Il corpo del desiderio femminile e l’asfittica arsura dell’infelicità

«Fingiamo di desiderare cose che non desideriamo affatto, in modo che nessuno si accorga che non riceviamo ciò di cui abbiamo bisogno». Sono tra le considerazioni che Lisa Taddeo affida al suo Tre donne (Mondadori, pp. 356, euro 19, traduzione di Ada Arduini e Monica Pareschi), specificando nella prefazione come non si...

Sorveglianzae deflagrazione del sé

Riva Karnowsky è una atleta di successo provvista di un corpo talmente prestante da concederle di tuffarsi dai grattacieli con il plauso di un pubblico in festa. High-rise diving, questo ciò in cui è specializzata acquisendo contratti milionari e fan in tutto il mondo. Il dispositivo gloria-profitto sembra infallibile...

Il Covid obbliga Pristina e Belgrado a cooperare

C’è voluta una pandemia per costringere Pristina e Belgrado alla collaborazione. Non tutto è filato liscio, ma l’alternativa era la potenziale esplosione del contagio tra le comunità serbe del Kosovo. La dualità è uno dei motivi per cui la situazione rischiava di andare fuori controllo....

Dal Perù alla Romania, gemme esperienzialiin forma di narrazione

Compie 15 anni il Concorso Lingua Madre, parte essenziale del programma in streaming proposto dal Salone del Libro di Torino in corso. Sabato 16 maggio alle ore 12.45 si potranno ascoltare le molte autrici che interverranno anche quest’anno per portare la propria differenza nell’ambito di un progetto su cui Daniela Finocchi,...

Costellazioni del disastro

Se clima e tempo non sono sinonimi, diventano prossimi nella loro restituzione quotidiana che tende a stringere nel senso comune rilievi meteorologici e successione di eventi – siano questi ultimi interni o esterni. Il punto non ha a che fare solo con la fornitura di cui dispone ciascuna lingua, bensì con un modo di...

Interrogare la nascita con la forza della scrittura

Nel suo ultimo romanzo, Lontano dagli occhi (Feltrinelli, pp. 192, euro 16), Paolo Di Paolo ci porta per mano nelle strade di Roma alla fine di giugno nel 1983, per farci conoscere Luciana, Valentina e Cecilia. Nello sfondo estivo la scomparsa di Emanuela Orlandi, le elezioni politiche e amministrative, la conclusione del campionato di...

Oltre la distanza di pensarsi soli

In questo passaggio storico deprivato del futuro abbondano i vaticini, alcuni talmente smisurati da far venire il capogiro. L'impressione è quella di una insistenza a voler ingurgitare una enormità come quella che stiamo attraversando colpevolizzando la nostra finitudine di non riuscirci. E siccome è stato messo tutto...

Orbán ha i suoi «untori»,15 studenti iraniani

Creare un collegamento tra immigrazione e coronavirus: detto, fatto. E poco importa che quel collegamento non abbia alcun fondamento. Piegare la realtà a suo vantaggio è sempre stata la specialità di Viktor Orbán. Questa volta ad andarci di mezzo sono quindici studenti iraniani espulsi dal paese per aver...

La sfida al Covid dei ragazzidi strada in Romania

«Morire di Aids o di coronavirus, che differenza vuoi che faccia». Non ha mai conosciuto mezze misure Gabi, un uomo nascosto nel corpo di un ragazzo e due occhi cristallini che fanno trasparire un’età dell’innocenza che non ha mai vissuto. A sei anni Gabi scappò da casa in Moldavia, destinazione...

Giornalista arrestata perché scrive sul virus

Arrestata per aver diffuso informazioni false e aver seminato il panico. E’ quanto accaduto alla giornalista serba Ana Lalic che in un articolo apparso sul portale d’informazione Nova.rs aveva denunciato le condizioni in cui è costretto a lavorare il personale sanitario impegnato nella lotta al Coronavirus nel Centro...

L’argine imperfetto della perdita

Un giorno di cui non posso scrivere al presente. Così comincia quel gioiello letterario che è Guasto, di Christa Wolf (edito da e/o). Composto nel 1987 a un anno dal disastro di Cernobyl, la scrittrice affianca alla storia grande e pubblica una esplosione più privata: l’operazione che il fratello subisce al...

Kosovo, sull’epidemia cade il governo Kurti

I guai, si sa, non arrivano mai da soli. A questa regola non fa eccezione il Kosovo dove nel pieno dell’emergenza coronavirus, il governo guidato da Albin Kurti è caduto a soli 51 giorni dal suo insediamento. Già nelle settimane precedenti erano apparsi insanabili i contrasti tra i due partner di governo, la Lega...

L’intensa prossimità delle parole

Scardinano, costruiscono e spesso fanno sponda l’uno con l’altro, un buon esercizio di tenuta soprattutto ora. È il lavoro delle case editrici – in particolar modo quelle indipendenti – che compongono una comunità plurale di iniziative pensanti per decifrare questo presente. Secondo Ilaria Bussoni,...

Tragedia nella tragedia, terremoto a Zagabria

Una tragedia nella tragedia. Già piegata dall’emergenza coronavirus, Zagabria si è svegliata domenica scorsa con l’incubo del terremoto, il più forte degli ultimi 140 anni. Due scosse di magnitudo 5.4 e 4.6 hanno provocato decine di feriti e ingenti danni a edifici e abitazioni soprattutto nel centro...

Trump minaccia: o il Kosovo i dazi alla Serbia o io ritiro le truppe

Se Pristina non abolisce completamente i dazi imposti alla Serbia, Washington potrebbe ritirare le proprie truppe dal Kosovo. A sganciare la bomba è il senatore americano David Perdue che in un tweet, condiviso anche dall’inviato speciale Usa per il dialogo Pristina-Belgrado, Richard Grenell, scrive: «In due decenni le...

Vita nascosta di una tata che morì per sbaglio uccisa da un viziato lord

È il 7 novembre del 1974 quando Sandra Rivett viene ritrovata priva di vita nel seminterrato di una casa in Lower Belgrave Street a Londra. Ventinove anni, lavorava come tata dei figli di Veronica Duncan e Lord Lucan. È quest’ultimo che, scambiando Rivett per la propria ex moglie da cui era ossessionato, la uccide....

Un «bagno di realtà» nell’incertezza del presente che interroga

È una cartografia del presente quella che si dipana nel lungo e denso documento redatto dalle femministe del Gruppo del mercoledì (Fulvia Bandoli, Maria Luisa Boccia, Elettra Deiana, Letizia Paolozzi, Bianca Pomeranzi, Stefania Vulterini). E mai titolo è stato più efficace per fotografare la situazione di...

La parola affamata e irriverente per raccontare l’anatomia politica del disamore

Nella sua prima silloge, del 1977, Sciarra amara, Jolanda Insana, messinese ma romana di adozione (si trasferisce nella capitale nel 1968 e vi muore nel 2016), ferma sulla carta una delle sue espressioni più note. Non è un caso che il volume ora dedicatole da Gianfranco Ferraro e Giuseppe Lo Castro si intitoli proprio...

Repubblica serba a rischio secessione. Il nazionalista Dodik contro Dayton

Non è la prima volta che Milorad Dodik minaccia la secessione della Republika Srpska (Rs, una delle due «entità» di cui è composta la Bosnia-Erzegovina, a maggioranza serba, ndr). Questa volta però il leader nazionalista serbo-bosniaco in crisi di consensi in Rs, sembra non volersi arrestare davanti...

Incontro a Londra tra serbi e albanesi. Ma resta lo stallo

La premier serba Ana Brnabic e il suo omologo kosovaro Albin Kurti si sono incontrati per la prima volta ieri a Londra durante il vertice della Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo con i leader dei Balcani occidentali. Un incontro atteso in cui i due hanno affrontato il nodo dei dazi imposti dal Kosovo sulle merci provenienti...



Pagina 3 di 50