Cantet: «Provocare per essere amati, è la legge dei social»

«Negli altri ambiti della nostra vita c’è una sorta di diritto all’oblio: ciò che si diviene si impone rispetto a ciò che si era un tempo. Sui social network questo diritto non c’è più». Con queste parole Laurent Cantet, regista e sceneggiatore francese, presenta il suo film...

Alla ricerca di spazi per la drammaturgia contemporanea, arriva «Futuropresente»

La drammaturgia contemporanea di lingua italiana è un territorio molto ricco di cui però non è facile mappare i contorni. Soprattutto perché per i giovani autori e autrici non esistono percorsi consolidati, al di là di qualche sparuto percorso di formazione come quello della Paolo Grassi. Non sapendo a...

La nuova grammatica dell’heavy sul palco del Roadburn Festival

«Redefining heaviness», ridefinendo la musica «heavy», è lo slogan del Roadburn, il festival che si svolge ogni anno in Olanda, a Tilburg, nel terzo weekend di aprile. E di una nuova grammatica effettivamente si tratta, stando almeno all’immagine piuttosto superata che si ha in Italia del metal,...

«Russian doll», risalire all’origine per scoprirsi di nuovo

Era attesa da circa tre anni la seconda stagione di Russian doll, la serie Netflix interpretata e co-ideata da Natasha Lyonne. L’attrice statunitense si cala ancora nei panni di Nadia, una programmatrice di software dalla personalità forte e dall’ironia tagliente. Era certo difficile immaginare un seguito, vista la...

«Generosa e ironica. In lei viveva una Palermo che non c’è più»

«Era meravigliosa con i suoi capelli al vento, gli zoccoli, i vestiti a fiori in stile ’68. E naturalmente sempre con la macchina fotografica al collo. Era un’eccezione in una città brutale». Così Franco Maresco, noto regista palermitano, ricorda i primi incontri con l’amica e concittadina...

L’universo di «Lamb» unisce il punto di vista di uomo e animale

È un’evidenza quotidiana quella per cui in ogni essere umano sia presente una parte animalesca più o meno in attività a seconda delle circostanze. Eppure, quando in Lamb questo assunto si esplicita in immagine, non possiamo che provare un misto di ribrezzo e curiosità di fronte alla figura di Ada,...

«Servant of the people», il destino di una nazione scritto in una serie

Sono stati trasmessi su La7 i primi due episodi della serie Servant of the people con protagonista Volodymyr Zelensky, in onda originariamente in Ucraina dal 2015 al 2019. Prima che arrivasse in Italia si è parlato molto di questa avventura televisiva dell’attuale presidente ucraino e della trama della serie, incentrata...

Farhadi colpevole di plagio, l’idea di «Un eroe» è di una studentessa

Una corte iraniana ha dichiarato Asghar Farhadi colpevole di plagio in merito al soggetto del suo ultimo film, Un eroe. Il lavoro - presentato a Cannes lo scorso anno, dove ha vinto il Gran Premio Speciale della giuria - racconta di un uomo, Rahim, in prigione a causa di un debito, che trova per caso una borsa con dentro delle monete...

La Clef, il cinema sgomberato non molla e l’acquisizione diventa più realistica

Contro ogni pronostico, non tutto sembra essere perduto per il cinema La Clef. Dopo due anni e mezzo di occupazione, la sala del quartiere latino di Parigi era stata infatti sgomberata all’inizio di marzo, mettendo fine ad un’esperienza culturale stimolante e partecipata, fieramente distante dalle logiche di profitto...

Caryl Churchill, la sfida di una scrittura teatrale mai rassicurante

«In questa tre giorni volevamo restituire i doni che abbiamo ricevuto in questi anni. Lo facciamo creando un livello orizzontale, non necessariamente accademico». Con queste parole Giorgina Pi, regista del gruppo teatrale Bluemotion, presenta la rassegna di incontri e performance «Caryl Churchill Remix», a cura di...

Carrère: «Il mio film per rendere visibile un mestiere invisibile»

«Quando ci si sforza di rappresentare la vita degli altri emergono inevitabilmente delle questioni morali». Così Emmanuel Carrère, grande romanziere dei nostri tempi, introduce il suo terzo lavoro dietro la macchina da presa, Tra due mondi. Dopo essere stato presentato l’anno scorso alla Quinzaine a Cannes,...

Sorrentino: «Felice di dove sono arrivato»

«Rientrare tra i finalisti qui a Los Angeles è considerata una vittoria, il mio era un piccolo film e sono contentissimo di essere arrivato fin qui». Si dice soddisfatto Paolo Sorrentino, nonostante la statuetta per il miglior film internazionale non l’abbia ottenuta il suo È stata la mano di Dio ma Drive...

In tv le eretiche visionidi Martinelli e Montanari

Fuori Orario dedica una notte al percorso cinematografico nato in seno a Teatro delle Albe, mostrando in prima visione tv alcune delle opere filmiche che i fondatori della storica compagine teatrale hanno realizzato da cinque anni a questa parte. La trasmissione di Rai 3 presenta, venerdì notte a partire dall’una e venti,...

Lavorare nell’arte oggi, un’indagine di settore

Quanto guadagna un lavoratore o una lavoratrice appartente al mondo dell’arte contemporanea? Secondo l’indagine di settore di Awi - Art Workers Italia, associazione indipendente e apartitica nata nel 2020 - circa la metà dei 440 intervistati ha un reddito annuo inferiore ai diecimila euro, ovvero sotto la soglia di...

«Fuori Loznitsa, non è abbastanza fiero dell’identità nazionale ucraina»

La guerra in corso continua a stupirci per l’ampiezza dei sentimenti nazionalisti e discriminatori che sta evocando su entrambi i fronti e, poi, all’interno degli schieramenti stessi. È stata diffusa la notizia secondo cui il cineasta Sergei Loznitsa è stato espulso dall’Ukrainian Film Academy (Uaf),...

Una genealogia famigliare e politica nel Sud Sudan di De Mabior

«La ricerca della casa è un’esperienza umana che riguarda tutti, penso se ne abbia più di una anche quando si rimane stabili in un luogo» ci racconta Akuol de Mabior. Quello della casa è un tema importante per la regista, nata e cresciuta in esilio; tornata poi nel suo Paese ha realizzato lì...

Vent’anni senza la «viva voce» di Carmelo Bene

«Non basta assolutamente essere attori, aedi si nasce». Potremmo prendere per buona questa definizione che Carmelo Bene dà di se stesso, nel 1982 al Palazzo dello sport di Milano, per ricordarlo oggi in occasione del ventennale dalla morte. E sarà proprio quell’evento - lettura, concerto,...

Gli ambientalisti francesi sfilano al grido «Look Up»

«Il film Don't Look Up ha tracciato un evidente e agghiacciante parallelo con il cambiamento climatico e le sue catastrofiche conseguenze sulle nostre vite. Ha così permesso di riportare nel dibattito pubblico alcuni grandi temi» recita l’appello delle manifestazioni ambientaliste svoltesi in Francia lo scorso...

«Esprimere il proprio dissenso sulla guerra adesso non basta più»

«È incredibile come quest’uomo venuto fuori dal nulla, messo in quella posizione da Yeltsin, in breve tempo abbia perso il contatto con la realtà. Si considera una sorta di divinità» afferma Vitaly Mansky, raggiunto in una videochiamata su zoom. Il regista ha d’altronde osservato l’ascesa...

Ucraina e Palestina, Nick Cave accusato di doppiopesismo da un fan

«Due pesi e due misure» è l’accusa di un fan a Nick Cave in riferimento alle posizioni del cantante sulla guerra in Ucraina e sul conflitto tra Israele e Palestina. Lo scopriamo leggendo la newsletter periodica The Red Hand Files, nella quale il musicista australiano risponde ad alcune domande inviate dai suoi...



Pagina 2 di 9