Risultati per:

  • Autore: PIER GIORGIO ARDENI
Modifica ricerca

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

Israele, i nazionalisti arabi di Balad fuori dalla Knesset. Ma l’affluenza va

ISRAELE/TERRITORI . Sami Abu Shehadeh non risponde alle chiamate dai numeri che non conosce. E in questi giorni ne arrivano tante al capo del partito nazionalista arabo Tajammo/Balad, che martedì per poche migliaia di voti non è riuscito, come il Meretz (sinistra sionista), a superare la soglia di sbarramento del 3,25%. Molti lo chiamano per...

INTERNAZIONALE/INTERVISTA

«Il suprematista Ben Gvir sarà il vero premier»

ISRAELE. Il blocco dei partiti di estrema destra e religiosi che sostengono Netanyahu ha ottenuto 64 seggi sui 120 della Knesset secondo i dati definitivi (ma non ufficiali) delle elezioni del primo novembre. Il primo partito è il Likud con 32 seggi, seguito dai centristi del premier uscente Lapid con 24, e da Sionismo religioso che da...

INTERNAZIONALE/APERTURA

La destra di Re Bibi III è così a destra che Biden frena

ISRAELE. La Commissione elettorale comunicherà oggi il risultato finale delle elezioni del primo novembre ma ieri sera, con l’86% del voto scrutinato, la destra estrema religiosa guidata da Benyamin Netanyahu era saldamente in testa. E con un numero di seggi previsto più ampio dei 61-62 indicato dagli exit poll martedì...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

Elitario e vittima del «voto utile», Meretz sparisce

ISRAELE. Appena qualche giorno fa Rami Livni, giornalista, editorialista e attivista, aveva chiesto agli elettori progressisti di non avere esitazioni e di andare numerosi alle urne per bloccare il ritorno di Benyamin (Bibi) Netanyahu al potere e l’avanzata della destra estrema. «Le persone di sinistra o di centro-sinistra –...

INTERNAZIONALE/APERTURA

Bibi è tornato, Israele sempre più a destra. La sinistra scompare

ISRAELE. «Aspettiamo i voti veri, poi parleremo», si affannava a ripetere ieri sera il ministro Meir Cohen, vicino al premier Yair Lapid. Ma la più alta affluenza alle urne, 66,3% alle ore 20, registrata in Israele da 22 anni a questa parte ha dato al blocco di destra la maggioranza che Benyamin Netanyahu cercava per riprendersi...

INTERNAZIONALE/APERTURA

Israele sul filo, all’orizzonte l’ennesimo stallo politico

ISRAELE. «Mele, mele, comprate queste mele, un chilo otto shekel, due chili 14». Motti, con alle spalle un poster del leader storico della destra Menachem Begin, si sgola per attirare i passanti al suo banco della frutta. ALCUNI OSSERVANO per qualche secondo mele verdi e rosse e vanno via. Un’anziana esita, poi compra. Motti con...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

L’affluenza palestinese deciderà la sorte dei partiti arabi (e di Netanyahu)

ISRAELE. Da diversi giorni il presidente del partito islamista Raam, Mansour Abbas, è scomparso dalla scena mediatica, proprio nell’ultima e decisiva parte della campagna elettorale per il rinnovo della Knesset. UNA SCELTA STRANA per la personalità arabo israeliana – palestinese con cittadinanza israeliana –...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

Per la rivincita Netanyahu sceglie l’estrema destra che piace ai giovani

ISRAELE/TEL AVIV. Le quinte legislative in tre anni e mezzo, come le quattro precedenti dal 2019, sono un referendum su Benyamin Netanyahu. La maggior parte degli israeliani il primo novembre andrà alle urne non solo per votare il programma di questo o quel partito ma a favore o contro il leader della destra ed ex premier. Netanyahu nel 2021,...

INTERNAZIONALE/BREVE

L’esercito israeliano uccide 2 palestinesi

ISRAELE/TERRITORI /NABLUS. È stata allentata la chiusura della città di Nablus attuata dal 12 ottobre dall’esercito israeliano. La tensione però resta alta in Cisgiordania: ieri decine di palestinesi sono stati feriti da proiettili di gomma o intossicati dai lacrimogeni sparati dai soldati nelle manifestazioni contro l’occupazione....

INTERNAZIONALE/APERTURA

Tra Libano e Israele c’è l’intesa sui confini ma non la pace

LIBANO/ISRAELE . Quando tutto era pronto, un incidente ha ritardato ieri pomeriggio la cerimonia della firma dell’accordo sulla delimitazione del confine marittimo tra Libano e Israele e lo sfruttamento delle riserve di gas sottomarino in quell’area. La delegazione giunta da Beirut è entrata nella base dell’Unifil (Onu) a Naqoura...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

Le carte di Lapid: spauracchio Netanyahu e guerra ai palestinesi

ISRAELE/TEL AVIV. La sede elettorale centrale di Yesh Atid (C’è un futuro), il partito centrista del primo ministro Yair Lapid, è all’Asia House a Tel Aviv. Mancano pochi giorni al voto e nell’ampio ufficio, arredato in modo spartano e decorato da qualche poster elettorale, non notiamo il fermento di queste situazioni tra...

INTERNAZIONALE/BREVE

Colloqui Tel Aviv-Anp per disarmare Nablus

ISRAELE/TERRITORI/NABLUS. Rappresentanti diplomatici di 17 paesi hanno visitato ieri Nablus, circondata e isolata dall’esercito israeliano e teatro due giorni fa di un’incursione militare che ha ucciso cinque palestinesi, tra cui Wadih Al Houh, il capo del gruppo armato la Fossa dei Leoni. Nelle stesse ore, le forze israeliane hanno proseguito i...

INTERNAZIONALE/APERTURA

Israele attacca Nablus, notte di fuoco. Uccisi 5 palestinesi

ISRAELE/TERRITORI/NABLUS. Un’operazione militare israeliana così ampia, con l’impiego di 140 soldati oltre ad agenti della polizia di frontiera e dell’intelligence, veicoli e droni, a Nablus non si vedeva da venti anni, dall’offensiva «Muraglia di Difesa» con cui il premier e alfiere della destra Ariel Sharon fece...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

Alle conquiste jihadiste nel nord-ovest e ai raid israeliani si aggiunge il colera

SIRIA. La Siria non fa notizia in Europa. Eppure, queste ultime settimane hanno visto il paese arabo di nuovo sotto i riflettori per diversi sviluppi, quasi sempre drammatici. Incluso il bombardamento aereo subito venerdì notte da parte di Israele, il primo da un mese a questa parte. Sul piano umanitario, con l’inverno che si...

INTERNAZIONALE/APERTURA

Nablus off limits: università vuote, uffici e negozi senza lavoro

ISRAELE/TERRITORI/NABLUS. Nell’indifferenza generale, tra gli sbadigli dei commentatori europei, italiani in testa, che giudicano «routine» uccisioni, aggressioni e scontri, la Cisgiordania è ormai in stato di guerra. Anzi due guerre. Una tra le forze militari israeliane, impegnate in raid quotidiani, e i gruppi combattenti palestinesi...

INTERNAZIONALE/TAGLIO MEDIO

L'esercito spara: morti due palestinesi

ISRAELE/TERRITORI . Almeno duemila persone hanno partecipato ieri al funerale del 16enne palestinese Muhammad Nuri, di Beitunia, morto nella notte di mercoledì. Era stato ferito dai colpi sparati il 30 settembre da soldati israeliani durante proteste ad Al Bireh contro l’occupazione. Niente funerali invece per Odai Tamimi. Le autorità...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

Il rapporto Onu: «Va posta fine alla colonizzazione della Palestina»

ISRAELE/TERRITORI . Quest’anno, per la prima volta, il rapporto della Relatrice speciale delle Nazioni unite per la situazione dei diritti umani nei Territori occupati da Israele nel 1967, non è solo un elenco lungo e dettagliato delle violazioni nel territorio in questione. Il documento privilegia l’analisi giuridica e si concentra sul...

INTERNAZIONALE/BREVE

Gerusalemme, l'Australia fa un passo indietro

AUSTRALIA/ISRAELE/GERUSALEMME. Israele sta valutando «prossimi passi» verso l’Australia dopo la decisione di Canberra di non riconoscere più Gerusalemme ovest, la zona ebraica della città, come la capitale dello Stato ebraico. Lo ha detto ieri il direttore del ministero degli esteri Aliza Ben Nun all’ambasciatore australiano Paul...

INTERNAZIONALE/INTERVISTA

«Intifada dei militanti: è ritornata una resistenza armata ai raid israeliani»

ISRAELE/TERRITORI/CISGIORDANIA. Gli sviluppi in Cisgiordania e a Gerusalemme est sono al centro delle cronache dei media locali e delle analisi di esperti e commentatori. Si cerca di capire in che modo potrà evolvere la fase armata che caratterizza lo scontro tra esercito israeliano e organizzazioni palestinesi nei Territori occupati al quale assistiamo da mesi e...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

Anp di «lotta»: perfomance nazionaliste a Jenin per frenare i combattenti

ISRAELE/TERRITORI/JENIN . Scortato da decine di agenti dei reparti di massima sicurezza, il primo ministro dell’Autorità nazionale palestinese (Anp), Muhammad Shtayyeh, due giorni fa ha raggiunto Jenin, città simbolo della resistenza armata. Nel campo profughi ha preso parte ai riti funebri per Muhammad Turkman, responsabile di un attacco...

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it