Risultati per:

  • Autore: GUIDO VIALE
Modifica ricerca

PRIMA/EDITORIALE

UNA STORIA ITALIANA

ITALIA/TRAPANI. Mauro Rostagno è stato ammazzato dalla mafia ventun anni fa. E' stato ammazzato per far tacere le sue trasmissioni con cui tutti i giorni denunciava amministrazioni locali e malavita organizzata. E' stato ammazzato alla vigilia di un potenziamento del segnale della sua stazione trasmittente che avrebbe esteso il suo ascolto dalla...

L'ULTIMA/APERTURA

LA CRISI E IL SUO «DOPPIO»

MONDO/ITALIA. Alla crisi finanziaria in corso - la maggiore dell'ultimo secolo - sta seguendo, come era inevitabile, una contrazione della domanda e della produzione, con conseguente crisi occupazionale. Sullo sfondo sono già all'opera, però, una crisi ambientale anche maggiore, che si manifesta - ma non solo - nei mutamenti climatici indotti dai...

LETTERE E COMMENTI/APERTURA

SOVVENZIONARE L'AUTO? NO, GRAZIE

ITALIA. L'automobile ha dominato l'evoluzione economica, sociale, ambientale e culturale del secolo scorso: paesaggi ormai tutti segnati da viadotti, svincoli, nastri di asfalto, stazioni di servizio; vita urbana che trascorre in mezzo a ingorghi e tempi morti e solitudine imposti dal traffico; aria infestata dai miasmi degli scappamenti e dal...

STORIE/APERTURA

DAVANTI AL BIVIO - TRA BARBARIE E DEMOCRAZIA

ITALIA, MONDO. Il periodo tra la fine della seconda guerra mondiale e la metà degli anni '70 del secolo scorso viene contrassegnato dagli economisti con l'espressione «i trenta gloriosi» (sottinteso: anni). Sviluppo economico (crescita del Pil), piena occupazione (o quasi), aumento di redditi e consumi, regolamentazione dell'economia in Occidente,...

L\'ULTIMA/APERTURA

BARBARIE UNIVERSALE - OLTRE L'OSSESSIONE DEL BERLUSCONISMO

ITALIA. A cavallo tra gli anni '50 e '60 del secolo scorso, in Francia, il pensiero radicale di sinistra aveva dato vita a una rivista dal titolo profetico Socialisme ou barbarie. Mai analisi storica è stata più pregnante: il socialismo non si è realizzato - e forse non avrebbe potuto realizzarsi mai - ed è sopravvenuta la barbarie. Quella in cui...

LETTERE E COMMENTI/APERTURA

IL RIFIUTO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA

ITALIA/CAMPANIA. Che cosa c'è ancora da fare in Campania, dopo che Berlusconi e Tremonti hanno annunciato di aver risolto il problema dei rifiuti? Tutto. Tutto quello che è necessario per passare da una gestione straordinaria che in 14 anni è stata la principale fonte del disastro a una gestione ordinaria che restituisca al governo del territorio -...

IL MANIFESTO CULTURA & VISIONI/APERTURA

OTTUSITà UNIVERSITARIA

ITALIA. Mentre si esaltano i combattenti di Salò, si torna a fare il tiro al bersaglio contro il '68. Addirittura presentandolo come ideologia del «nullismo», accanto alle altre ideologie scadute quali fascismo, comunismo, socialismo e «mercatismo» (Tremonti). Non penso che se ne debba fare l'apologia, ma l'immagine del Sessantotto che traspare...

PRIMA/COMMENTO

«NEWSWEEK» E IL BERLUSCONI TOSSICO

ITALIA/CAMPANIA/GB. Il punto di maggiore convergenza, o completa coincidenza, tra maggioranza e opposizione, compresa la stampa estera (per anni l'unica vera opposizione a Berlusconi), rappresentata dal settimanale Newsweek è sicuramente il giudizio sul successo di Berlusconi nell'affrontare l'«emergenza rifiuti» in Campania. Un'emergenza, dopo i risultati...

LETTERE E COMMENTI/APERTURA

IL PIANO DELLA LOBBY DEGLI INCENERITORI

ITALIA. «Durante la campagna elettorale dell'aprile scorso, diversi partiti politici hanno sostenuto la necessità e l'utilità della termovalorizzazione dei rifiuti urbani quale strumento decisivo, assieme alla raccolta differenziata, per superare le emergenze ambientali attuali e quelle future». Così comincia un documento dal titolo eloquente di...

LETTERE/OPINIONI

L'EMERGENZA RIFIUTI IN CINQUE VIOLAZIONI

ITALIA. Il libro Ecoballe di Paolo Rabitti, perito della Procura di Napoli nei procedimenti giudiziari sui rifiuti campani, permette di fare il punto sulle responsabilità di un disastro unico al mondo. Sulla vicenda sono in corso due processi a cui è demandato l'accertamento delle responsabilità penali degli imputati; ma sul meccanismo che ha...

CONTROPIANO/APERTURA

IL CASSONETTO DEGLI ECCESSI

ITALIA. I rifiuti che hanno ingombrato per mesi e ancora ingombrano le strade della Campania sono gli stessi che in altri contesti vengono raccolti, più o meno ordinatamente, nei sacchetti, nei bidoni, nei camion e negli ecocentri della raccolta differenziata. Si presentano ai nostri occhi in modo diverso, ma materiali e oggetti di cui sono...

LETTERE E COMMENTI/APERTURA

VOGLIA DI RACCOLTA DIFFERENZIATA

ITALIA/CAMPANIA. Se si vuole far tornare alla normalità la gestione dei rifiuti in Campania la prima cosa da fare è porre fine alla sequela di falsità, denigrazioni e insulti verso le popolazioni della regione che pagano anni di responsabilità altrui. E rispondere a 2 domande. 1. Perché, se gli sversamenti di rifiuti tossici provenienti da tutte le...

LETTERE E COMMENTI/APERTURA

RIFIUTI, GLI AFFARI DELL'INCENERITORE

ITALIA/CAMPANIA. Il trattamento meccanico-biologico dei rifiuti urbani (Mbt) opera sulla frazione talquale che residua da una raccolta differenziata (Rd): separando la parte umida, sfuggita alla raccolta dell'organico, da quella secca (la carta e soprattutto la plastica che non costituisce imballaggio e che non è oggetto di Rd) ed entrambe dal...

CONTROPIANO/APERTURA

IMMONDIZIA IN AUTOGESTIONE

ITALIA/CAMPANIA. Per certi versi è un po' come l'occupazione delle fabbriche del 1921; ma i tempi sono cambiati e nessun giornale o telegiornale ha riportato la notizia. Da più di quindici giorni in Campania gli operai dei sette «Cdr» fanno marciare gli impianti «da soli». I direttori degli stabilimenti sono stati tutti arrestati nell'ambito della retata...

PRIMA/COMMENTO

L'IDEOLOGIA DEL SACRO FUOCO

ITALIA/CAMPANIA. Nessuna novità di rilievo, rispetto alle anticipazioni, nelle notizie relative alla strada scelta dal governo Berlusconi per portare la Campania fuori dall'emergenza rifiuti. Si continua a ritenere che gestire i rifiuti, anche in situazioni di crisi estrema come quella campana, si riduca a costruire degli inceneritori e aprire delle...

PRIMA/FOGLIETTONE

RONDE A TAPPETO

ITALIA/MILANO. «Da qui ve ne dovete andare!», l'urlo delle ronde è risuonato ancora sabato scorso, a Milano. All'urlo si è accompagnata l'aggressione ai danni di un ragazzo e di Piero Rattazzo, titolare di un bar di porta Ticinese: un bar «storico», legato alle vicende del '68 e alla storia successiva di accoglienza e ospitalità del quartiere, tanto da...

ARTICOLO/APERTURA

QUATTRO SOLUZIONI PER IL REBUS-RIFIUTI

ITALIA. E’difficile aspettarsi un risultato dal piano del governo per i rifiuti della Campania. Perché in quel piano non c’è niente di nuovo. I punti «qualificanti» sono: 1) Raccolta differenziata. E’ una prescrizione già contenuta in una legge dello stato del 1997, che i commissari non hanno mai attuato.Il piano non indica le misure per cui...

PRIMA/COMMENTO

INCENERIRE è UN PO' MORIRE

ITALIA/CAMPANIA. L'inceneritore è una macchina due volte tossica. In primo luogo è tossica perché rilascia scorie pericolose che vanno sotterrate in discariche ad hoc, mentre il resto (quattro quinti) se ne va in fumo. Non sparisce, ma si disperde nell'aria e poi ricade sui nostri polmoni, sulle cose che mangiamo, sul terreno dove passeggiamo o giochiamo....

TIR A SEGNO/TAGLIO BASSO

I «PADRONCINI», ALLA FINE DELLA CATENA

ITALIA. L'Italia è in mano ai «padroncini» dell'autotrasporto che hanno bloccato l'intero sistema economico del paese come nessuna categoria, e nemmeno la «classe operaia» tutt'intera, potrebbero mai fare. E' una emergenza, come quella dei rifiuti in Campania, prevedibile da anni, per evitare la quale non si è fatto, come per la Campania, niente;...

PRIMA/FOGLIETTONE

AD AUTO ARMATA

ITALIA. Secondo Michele Serra, di cui sono amico e ho grande stima, i morti sulle strade - 5-7.000 all'anno in Italia, oltre mezzo milione all'anno nel mondo, da 15 a 30 milioni, a seconda delle stime, dall'inizio dell'era dell'automobile; non solo automobilisti, ma anche, e sempre più spesso, pedoni e ciclisti - si dividono in due categorie:...

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it