La Corte europea boccia l’Italia: l’ergastolo ostativo vìola i diritti umani

La Corte europea dei diritti umani, accogliendo il ricorso di Marcello Viola (condannato negli anni Novanta per associazione mafiosa), ha sancito che l’ergastolo senza prospettiva di rilascio costituisce un trattamento disumano. Una sentenza che si rivolge esplicitamente al legislatore italiano, chiedendogli di mettere mano a...

Il dissenso di piazza nelle mani del «superprefetto» Salvini

 Migranti, organizzazioni non governative, oppositori di varia natura sono ancora una volta usati come scudi elettorali. Il cosiddetto decreto sicurezza-bis è palesemente fuori dalla ragionevolezza costituzionale. L’obiettivo esplicito è quello di concentrare una somma di poteri nelle mani di un solo ministro,...

Finalmente la giustizia vale più dello spirito di corpo

La legalità costituzionale, che comprende in sé il diritto all’inviolabilità della propria integrità psico-fisica e dunque il diritto a non essere maltrattati e torturati, non si ferma sulla soglia di una caserma dei carabinieri.A quasi due lustri dalla morte di Stefano Cucchi, dopo anni di indagini, dopo...

Viterbo, il carcere del terrore. Il governo intervenga subito

«Ho subito violenze, gravi lesioni corporali e torture varie». «Mi hanno tenuto in mutande d’inverno per giorni in una "cella liscia" e sono stato preso a pugni. Ho la testa piena di cicatrici». «Hanno tre squadrette solo per menare detenuti». «Aiutatemi ad andare via da questo...

Carcere, il Garante bacchetta le istituzioni: «Cambiare linguaggio»

«La sofferenza, sia essa la risultante di proprie azioni anche criminose, del proprio desiderio di una vita diversa e altrove, della propria vulnerabilità soggettiva, merita sempre riconoscimento e rispetto. Merita un linguaggio adeguato, soprattutto da parte di chi ha compiti istituzionali. L’espandersi di un...

Un cattivo esempio pubblico di legalità

Era la vigilia di Natale del 1992, e non era ancora stato arrestato Totò Riina, quando fu introdotta nell’ordinamento penitenziario la seguente norma: «Nelle traduzioni sono adottate le opportune cautele per proteggere i soggetti tradotti dalla curiosità del pubblico e da ogni specie di pubblicità,...

Aumentano i suicidi in carcere, come prevenire

Nelle ultime ore ci sono stati due suicidi in carcere, uno a Messina e l’altro a Trento. Tra i detenuti che negli ultimi mesi si sono ammazzati ci sono anche un giovane senegalese e uno tunisino. Il primo si è suicidato qualche giorno fa nel carcere di Pisa, il secondo a settembre in quello di Civitavecchia. Il giovane...

L’internamento di massa è una necessità primaria del capitalismo

C’è più di un modo per interpretare la crisi della democrazia e dello stato di diritto in cui siamo precipitati. Ci si può affidare a modelli economici, a tecnicalità giuridiche, ad approfondimenti geo-politici oppure leggere (o rileggere) uno straordinario classico della letteratura sociologia e...

Le coscienze scosse da Rebibbia e la rivoluzione copernicana necessaria

Le carceri sono stracolme di persone che hanno problemi di salute fisica e psichica, nonché di persone che in qualche modo hanno avuto una storia più o meno lunga di dipendenza con le sostanze stupefacenti. Non è facile censirle tutti, ma una sorta di indagine globale penitenziaria biografica potrebbe forse ben...

IL SILENZIO NECESSARIO, BONAFEDE E LA POLITICA DEL CAPRO ESPIATORIO

Di fronte a due bimbi morti e alla tragedia immane avvenuta nel carcere femminile di Rebibbia avremmo tutti dovuto chiuderci in un rispettoso silenzio. Di fronte a un fatto di cronaca così terribile il silenzio ha una forza etica imparagonabilmente superiore a chi spreca parole per spiegare, strumentalizzare, sentenziare. Una...

L’elettroshock su persone disarmate, con il Taser cresce il rischio abusi

Da ieri una settantina di agenti in dodici città per i prossimi tre mesi (Milano, Napoli, Bologna, Torino, Firenze, Palermo, Genova, Catania, Padova, Caserta, Reggio Emilia, Brindisi) avranno in dotazione una pistola che spara scariche elettriche. La pistola è comunemente chiamata Taser dal nome della prima ditta produttrice...

Ci salvino i giudici e il ricordo di Re Cecconi

La proposta della Lega sulla legittima difesa è un atto di sfiducia verso lo Stato, le forze dell’ordine, i giudici, gli studiosi e i giuristi. Essa significa abdicare alla funzione di controllo dell’ordine pubblico da parte delle polizie.Significa dare un messaggio per la proliferazione delle armi e del loro uso...

La pena, per i detenuti,è certissima

Più carceri da costruire, più carcere per tutti, più certezza della pena. È stato questo in estrema sintesi il passaggio dedicato al carcere all’interno del discorso in Parlamento del presidente del consiglio, Prof. Giuseppe Conte. Una ricetta generica, nota, costosa, che, se realizzata, produrrà...

Lo straniero criminale è un falso: ora riforma subito

Tante, troppe le falsità sentite e subite sul rapporto tra immigrazione e criminalità. Sembrava che gli stranieri fossero tutti delinquenti e galeotti. Invece scopriamo ben altre verità nel 14esimo rapporto di Antigone sulle carceri. Scopriamo che sono state raccontate fandonie non basate su dati reali. Negli ultimi...

TASER, L’ELETTRO SHOCK SUPERA IL MANGANELLO

Il 20 marzo il ministero degli Interni, Direzione anticrimine, ha diramato una circolare diretta a sei questure italiane di grandi città Brindisi, Caserta, Catania, Milano, Padova e Reggio Emilia autorizzandole a una sperimentazione all’uso della pistola Taser. PARTIAMO DAL NOME. Perché le pistole si chiamano Taser?...

Ha vinto la paura della destra

La riforma dell’ordinamento penitenziario non è stata approvata. Ieri il Consiglio dei Ministri ha lasciato in naftalina le norme sulle misure alternative, sulla sanità penitenziaria e sulla vita interna alle carceri. Il 4 marzo è vicino e una variegata compagnia ha già intascato il primo risultato. Ha...

Security speech. Proclami a vanvera del Centrodestra

Nel nome della sicurezza - presunta, possibile, percepita, nazionale, democratica - si sta per concludere la campagna elettorale. Non è la prima volta e non sarà l’ultima. Di sicurezza c’è chi si nutre come le sanguisughe. Di sicurezza però anche si muore, perché come un boomerang prima o poi...

La lunga attesa di una riforma promessa

In uno dei momenti più bui della storia italiana associazioni, operatori, avvocati, magistrati, giuristi, detenuti sono tutti in attesa della riforma dell’ordinamento penitenziario. Sono passati quasi cinque anni da quando l’Italia fu condannata dalla Corte europea dei diritti umani ne

Bolzaneto e Asti, la tortura è nelle carceri

Oltre 4 milioni di euro di risarcimenti e l’ennesima brutta figura internazionale. A 16 anni dal G8 di Genova, dopo le sentenze sulla Diaz, e a 13 da quanto accaduto nella prigione di Asti, arrivano altre due condanne da Strasburgo, le ennesime, per tortura. Non una parola qualunque ma tortura.  Stavolta, t

Il «caffè» corretto all’omologazione anti immigrati

Gentile Massimo Gramellini, lei scrive nel suo caffè mattutino che: «Una bambina di Modena iscritta alla seconda elementare si ritrova in classe, unica italiana, con diciotto bimbi di altre etnie che la isolano durante la ricreazione, parlano altre lingue, non vanno alle sue feste e no



Pagina 1 di 11