Doppio programma, Sesta sinfonia di Mahler fiammeggiante che a...

VISIONI/INTERVISTA

La classica rinasce ma il pubblico di domani rischia di sparire

ITALIA/BOLOGNA. Tenacia e sorriso sono il marchio di fabbrica di Gaston Fournier-Facio, da poco scelto come consulente artistico dell’Orchestra Mozart, che in questi giorni suona a Bologna (Teatro Manzoni, oggi e domani alle 17, Mozart, Beethoven, Schubert e Mendelssonn, Haitink sul podio ). Di origine costaricense, organizzatore musicale e...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

Didone e Enea «ricordati» in un futuro distopico

FRANCIA/LIONE. «Vite e destini» era il tema del festival dell’Opera di Lyon 2019, sviluppato calcando l’accento sul rapporto fra storico e contemporaneo, soprattutto per le produzioni principali, Charodeika (la Maliarda) di Caikovskij, alla prima esecuzione in Francia, e Didon et Enée Remembered, creazione di teatro...

VISIONI/APERTURA

Una fatale forza del destino nei tempi folli della Brexit

GB/LONDRA. «Urna fatale del mio destino / va’ t’allontana, mi tenti invano» recita nel terzo atto una delle arie più note della Forza del destino di Verdi. Difficile ascoltare a Londra un titolo operistico più evocativo di questo a una settimana dal 29 marzo, data ufficiale per la Brexit posticipata poi in...

VISIONI/APERTURA

Caino eroe buono di Scarlatti, uno scacco mosso alla vita

FRANCIA/PARIGI. Anche se in Francia Romeo Castellucci è un nome di richiamo e la Parigi operistica è stata già espugnata con il Moses und Aron nel 2015, allestire un oratorio barocco all’Opéra Garnier segna una tappa significativa nella ricerca creativa del regista romagnolo, la cui scabra e toccante messa in scena di...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

Gli spazi di Jenùfa dramma per voci, camera e servizi

OLANDA/AMSTERDAM. Molti allestimenti d’opera oggi sono ambientati per intero al chiuso di un edificio o di un singolo appartamento, scelta usualmente giustificata dalla chiave di lettura del dramma borghese, applicato con generosa larghezza di spettro ai più disparati titoli del teatro musicale. Le soluzioni più varie,...

VISIONI/TAGLIO BASSO

Il «grand siècle» francese tra canto operistico e irrequietezza di scrittura

FRANCIA/PARIGI. Ha compiuto sessant’anni Michel Jarrell, il compositore ginevrino emerso negli anni Ottanta con le sue partiture dense e rigorose, ed è difficile pensare a un modo più prestigioso di festeggiare questa data che con una nuova opera al Palais Garnier di Parigi. Bérenice, opera in quattro sequenze su libretto...

VISIONI/APERTURA

Montserrat Caballé, il fulgore di una voce

SPAGNA/BARCELLONA. La serata del 20 aprile del 1965 si era aperta sotto una cattiva stella per il pubblico della Carnegie Hall di New York. La star della Lucrezia Borgia, opera di Donizetti di non frequente esecuzione, l’americana Marilyn Horne aveva dato forfait e in cartellone campeggiava il nome di una soprano pressoché sconosciuta, la...

VISIONI/APERTURA

L’istrione che cantava d’amore sfidando taboo e altri pregiudizi

FRANCIA/ALPILLES. «Se smettessi morirei», lo ha ripetuto tante volte negli ultimi anni, quando a una tournée d’addio seguiva un’ultima grande serie di concerti, e poi un’altra ancora. Eppure Charles Aznavour - morto ieri nella sua casa delle Alpilles, nel sud della Francia - è riuscito a non farsi mai percepire...

VISIONI/APERTURA

Sul palco di Stresa il «Peter Pan» dimenticato di Leonard Bernstein

ITALIA/STRESA. Forse l’omaggio più originale dedicato nel nostro paese al centenario della nascita di Leonard Bernstein è stata la prima italiana di Peter Pan, vera e propria rarità proposta domenica scorsa dal Festival di Stresa a conclusione dell’edizione 2018. Nel 1950 il trentaduenne Leonard Bernstein era già...

VISIONI/TAGLIO BASSO

«The Bassarids», la vendetta di Dioniso è come una danza

AUSTRIA/SALISBURGO. Accanto alla Salome di Strauss allestita da Romeo Castellucci, altri due celebri titoli operistici hanno illuminato alla Grosses Festspielhaus di Salisburgo l’intramontabile dibattito sui rapporti fra opera e capolavori teatrali e letterari. IL REGISTA Hans Neuenfels legge la Dama di Picche di Caikovskij attraverso sguardo deformato...

VISIONI/TAGLIO BASSO

SALISBURGO, PASSIONI SEMISERIE E DESIDERI FRA ROSSINI E MONTEVERDI

AUSTRIA/SALISBURGO. È sempre rischioso cercare dei fili rossi nella programmazione di un festival come quello di Salisburgo, dalla sterminata varietà di proposte. L’irresistibilità delle passioni e del desiderio fungeva da motore dei due titoli alternati alla Haus für Mozart, articolando vicende di esito e caratteri...

VISIONI/TAGLIO BASSO

Nel caffè mitteleuropeo follia e rimorsi di un collezionista

FRANCIA/AIX EN PROVENCE. Presentata in prima mondiale nel piccolo Théâtre du Jeu de Paume, l’opera Seven Stones è una delle più felici sorprese del festival di Aix en Provence 2018. Basata su un libretto del poeta e scrittore islandese Sjón (anche autore della canzone di Björk in Dancer in the dark), il lavoro del...

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it