Risultati per:

  • Autore: ROBERTO FRANCO
Modifica ricerca

VISIONI/APERTURA

The Cure, disperazione e latenza in salsa pop

GB. Dopo l’immersione nel baratro della droga e della violenza interiore con i 3 lavori «dark» degli anni ’80, il minimale Seventeen Seconds (1980), l’amniotico Faith (’81), il crudo e morboso Pornography (’83), il leader, cantante e chitarrista dei Cure, Robert Smith, è rimasto quasi solo...

VISIONI/TAGLIO BASSO

Little Feat e le rapsodie dal vivo: il lato colto e magico del southern rock

USA. Formati da musicisti del giro di Frank Zappa e dei Fraternity Of Man, i Little Feat, guidati dal carismatico cantante, compositore e chitarrista Lowell George, creano una forma particolare di rock sudista, ispirandosi ai Rolling Stones da Let It Bleed a Exile On Main Street: un country-blues-rock sincopato, con il batterista Richard...

VISIONI/APERTURA

The Clash, il sottile piacere dell’antimperialismo

GB/LONDRA. Gruppo di punta dell'aristocrazia punk londinese, i Clash sono guidati dal chitarrista Mick Jones, il più lungimirante e attento alle innovazioni, e dal cantante e chitarrista Joe Strummer, più legato alla tradizione del folk di protesta. Quest'ultimo, che scrive la maggior parte delle liriche, ha una vena socialista e...

VISIONI/APERTURA

Roxy Music, la rivoluzione del pop (retro) futurista

GB. I Roxy Music spuntano quasi per caso agli albori del glam, e consistono principalmente nel cantante ebbro e stilizzato Bryan Ferry, nel languido ma fulminante chitarrista Phil Manzanera, nell’oboista Andy Mackay e nel tastierista sedicente «dilettante» Brian Eno, che guarda al rumorismo e alla musica concreta. Il loro...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

Pink Floyd, oltre il muro delle penombre

GB. Quando, sul finire degli anni ’60, i Pink Floyd sono costretti a allontanare il leader e compositore Syd Barrett per una gravissima debilitazione mentale, pochi scommettono sulla loro durata. È Roger Waters, il bassista, a caricarsi sulle spalle il peso dei nuovi Floyd divenendone anche il maggior songwriter, ma anche il...

VISIONI/APERTURA

Communards, la seconda vita di Jimmy Somerville

GB. Ragazzo piccolo e intimamente fragile, Jimmy Somerville possiede però un falsetto potente, che ricorda quello di Sylvester. Ha appena ottenuto un successo planetario, insieme ai tastieristi Steve Bronksi e Larry Steinbachek, con i Bronski Beat, un gruppo synthpop che risente dell’attivismo politico Lgbt dei tre. I precedenti...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

Gianluca Becuzzi, il vagabondo del suono

ITALIA. Già leader, negli anni ’80 e ’90, della formazione dark-esoteric dei Limbo, dagli anni 2000 Gianluca Becuzzi si reinventa come sperimentatore, dapprima con l’elettronica minimale di Kinetix, poi toccando, con una produzione impressionante, tutte le possibili declinazioni del suono grey area. Dalla musica per...

VISIONI/TAGLIO BASSO

Genesis, dal prog fiabesco al techno pop

GB. Emersi quasi silenziosamente dal magma del progressive britannico, i Genesis, più che risaltare per il virtuosismo di un uno o più strumenti, creano un equilibrio singolare di flauto, mellotron, percussioni, tastiere, chitarre a 12 corde e quant’altro, dando vita a un incedere sognante con cambi di tempo, eruzioni...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

Emerson Lake & Palmer, futurista neoclassicismo

GB. I Nice sono una formazione inglese degli anni ’60 che ripropone, in modo un po’ ingenuo, brani di musica classica in chiave proto-prog. La loro attrazione principale è il tastierista prodigio Keith Emerson, che però dopo qualche anno sente come angusti i limiti della band e forma un supergruppo con il cantante e...

VISIONI/BREVE

L’imprevedibile metamorfosi del country rock

USA. Dopo aver ottenuto un grande successo con Crosby, Stills & Nash (’69), un romantico, perfetto album country-rock dalle grandiose armonie vocali, l’ex Byrds David Crosby, l’ex Buffalo Springfield Stephen Stills e Graham Nash, già negli inglesi Hollies, si ritrovano al centro della scena della West Coast. che...

VISIONI/TAGLIO BASSO

Marc Almond: l’ultima stella e il suo chiaroscuro

GB. Tra le figure di artisti gay che emergono nel pop inglese degli anni ’80, quella di Marc Almond è forse la più completa e significativa. Timido ma sfrontato, ostinato; espansivo ma solitario, persona dolce ma oscura e con una vena di crudeltà poetica, Almond è una popstar, ma conserva link e amicizie...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

Japan, strategie oscure oltre la new wave

GB. Quella dei Japan è stata una vicenda incardinata in pochi essenziali passaggi che conducono il post-punk all’art rock e oltre. I Japan sono stati maestri di stile, benché all’inizio fossero accusati di mancare proprio di questo. Discepoli dei New York Dolls (David Sylvian, il frontman, prende il suo pseudonimo...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

Le trasformazioni dell’alchimista sonnambulo

GB. Dopo aver ottenuto un inatteso e straordinario successo con il disco strumentale in due parti Tubular Bells (’73), un flusso di melodie di matrice rock, folk e neoclassica che si intersecano e si perdono l’una nell’altra con un arcano, intimo equilibrio, il musicista e compositore inglese Mike Oldfield, che vi ha suonato...

VISIONI/TAGLIO BASSO

Iron Butterfly, l’eredità della farfalla psichedelica

USA. Trait d’union tra la psichedelia doorsiana e l’heavy rock, gli Iron Butterfly, orginari di San Diego, si trasferiscono nella scena di Los Angeles assorbendone gli umori. Grazie alla voce manierata ma efficace e alle tastiere manzarekiane del leader Doug Ingle, i Butterfly danno vita, con il primo album Heavy (’68), a una...

VISIONI/TAGLIO BASSO

Nella dimensione oscura del sogno

ITALIA. Musicista, scrittore e artista multimediale savonese, da decenni Federico De Caroli, in arte Deca, è un ponte tra la musica «colta» e quella underground più d’avanguardia, Se i primi riferimenti del musicista sono Jean-Michel Jarre e il rock cosmico tedesco, con Claustrophobia (’89) comincia il suo...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

Holly Johnson e la ridefinizione bruciante del pop

GB. Holly Johnson, già membro dei gloriosi Big In Japan nella natia Liverpool, si trasferisce a Londra, dove frequenta la locale scena gay-leather (da cui trarrà ispirazione) e compone brani per il gruppo di cui è il frontman, i Frankie Goes To Hollywood. Uno di questi, l’irresistibile funky-pop Relax, raggiunge il...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

Abc, a lezione di glamour con Martin Fry

GB/SHEFFIELD. Vice Versa sono una formazione sperimentale di Sheffield il cui sound si situa tra Human League e Cabaret Voltaire. L’incontro con l’affascinante manchesteriano Martin Fry ne muta profondamente le prospettive, finché i synth non sono relegati in seconda linea e lo stesso Fry non ne diventa il vocalist. Mutato il nome in...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

Una leggenda virtuosa nascosta tra le finestre del tempo

GB. Tra i fondatori dei Soft Machine, di cui è eccellente batterista e cantante, Robert Wyatt è lo spirito contraddittorio per antonomasia del rock inglese: ironico in maniera solo apparentemente leggera, rigoroso e spontaneo, socievole e timido, eccentrico e malinconico. Contraddittoria anche la sua aspirazione artistica:...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

Marc Knopfler e il tocco languido del chitarrista

GB. Devoto a J.J. Cale, il chitarrista e cantante Mark Knopfler cresce musicalmente nella scena pub rock di Londra, dove forma l’embrione dei Dire Straits. Quando il punk invade la Gran Bretagna, lo spazio per musicisti tradizionalisti come lui si restringe, ma paradossalmente alcune case discografiche si mettono alla ricerca di talenti...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

New Order, eleganza e glacialità

GB. Dopo il suicidio di Ian Curtis, nel maggio dell’80, l’intera scena della Factory cade in un angoscioso smarrimento, ma in special modo i rimanenti membri dei Joy Division, che dopo qualche esitazione si ribattezzano New Order, Gillian Gilbert, compagna del batterista Stephen Morris, va ai synth e il chitarrista Bernard Sumner...

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it