Risultati per:

  • Autore: SARAH GRIECO
Modifica ricerca

COMMUNITY/RUBRICA

Sessualità in carcere, la parola alla Consulta

ITALIA. Sono trascorsi oltre dieci anni da quando i giudici della Corte costituzionale furono chiamati ad affrontare il tema del diritto per i detenuti di svolgere colloqui riservati, su sollecitazione del Tribunale di sorveglianza di Firenze.La Consulta, con la sentenza n.301 del 2012, aveva riconosciuto il tema come «una esigenza reale e...

COMMUNITY/RUBRICA

Diritto all’affettività per un carcere della Costituzione

ITALIA/UDINE . Il carcere di Udine si appresta ad affrontare non una semplice ristrutturazione, ma la riconversione di un’istituzione con l’ambizione di diventare un modello di vita e di relazioni, per il reinserimento sociale.Un modello che ci auguriamo possa essere esportato e riprodotto nelle tantissime realtà carcerarie italiane...

COMMUNITY/RUBRICA

Diritti in carcere, è l’ora di liberare gli affetti

ITALIA. I contatti con il mondo esterno, attraverso i rapporti con famiglia e la tutela degli affetti, rappresentano il “biglietto da visita” di un ordinamento penitenziario che persegua l’obiettivo del reinserimento sociale del detenuto. Questi lunghi mesi di pandemia nelle carceri italiane sono stati segnati da bisogni...

COMMUNITY/RUBRICA

Il vaccino in carcere. Una firma contro la discriminazione

ITALIA. Siamo tutti reclusi in questo anno di pandemia, ma c’è chi è più prigioniero di altri, più esposto ai rischi, più abbandonato. In questi mesi i detenuti stanno vivendo la più dura delle carcerazioni, impediti in gran parte delle attività e dei contatti con l’esterno, finanche...

ULTIMA/APERTURA

Trappola libanese

LIBANO/BEIRUT. Il Libano è sempre stato una sorta di stazione per i siriani. Un luogo di passaggio verso altri paesi per chi non può o non vuole tornare in Siria quando il conflitto sarà finito, o una sala d'attesa per chi ancora nutre il desiderio di tornare a casa un giorno. Le stime dell'Unhcr parlano di 1.5 milione di rifugiati,...

INTERNAZIONALE/APERTURA

Benzina alle stelle, in Libano ai tassisti lavorare non conviene

LIBANO/BEIRUT. Era stato annunciato un mercoledì nero per i trasporti in Libano, con blocchi di strade e manifestazioni a Beirut e in altre città contro i rincari della benzina.Ieri dopo una riunione con il primo ministro Najib Mikati e i titolari dei dicasteri dell’Interno e del Lavoro, Bassam Tleiss (in quota Amal), segretario...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

Tra povertà e diaspora, la mobilitazione si allarga ai campi rifugiati in Libano

ISRAELE/TERRITORI . Da giorni le canzoni nazionali risuonano nei campi palestinesi del Libano, dove si manifesta in solidarietà con i palestinesi di Gaza e dei Territori occupati. Ieri decine di manifestanti hanno raggiunto il confine meridionale e sono entrati brevemente nel territorio della colonia israeliana di Mtolleh, ricacciati...

ULTIMA/APERTURA

Donne libere in campo

ITALIA/POLICORO (MT). Con l’assunzione di 20 braccianti in provincia di Ragusa, la filiera etica anti-caporalato No Cap quest’anno ha fatto assumere, con contratti collettivi nazionali, circa 220 lavoratori, stranieri e italiani, in Puglia, Basilicata e Sicilia, tra cui molti migranti strappati allo sfruttamento dei caporali e regolarizzati. Le...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

Dal Covid alla catastrofe del porto. Sistema sanitario in terapia intensiva

LIBANO/BEIRUT. Il giorno prima delle esplosioni al porto che hanno spazzato via mezza Beirut, il paese era alle prese con un aumento dei casi di Covid-19 che stava mettendo a dura prova la tenuta delle strutture sanitarie, schiacciate dalla crisi finanziaria. GLI OSPEDALI segnalavano la carenza di forniture mediche; le continue interruzioni di corrente...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

Dal Covid alla catastrofe del porto. Sistema sanitario in terapia intensiva

LIBANO/BEIRUT. Il giorno prima delle esplosioni al porto che hanno spazzato via mezza Beirut, il paese era alle prese con un aumento dei casi di Covid-19 che stava mettendo a dura prova la tenuta delle strutture sanitarie, schiacciate dalla crisi finanziaria. GLI OSPEDALI segnalavano la carenza di forniture mediche; le continue interruzioni di corrente...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

I libanesi fanno rete tra solidarietà e rabbia: «La violenza è dietro l’angolo»

LIBANO/BEIRUT. Mentre le immagini di una Beirut distrutta fanno il giro del mondo e si avvia la macchina degli aiuti, gli abitanti della città si sono rimboccati le maniche per ripulirla dai detriti e dai vetri che ne tappezzano le strade. Con il tam tam sui social media si chiamano a raccolta volontari: servono sangue negli ospedali (quelli...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

«Avevamo riscattato i luoghi oscuri della guerra civile, ora non ci sono più»

LIBANO/BEIRUT. «Beirut, così come la conoscevamo, non c’è più». Inizia così la telefonata con Caroline Hatem, regista teatrale e co-fondatrice dell’associazione culturale Yazan. Le due esplosioni al porto di martedì non hanno risparmiato nulla. L’EPICENTRO delle deflagrazioni è raso...

INTERNAZIONALE/APERTURA

Beirut chiude i campi rifugiati. Palestinesi sempre più poveri

LIBANO/SHATILA. INegli ultimi 72 anni i campi profughi palestinesi in Libano sono stati teatro di lotte, guerre, assedi, massacri, ma questa è forse la prima volta che nei vicoli di questi insediamenti angusti e sovraffollati si aggira la paura della fame.«QUI A SHATILA non avevo mai visto tanto spavento sui volti delle persone, e non...

INTERNAZIONALE/APERTURA

Libano, il coronavirus ferma anche i corridoi umanitari

LIBANO/ITALIA . Era tutto pronto e mancava poco, una settimana, al 31 marzo, ma la bufera Covid-19 già spazzava l’Italia e aveva costretto anche il Libano al lockdown. Così è arrivato lo stop e ai circa 130 siriani in attesa di imbarcarsi alla volta dell’Italia con i corridoi umanitari è stato comunicato di dover...

ULTIMA/APERTURA

Le donne invisibili fanno rete

LIBANO. Cibo, acqua potabile, medicine, ricariche telefoniche. Sono queste le richieste più frequenti dei migranti che lavorano come colf e badanti nelle case dei libanesi, o come inservienti in ristoranti, alberghi, negozi. Un esercito di lavoratrici e lavoratori, in maggioranza donne provenienti da Africa e Asia: oltre 250mila persone,...

INTERNAZIONALE/APERTURA

Dalla piazza l'alternativa ai piani economici di Beirut

LIBANO/BEIRUT. Da quasi una settimana il Libano è in fermento, scosso da un’ondata di proteste contro il governo in corso in tutto il paese. Centinaia di migliaia di persone sono scese in strada nella capitale Beirut, a Tripoli, Sidone e Tiro. La mobilitazione, nata spontaneamente giovedì scorso, si è ingrossata fino a...

INTERNAZIONALE/APERTURA

Il milione del Libano sfida il settarismo: «Siamo uniti»

LIBANO/BEIRUT. Mentre il discorso del primo ministro libanese, Saad Hariri, è rimandato dall’altoparlante in Riad al Solh, la piazza davanti al palazzo del governo, Rana mostra il volantino che ha tra le mani. «Sta praticamente facendo l’elenco delle nostre richieste – spiega – Sarebbe bellissimo se potessimo...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

Gli Usa tagliano, l’Unrwa si appella al mondo: fondi per i profughi

LIBANO/BEIRUT. Servono 277 milioni di dollari (242 milioni di euro) per far fronte ai bisogni dei palestinesi in Siria, Giordania e Libano. È questa la cifra che l’Unrwa si auspica di raccogliere con l’Appello Siria (Syria Regional Crisis Emergency Appeal), lanciato da Beirut all’inizio di febbraio. L’appello è...

INTERNAZIONALE/APERTURA

Pioggia e neve sulle baracche dei rifugiati dimenticati

LIBANO/BEKAA (LIBANO). Nell’arco di due settimane, le tempeste Norma e Miriam hanno spazzato il Libano lasciandosi alle spalle cinque morti. Piogge torrenziali, raffiche di vento e forti nevicate si sono abbattuti sui campi dove vivono i rifugiati siriani, aggravandone le già precarie condizioni di vita. Molti insediamenti sono stati inondati...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

Corpi che rivendicano diritti: in Libano le palestinesi si affidano allo shiatsu

ITALIA/LIBANO/TIRO. Dopo tre anni di training, Salwa Ahmad al Hussein, 40 anni, è riuscita a ricavare uno studio per praticare lo shiatsu nella sua modesta casa nel campo palestinese di Burj Shemali, tre chilometri da Tiro, a sud del Libano. Adesso fa trattamenti shiatsu ad amiche e conoscenti del campo e così riesce a contribuire al reddito...

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it