Risultati per:

  • Autore: PIER GIORGIO ARDENI
Modifica ricerca

COMMUNITY/COMMENTO

Un ascensore sociale se è per pochi non è tale

ITALIA. Passata l’ubriacatura degli Europei di calcio, ci accingiamo a vivere un altro evento globale in cui le tinte nazionali ci faranno gioire dietro ai nostri atleti, le olimpiadi, in cui emergeranno le storie di quei pochi che nel successo sportivo trovano il coronamento dell’impegno di una vita.«Lo sport è un...

COMMENTO

Stanno cancellando il futuro

ITALIA. Nei giorni in cui Repubblica celebra il suo festival bolognese per il «diritto al futuro», sconcerta un po’ la stucchevole ambizione dichiarata di «ridisegnarlo», come se quello fosse stato tracciato da mano improvvida a nostro danno. Perché qui sta uno dei grandi vuoti di questo nostro tempo, una...

COMMUNITY/COMMENTO

Un Pd in calo e una sinistra come stampella

ITALIA/BOLOGNA. Ora che le Primarie hanno dato l’atteso responso, a partire da Bologna la sinistra dovrà finalmente interrogarsi su cosa è e cosa vuole essere. Perché il voto di Bologna se all’apparenza fa felici molti, ha tutti gli ingredienti per rivelarsi ingannevole.Non è, com’era stato dipinto, un voto a...

COMMUNITY/COMMENTO

Il Pnrr è per «ripresa» e «normalità», serve un piano per il cambiamento

ITALIA. Nel presentare il suo Piano, Mario Draghi aveva detto che è il momento di essere «radicali». Doveva, allora, esserlo già nel titolo: perché Piano nazionale «di ripresa e resilienza»? Se è chiaro per molti di noi che «non vogliamo tornare alla normalità perché era la...

INSERTO SPECIALE

Questa era una repubblica fondata sul lavoro

ITALIA. Che questa nostra fosse «una repubblica fondata sul lavoro» era stato l’auspicio dei padri costituenti, e non tanto perché il lavoro «rende liberi» - triste motto dei campi di sterminio - e neppure perché, come si sa, «il lavoro nobilita l’uomo (e lo rende simile alla bestia)»,...

COMMENTO

Le nuove povertà ora non hanno di che sfamarsi

ITALIA. Fosse solo che «vinum non habent», ma il fatto è che non hanno neppure il pane le migliaia di nuovi poveri italiani e non che si rimettono in fila come già i loro nonni. Ma allora c’era stata una guerra, distruzioni e morti. Oggi c’è una crisi sanitaria che da più di un anno imperversa,...

COMMENTO

Sapere dove guardare non tanto sostenere il governo di turno

ITALIA. All’indomani delle dimissioni annunciate da Nicola Zingaretti - irritualmente, sui social, per denunciare il suo sfogo al più vasto pubblico - i commenti sono tutti concentrati sulla contingenza politica.Sul rischio di implosione di un partito che in soli tre anni ha mutato la sua posizione strategica tre volte e di fatto...

COMMENTO

Nel basso profilo della politica la causa del governo

ITALIA/ROMA. Al di là della querelle se questo sia un governo tecnico o politico – ogni governo è politico – resta un’anomalia della «strana» legislatura: è il terzo governo affidato a persona non eletta o a capo di un partito.Dopo avere avuto un primo ministro Chance – non un giardiniere, in...

COMMUNITY/OPINIONI

Epilogo previsto, ma è anche il capolinea

ITALIA/ROMA. Dunque, l’epilogo della crisi di governo è stato l’affidamento dell’incarico a Mario Draghi, un «tecnico», competente, grand commis dello Stato, per un governo «non politico» che guidi l’Italia fuori» dall’emergenza sanitaria, sociale ed economica». L’obiettivo...

COMMENTO

Non si tratta di memorialismo. Sinistra dove sei?

ITALIA. Nella ricorrenza non troppo nostalgica di un congresso con cui cento anni fa nacque «il più grande partito comunista dell’occidente capitalistico», le analisi appaiono più di tono memorialistico che altro.Certo, il comunismo è «roba d’altri tempi», ormai, ed è inutile...

COMMUNITY

Dietro la querelle il vuoto di prospettiva

ITALIA. Dietro la querelle sulla «cabina di regia» ci sarebbe in realtà una questione molto seria, al di là delle illazioni che si possono fare sui veri motivi che agitano la polemica in corso. Perché la necessaria discussione sulle scelte, gli indirizzi e la gestione del Paese in una fase difficilissima ed...

COMMUNITY/COMMENTO

Il riflesso condizionato delle nostre sinistre

USA. Aveva proprio ragione Paul Krugman: ci sono idee, cattive idee, che sono come gli zombie, non muoiono mai, e per quanto le sopprimi, dimostrandone l’erroneità, tornano sempre. Una di queste è che «si vince al centro». Ora che ha vinto Biden, subito, come un riflesso pavloviano, ecco gli zombie della...

COMMENTO

Negli Stati uniti la botta all’economia deve ancora arrivare

USA. Ora che le elezioni sono (quasi) passate, ci sono più ragioni per non essere troppo fiduciosi sul futuro. Non quello del mondo – su cui la minaccia del Covid oscura la ben più terrificante tragedia del cambiamento climatico – quanto quello degli Usa, in particolare, della sua economia.Ha vinto Biden e la...

ULTIMA/APERTURA

Per Trump zero in economia

USA. Era il 20 febbraio quando ancora The Donald affermava che «In appena tre anni, abbiamo fatto a pezzi la mentalità del declino americano». Era stata la sua piattaforma, vincente su una parte dell’elettorato (mentre l’altra, lo sappiamo, avrebbe votato chiunque pur di liberarsi di Hillary e...

COMMENTO

L’anno che ci fa chiudere gli occhi e che non finisce

USA. Questo 2020, nato sotto un senso di imminenza della catastrofe ecologica acuito dagli incendi in Australia - dopo la Siberia e l’Amazzonia, e poi il 3 gennaio con l’assassinio, ordinato da Trump, del generale iraniano Soleimani, foriero di tristi presagi su larga scala, aveva già fatto un salto vertiginoso verso...

MANIFESTO/TAGLIO BASSO

Rossana, Ruth, Walter e l’autunno della sinistra

ITALIA/ROMA. Il 26 settembre di 80 fa Walter Benjamin si ritrovò in quel finis terrae di Port Bou, impossibilitato a passare il confine che lo avrebbe salvato dall’orda nazista che gli era alle calcagna. E si tolse la vita, fragilmente vissuta sotto il peso della storia. Non possiamo non ricordarlo oggi, in questi giorni di settembre in...

CULTURA/APERTURA

Una breccia al centro della storia italiana

ITALIA/ROMA. Per quanto i centocinquant’anni trascorsi dalla presa di Roma siano stati ricordati in vario modo sui media, l’attenzione è stata per lo più riposta sul fatto militare - un blitz, l’entrata dei bersaglieri nella città papale, contro la Francia protettrice del Papa ma in ginocchio, pochi giorni dopo...

COMMENTO

Un test di metà mandato sul governo

ITALIA. Il 20-21 settembre in ballo ci sono elezioni regionali (e comunali), anche se nello stesso giorno saremo chiamati alle urne per il referendum costituzionale sul taglio dei parlamentari.Un referendum che è un bel diversivo per i tempi che corrono, una trappola giuridico-istituzionale atta solo a dividere per ravvivare una...

COMMENTO

Il lupo perde il pelo ma non il vizio

ITALIA. Mancano solo due settimane all’inizio del nuovo anno scolastico, eppure quanto apprendiamo dalle cronache di questi giorni lascerebbe pensare che quella data sia ancora molto di là da venire.Come fosse qualcosa di improvviso e non previsto, la discussione di volta in volta verte sulle problematiche più disparate, dai...

COMMENTO

Serve un governo che si prenda cura del futuro

ITALIA. «Hanno cura del futuro quelli cui tocca averne cura?». Così Bertolt Brecht, nel suo adattamento dell’Antigone di Sofocle tradotta da Holderlin (Archivio Zeta, Antigone, in questi giorni a Villa Aldini a Bologna). Anche noi oggi, ancora in lutto per i nostri morti insepolti, come Antigone ci troviamo una volta di...

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it