Presidente, negazionista a chi? Trieste nel Giorno del ricordo

Il 10 febbraio 1947 fu il giorno dei trattati di pace di Parigi, ma il Giorno del Ricordo delle vittime delle foibe - istituito per legge nel 2004 - è ancora un tentativo di concordare una verità difficile, che riaccende confronti e tensioni mai sopiti. In modo particolare a Trieste, dove le foibe fanno parte tanto del...

La Commissione scarica sull'Italia i suoi fallimenti

La Commissione europea taglia le stime della crescita italiana per il 2019 dall’1,2% allo 0,2%; il Fondo Monetario la riduce allo 0,6%. La tempistica delle differenti proiezioni è significativa: le prime erano del novembre 2018, mentre le ultime sono di fine gennaio. L’aspetto su cui riflettere è che il modello...

In Guatemala vince l’oligarchia militare e latifondista

Netta sconfitta del neoliberalismo in Argentina. Nelle primarie di domenica la coalizione peronista Frente de Todos ha superato di 15 punti (47% contro il 32%) la formazione del presidente Maurizio Macri, Juntos al Cambio. Obbligatorie per legge, le votazioni avrebbero dovuto essere una consultazione interna ai partiti aperta al...

Al parlamento il premier riconosce il ruolo del notaio

La secessione dei ricchi, detta «autonomia differenziata», farà un passaggio di cortesia in parlamento. «Per me - ha dettato il ministro di tutto Matteo Salvini all’ora di pranzo uscendo da Palazzo Chigi per un vertice con il Cipe - basta avere le idee chiare e fare in fretta». La logica di questo...

Nel cuore di tenebra dello Stato di diritto

«In galera, gettate la chiave, fateli marcire in cella». Il piacere della gogna e del supplizio aizzato da schiumanti ministri contro latitanti dagli anni Settanta, capitane delle navi delle Ong o migranti sopravvissuti ai naufragi e ai campi di concentramento in Libia, è l’espressione del populismo penale....

«Lo Spacca Italia è l’inizio di un processo irreversibile»

Professore Gianfranco Viesti, economista all’università di Bari e autore del pamphlet online La secessione dei ricchi (Laterza), i governatori di Lombardia Fontana e del Veneto Zaia non sono disponibili a firmare l’intesa sull’autonomia differenziata. È una buona notizia?È una mossa politica....

Autonomia, è rissa continua. Attacco a due punte a Conte

Incendiari al mattino, pompieri alla sera, i legastellati si erano presi ieri un week end di pausa nel gioco a chi fa cadere il governo. Pubblicavano foto al mare, faccine su twitter. Tutto sembrava tranquillo. Ricaricavano le pile in vista di un'altra settimana di agonia. In attesa che Salvini decida cosa farsene di un esecutivo in cui...

Fontana e Zaia: sull’autonomia la rivolta leghista contro il governo

Salta l’assunzione diretta dei docenti e la regionalizzazione della scuola dall’accordo sull’autonomia differenziata e i governatori leghisti di Lombardia (Fontana) e Veneto (Zaia) minacciano di non sottoscrivere l’intesa con il governo. Anche se resterà il vincolo di permanenza di cinque anni per le nuove...

«Regionalizzazione della scuola, una proposta incostituzionale»

Lucia Azzolina è una giovane parlamentare dei 5 Stelle, alla prima legislatura, originaria di Siracusa. Da dieci anni risiede al nord, prima a La Spezia e ora a Biella, come docente di storia e filosofia. Si occupa di istruzione nella Commissione Cultura.Partiamo dalla scuola: al netto della «quasi crisi» che abbiamo...

Nel gioco del cerino tra i vicepremier l’autonomia può essere l’incendio

Nel gioco del cerino a chi fa cadere un governo politicamente azzoppato il nuovo incontro di oggi a palazzo Chigi sull’autonomia differenziata potrebbe essere la causa dell’incendio definitivo. In un’atmosfera da notte dei lunghi coltelli Lega e Cinque Stelle potrebbero trovare nella scuola - uno dei punti più...

«Senza l’autonomia il governo non c’è più»

Per la Lega senza l'autonomia differenziata non c'è il governo. Lo ha detto ieri alla Camera il capogruppo del Carroccio Riccardo Molinari alla ministra per il Sud Barbara Lezzi, che ha risposto a un’interrogazione. è la risposta a una serie di dichiarazioni rilasciate dalla ministra pentastellata secondo la quale,...

Ingiusta, regressiva, classista. Il rilancio leghista sulla flat tax

Ingiusta, regressiva, classista. È la proposta della «flat tax» formalizzata ieri nella sede leghista del governo: il Viminale. Più che a comunicare le reali intenzioni dell’esecutivo sulla «tassa piatta» – ancora ieri la viceministra all’economia Castelli (M5S) l’ha definita...

A Erba non ci sarà alcuna strada intitolata al podestà fascista Alberto Airoldi

Alla fine è arrivato il passo indietro: a Erba non ci sarà alcuna strada intitolata al podestà fascista Alberto Airoldi. La sindaca Veronica Airoldi, nipote del podestà, ha fatto ritirare la mozione che la sua maggioranza avrebbe dovuto presentare lunedì sera in consiglio comunale. “La questione...

Segnalò ebrei, fucilò partigiani e aderì a Salò: i leghisti gli dedicano una via

Negli anni Novanta, quando giocava alla secessione, la Lega era solita sostituire i nomi delle vie che avevano riferimenti nazionali con quelli leghisti. Il più classico era la sostituzione di via Roma con via Padania o via Lega Lombarda. LO FECERO ANCHE a Erba, nel comasco, dove oggi la Lega «non più Nord»,...

I docenti nella «gabbia» leghista. Lo stipendio non è uguale per tutti

La secessione dei ricchi si rompe sulla scuola. Per il momento. La richiesta di salari differenziati in base alla residenza da parte della pattuglia salvinista di cadreghe ministeriali e baronetti regionali è, insieme alla chiamata diretta dei docenti da parte delle regioni, la più esplosiva di un progetto che radicalizza le...

Il paradosso di Bussetti: contro le disuguaglianze, la secessione dei ricchi

Il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti, sostenitore della scuola regionalizzata sul modello del Trentino, ha colto l’occasione della presentazione del rapporto Invalsi ieri alla Camera per rilanciare l’autonomia scolastica differenziata che oppone la Lega ai Cinque Stelle nel governo. Per il ministro le...

Interinali di Amazon chiedevano l’assunzione: ricorsi respinti

Il giudice del Lavoro di Milano Eleonora Porcelli ha respinto i ricorsi di una decina di lavoratori interinali che chiedevano l’assunzione a tempo indeterminato nello stabilimento Amazon di Castel San Giovanni (Piacenza). I ricorsi, circa 180 tra Milano e Piacenza, sono stati presentati dopo un’indagine dell’ispettorato...

Gli Heaven 17 e la frenesia degli anni Ottanta

Nel 1980 gli Human League (già The Future), leader con i Cabaret Voltaire della scena industrial-elettronica di Sheffield, si scindono in 2 parti anche su impulso di manager e label (la Virgin). I numerosi singoli e i 2 splendidi album tra synthpop e sperimentazione fin qui dati alla luce hanno ottenuto successo di critica, ma non...

La scuola fatta a pezzi dalla secessione dei ricchi

La regionalizzazione della scuola è il centro dello scontro tra Lega e Cinque Stelle sull’autonomia differenziata. L’articolo 12 del testo prevede in sostanza l’assunzione diretta dei docenti attraverso concorsi regionali. In pratica, una dichiarazione di guerra al sistema della contrattazione nazionale, la...

Immigrazione, emigrazione, stagnazione secolare

La riflessione politica sull’immigrazione non riesce a uscire dalla complessità del fenomeno. Le politiche migratorie dovrebbero essere associate alla questione demografica e alle sue implicazioni economiche e sociali che sono precipitate nella spiegazione della così detta «stagnazione secolare».Sebbene la...



Pagina 1 di 50