La persuasione, l’influenzamento e la conversazione

Tra le tante modalità di rappresentare il conflitto che silenzioso, ma potente, attraversa il nostro mondo e deciderà le sorti della democrazia, una delle meno frequentate è l’opposizione tra la persuasione e la conversazione. Questa opposizione si è intensificata con l’evidente degenerazione...

La Super-Lega, il calcio come oppio dei popoli

«La Super-Lega non è uno scherzo. Uno sport che è stato sempre della classe dei lavoratori, aperto a tutti, contro la discriminazione, che ha fatto felici i weekend di tante persone, è stato dirottato da un gruppo di cleptocrati che non si interessano alla sua storia e alla sua funzione sociale. Il calcio...

Autismo e tanta, diffusa ideologia

Due settimane fa c’è stata la giornata dedicata all’autismo. Di essa non si sa se evoca la speranza di una rinascita o se è una commemorazione di caduti. Lo stato della cura dei bambini cosiddetti autistici è deplorevole: chiusi nella loro definizione diagnostica sono nella vita sociale inesistenti....

Gli omosessuali non sono organismi geneticamente determinati

Un giovane cantante ha parlato dell’omosessualità come scelta. È stato aspramente contestato. Molti vivono l’omosessualità come condizione dettata da fattori biologici, determinanti fin dalla nascita il destino sessuale di una persona. Una posizione motivata, in parte, dalla preoccupazione di proteggere...

Il «negazionismo» e le due forme del diniego

Lo sforzo a contenere la pandemia è, in gran parte, manifestamente improvvisato a livello planetario e impostato, per forza delle cose, su misure piuttosto primitive. La frammentazione dei dati scientifici, lo scarso coordinamento tra gli esperti (che non coincidono con i virologi, in grado di vedere solo una parte del problema),...

La working class e il management dei grandi numeri

In un articolo pubblicato il 31 Luglio su “NY Times” ci si chiede: “Perché la working class vota contro i suoi interessi economici?”. Per decenni, scrive Jeff Madrick, autore dell’articolo, uno dei misteri politici è stato il motivo per cui i lavoratori americani bianchi votano in gran numero...

L'emergenza e il narcisismo dell'esclusione

Il problema della pandemia non sembra essere per nulla risolto. Da più parti si attende una seconda ondata, negli Stati Uniti e in Brasile le cose vanno di male in peggio, in vaste aree del mondo non si hanno notizie chiare e affidabili e anche in Europa si torna a parlare di lockdown. La contagiosità della malattia,...

Santa Sofia e la deriva identitaria

Erdogan, esponente di punta della “democrazia illiberale” (sempre meno democrazia e sempre più illiberale), detto “sultano” per la deriva autoritaria in cui sta trascinando il suo paese e per le sue ambizioni “geopolitiche”, ha deciso, di punto in bianco, di riportare Santa Sofia alla sua...

Padri che sembrano imitare Medea

L’uomo che ha ucciso i suoi due figli e si è suicidato, dopo aver scritto alla madre che non li avrebbe visti più, è l’ennesimo caso di un femminicidio indiretto: l’uccisione psichica della donna, lasciata viva a contemplare le rovine del suo desiderio. Del femminicidio si è per secoli parlato...

La pandemia, lo stato di crisi e l’eccezione alla vita

Per comprendere la natura vera dello stato d’eccezione in cui ci troviamo, per motivi di necessità scarsamente interrogati dalla grande maggioranza degli «esperti» di vario tipo, sarebbe opportuno partire dal fatto che tra ogni ordinamento giuridico e la giustizia, c’è sempre una discrepanza. La...

La bambina con la valigetta e la resistenza

Nel pieno della quarantena, una bambina si è presentata a un ospedale pediatrico rinomato, accompagnata da un’assistente sociale e con la sua valigetta in mano, per farsi ricoverare. Aveva contratto il Covid-19, con sintomi fortunatamente lievi, sua madre era in terapia intensiva per lo stesso motivo e non aveva altri...

La profilassi come eccezione alla vita

Giorgio Agamben ha affermato sul manifesto che, sull’onda della paura del Coronavirus, e in nome della sicurezza, si impongono gravi limitazioni della libertà, «lo stato d’eccezione come paradigma normale di governo». L’intervento di Agamben è stato criticato per un aspetto secondario -...

L’Amuchina come sindrome, ovvero la paura di vivere

La paura di essere contagiati dal Coronavirus ha un fondamento concreto: un rischio più alto di morire rispetto alla normale influenza, specialmente se si è anziani e già sofferenti di altre malattie. La paura reale di essere contagiati viene dalla voglia di vivere. Il pericolo dell’infezione virale è...

Il degrado dell’ambiente e della memoria

Due fatti apparentemente estranei - la diffusione del Coronavirus, col rischio concreto di una pandemia, e il piano di pace tra Israeliani e Palestinesi ideato da Trump, che penalizza così palesemente questi ultimi da diventare un esplicito intento di imposizione - possono darci, se assumiamo la loro connessione logica,...

La femminilità e il governo della Città

Nel suo libro «Sovrane. L’autorità femminile al governo» (Saggiatore) pubblicato nel 2013 e ripubblicato nel 2017 (scritto con rigore pari all’intensità), Anna Rosa Buttarelli filosofa, ben ancorata nella sapienza femminile, pone una questione politica ineludibile per il nostro futuro (e adatta a...

La sinistra e la psicologia collettiva

Le recenti elezioni in Gran Bretagna, si erano configurate, fin dall’inizio, come referendum sulla Brexit.A causa del sistema maggioritario uninominale inglese, il loro risultato nettamente favorevole ai conservatori, in grado di drenare da soli il voto dei ‘leavers’ (questa volta poco meno della metà degli...

La scienza, la fede acritica e la psicoanalisi

Sgomita e alza la voce, per avere il suo posto nella storia, un gruppo di autoproclamati “epistemologi” la cui occupazione prediletta sono le crociate contro la psicoanalisi. Come tutti i crociati sono alquanto fanatici e come tutti i fanatici sono tormentati da dubbi e costretti a convertirli in certezze. La loro avversione...

L’etnocentrismo e l’attacco agli ebrei

Il recente rifiuto del sindaco di Predappio di dare un contributo minimo per il viaggio di due ragazzi del suo comune con il «treno della memoria» a Auschwitz, è stato motivato con una negazione del significato dello sterminio, camuffata sul piano formale giuridico, ma del tutto chiara sul piano della sostanza. Definire...

La morale dei comportamenti contro Katie Hill

Katie Hill, una giovane donna eletta un anno fa alla camera dei deputati degli Stati uniti, è stata costretta a dimettersi la settimana scorsa. Era indagata dalla commissione etica della Camera perché accusata di aver intrattenuto una relazione con un uomo membro del suo staff congressuale. Hill, sposata e dichiaratamente...

L’omosessualità, la «diversità» e la libertà

Alla fine di Agosto è stato pubblicato su Science lo studio di un team internazionale di ricercatori sul rapporto tra genetica e omosessualità. Secondo lo studio, finanziato dall’Istituto Nazionale della Salute americano e riguardante mezzo milione di persone (donne e maschi), nella determinazione...



Pagina 1 di 17