Libici a un solo tavolo: tra un mese a Ghadames

Tutti i libici sono consapevoli di abitare sopra un enorme mare sotterraneo di petrolio di ottima qualità: a basso contenuto di zolfo, un oceano oleoso molto più grande di quello già sfruttato, che già prima della guerra copriva il 2% della produzione mondiale. MA SARÀ CON QUALCHE consapevolezza in...

Piccoli ma letali, scienziati contro i «killer robots»

Piccolo come un giocattolino, un ragno meccanico appoggiato sul palmo di una mano quando è a riposo, ma capace di volare, schivare gli ostacoli, scartare di lato, velocissimo, di riconoscere una faccia attraverso i dati immagazzinati e i sensori, di individuarla come bersaglio e come una fulminea ape elettronica si tuffa per...

«Vendere armamenti, grande opportunità del Made in Italy»

Vendere bombe stermina-bambini non dispiace più tanto agli esponenti M5S del «governo del cambiamento». Dopo le dichiarazioni del sottosegretario alla Difesa, Angelo Tofalo (M5S) al salone internazionale dei sistemi d’arma appena concluso ad Abu Dhabi - «una grande opportunità per sostenere le...

Haftar all’attacco in Fezzan, a rischio i campi petroliferi gestiti dall’Eni

È intorno a Sebha, capoluogo del Fezzan, al confine sud della Libia, che si è spostato l’epicentro della guerra civile libica. A metà gennaio il generale cirenaico Khalifa Haftar ha lanciato la sua offensiva per espugnare la città che è anche il polo di arrivo di traffici e migranti da Agadez, in...

Italia in missione segreta: base in Nigere guerra ai migranti

Ha il marchio di uno zebù dalle eleganti corna ritorte e il motto ciceroniano Non nobis solum – sul sito del ministero della Difesa – la nuova missione “umanitaria” che il governo italiano ha avviato in Niger in gran segreto. “Umanitaria” per modo di dire, visto che riguarda unicamente il...

«Non siamo pesci», la solidarietà va in piazza Montecitorio

Composti, quasi silenziosi, sotto gli ombrelli e dietro il cartellone «Unica soluzione, l’attracco» ancorato alla recinzione di piazza Montecitorio, si sono radunati a drappelli in un migliaio circa, ieri sera, chiamati a raccolta dalla petizione «Non siamo pesci» lanciata da Luigi Manconi, dalla sua...

I vice si ribellano a Serraj. Conte in Niger e Ciad

Scalpitava da giorni, Ahmed Maetig, il più influente tra i cinque vice premier del governo di Tripoli e alla fine, domenica, con altri due meno illustri colleghi-vice ha dato il benservito a capo, Fayez Serraj. I tre - lui più Fathi Majbari e Abdel Salam Kajman - hanno pubblicato una lettera di fuoco all’indirizzo di...

Dj Rajoelina festeggia, ma ha una grana cinese

Una grande kermesse tutta arancione, il colore della sua campagna elettorale costata ben 140 milioni di euro - in un paese dove il 90 % della popolazione sopravvive con meno di due euro al giorno - tingerà lo stadio di Antananarivo, la capitale, da 22 mila posti, tra due settimane, il 19. Così il nuovo presidente del...

Botta e risposta Raggi-Ciaccheri su Mimmo Lucano

La sindaca pentastellata della capitale Virginia Raggi non ha gradito il successo dell’iniziativa celebrata al teatro Palladium l’altro ieri sera, nel quartiere della Garbatella, per il lancio della candidatura a premio Nobel per la Pace del paese di Riace per il modello di integrazione tra residenti e migranti realizzato dal...

L’Onu: «Orrori impensabili nei centri per migranti in Libia»

«Si ubriacano e poi fanno ciò che vogliono di noi, ci toccano, ci tolgono i vestiti e dobbiamo pagare per uscire». Sono 1.300 i resoconti di prima mano raccolti dallo staff della missione di supporto delle Nazioni Unite in Libia (Unsmil) che sono alla base del rapporto appena pubblicato sulle violazioni dei diritti...

«Il Nobel per la Pace al paese simbolo dell’accoglienza»

«Mi porterò per tutta la vita il ricordo di questa giornata, di tutti voi, uno per uno». Sudato, pallido, mentre a tratti si teneva la testa per una evidente emicrania, sulle labbra un sorriso appena accennato: Mimmo Lucano ieri sera ha reagito così al tributo quasi da rock star che gli ha riservato Roma e in...

Il ritorno del generale Haftar A Palazzo Chigi per due ore

Il generalissimo Kalipha Belqasim Haftar, l’uomo forte della Cirenaica, non ha mai avuto così tanti buoni rapporti con l’Italia come ora. È tornato in Italia per due giorni, a Roma per la precisione, con fondamentale passaggio a Palazzo Chigi, a sole tre settimane di distanza dalla sua ultima visita, alla...

Migliaia in corteo a Roma: «Fermare mafie e povertà»

«Riconoscersi e ribellarsi contro disuguaglianze, mafie e razzismo» diceva lo striscione di testa della manifestazione che ha sfilato ieri per le strade del centro di Roma. MIGLIAIA DI PERSONE, diecimila secondo gli organizzatori, per un corteo cittadino che da piazza della Repubblica ha impiegato circa tre ore per concludersi...

Irene, nera italiana pagata a voucher: «Non posso affittare, ho occupato»

Irene cammina nel corteo in via Cavour allattando al seno il figlio di quattro mesi nascosto da un cappellino di lana con il ponpon. Irene ha venticinque anni, i capelli tirati sù in modo carino e la pelle decisamente ambrata. I suoi genitori vengono da Santo Domingo ma lei è nata in Italia e abita con due figli piccoli in...

Sfratto al Buonpastore: ricorso al Tar

Ricorso al Tar contro la revoca della convenzione comunale per la gestione dell’ex convento seicentesco del Buonpastore. Il consorzio di 30 associazioni di donne che fino a luglio teneva aperto e vitale quello spazio come Casa internazionale delle donne va al contrattacco e impugna l’atto con cui la giunta della sindaca M5S...

Cala il sipario su Palermo e tornano gli scontri a Tripoli

A Tripoli solo nel pomeriggio di ieri è tornata una relativa quiete nella zona sud, quartiere di Ben Ghashir, interessata da nuovi scontri a fuoco tra milizie rivali. La nuova tensione è scattata il giorno dopo la fine della conferenza di Palermo sulla Libia che ha visto al centro dei colloqui proprio la sicurezza nella...

«Sorrisi grandi e ampi», ma non si è parlato di migranti

C’è il detto che la foto «di famiglia» di un vertice, è il vertice. E in effetti lo scatto che ha riunito i partecipanti alla conferenza sulla Libia nel giardino dell’hotel Villa Igea, affacciato sul mare scintillante di Palermo pattugliato da corvette militari, è stato molto sofferto e atteso....

Alla fine Haftar arriva. Ma è il controvertice a prendere Palermo

A Palermo tutti, anche la signora Emma sull’autobus 107, pensavano che alla conferenza sulla Libia che ha militarizzato la città portando un sacco di disagi «non è venuto nessuno, aspettavano Trump ma non è venuto neanche Aktar». S’INTENDE IL GENERALE Kalipha Belqasim Haftar, di cui non tutti...

Pullman bloccati, schedati migliaia di manifestanti

I carabinieri fanno cenno all’autista di deviare nell’area dell’autogrill, tutti i passeggeri del pullman vengono fatti scendere e in fila devono mostrare il contenuto di borse e zaini. «Ma ci sono solo panini..», fa una signora con i capelli bianchi e un fazzonello annodato al collo, «guardi che...

Roma invasa, ma dagli antirazzisti

«Umano», in tutte le sue declinazioni, è la parola che ha risuonato di più alla grande manifestazione antirazzista contro il decreto-sicurezza che ha invaso ieri pomeriggio le strade di Roma. Umano contrapposto a «Salvini», sempre nelle varie accezioni di decreto e di esternazioni del ministro...



Pagina 1 di 6