Risultati per:

  • Autore: PATRIZIO GONNELLA
Modifica ricerca

COMMENTO

Reparti da chiudere e gesti di coraggio da ricordare

ITALIA. C’è un numero che caratterizza il 2023 penitenziario: 10.000. Sono almeno tante le persone detenute in più rispetto alla capienza regolamentare delle carceri italiane. Numeri freddi che significano: condizioni igienico-sanitarie deteriorate, riduzione delle possibilità di contatto con gli operatori sociali,...

COMMENTO

Suicidi in carcere, 67 da gennaio. Un’enormità

ITALIA. Ogni cinque giorni si ammazza un detenuto nelle carceri d’Italia. Un elenco tragico che ho deciso di riportare qua di seguito per restituire loro memoria e in alcuni casi anche giustizia. Indira Rustich, 37 anni, si è suicidata a Trento il 10 dicembre.Il 10 dicembre è il giorno in cui vengono celebrati i diritti umani....

COMMENTO

Il ritorno del carcere fascista

ITALIA/ROMA. Con il nuovo delitto di rivolta nasce il reato di lesa maestà carceraria. Il governo, a volto e carte scoperte, ha deciso di stravolgere il modello penitenziario repubblicano e costituzionale, ricollegandosi al regolamento fascista del 1931. Il crimine di rivolta carceraria, così come delineato nel pacchetto sicurezza,...

COMMUNITY/COMMENTO

60mila detenuti e il governo di destra butta la chiave

ITALIA. I detenuti hanno raggiunto la quota di 60 mila. Più o meno 10 mila in più rispetto alla capienza regolamentare. Numeri che non si vedevano da tantissimo tempo.Era il 2013 quando l’Italia fu condannata per trattamento inumano e degradante a Strasburgo, da parte della Corte Europea dei diritti umani, nella famosa...

SOCIETA/OPINIONI

Tortura, riformare la legge ora vuol dire affossare i processi

ITALIA. È di due giorni fa la notizia delle accuse di tortura nei confronti di 23 agenti di polizia penitenziaria a Cuneo. Ancora una volta, in alcuni commenti, piuttosto che soffermarsi su quanto accaduto si evoca la necessità di mettere mano alla legge che proibisce la tortura. È come se a seguito di una persona ammazzata...

SOCIETA/APERTURA

«Tortura» di Stato a San Gimignano

ITALIA/SAN GIMIGNANO (SIENA). «Quanto emerso corrisponde ad un ripugnante e disinvolto esercizio di violenta disumanità e di ostentato disprezzo nei confronti di una persona detenuta, praticato per giunta in assenza del benché minimo indice o cenno di atteggiamento violento o aggressivo da parte di quella persona». La sentenza che ha portato...

COMMENTO

Celle strapiene e politica ferma. Silenzio complice

ITALIA/TORINO. Una donna nigeriana si è lasciata morire di fame e di sete in carcere a Torino. Non mangiava da tre settimane. Non beveva da qualche giorno. Pare avesse rifiutato il ricovero. Era mamma di un bimbo di quattro anni con problemi di autismo. Si è lasciata morire. Era reclusa in un reparto interno psichiatrico che, viste le...

POLITICA/APERTURA

Garante nazionale, la nuova triade ignora detenuti e tortura

ITALIA/ROMA. Nei giorni scorsi abbiamo finalmente conosciuto i nomi di coloro che dovrebbero sostituire Mauro Palma, Emilia Rossi e Daniela De Robert nel difficile e strategico ruolo di Garanti delle persone private della libertà personale. È stata avviata dal ministro della Giustizia la procedura che dovrebbe portare, dopo un passaggio...

COMMUNITY/COMMENTO

Il falso garantismo visto dalle carceri

ITALIA. Negli ultimi giorni si sono riaccesi i riflettori intorno al rapporto tra giustizia e politica. Abbiamo ascoltato le stesse parole che hanno tristemente caratterizzato il dibattito pubblico a partire dall’ingresso nello spazio pubblico di Silvio Berlusconi. Il garantismo è una teoria giuridico-costituzionale troppo seria per...

PRIMA/COMMENTO

È tortura, ora il governo non tocchi il reato

ITALIA/VERONA. Ci sono due buone notizie nell’inchiesta veronese a proposito delle violenze brutali commesse nella Questura locale. La prima è che ci sono poliziotti i quali, nel solco della legalità e del mandato loro assegnato dalla Costituzione, hanno indagato sui loro colleghi, presunti torturatori. La seconda è che ancora...

COMMENTO

Tortura, il divieto che fa democrazia

ITALIA . Siamo al XIX rapporto di Antigone sulle condizioni di detenzione in Italia. Il primo risaliva al cambio di millennio e fu la straordinaria visione di un grande magistrato, Sandro Margara, che si trovava a capo del Dap a quel tempo, a consentirci di svolgere il nostro lavoro. Di «stanchezza penitenziaria» scriveva Salvatore...

COMMENTO

Due scioperi della fame nel silenzio generale

ITALIA/AUGUSTA . Il carcere è sofferenza, solitudine, disperazione. È un grande rimosso sociale. Quando se ne parla ci si affida a stereotipi e banalizzazioni.Non possiamo comprendere cosa sia il carcere per chi lo subisce e per chi lo vive solo attraverso le categorie della politica criminale. Il carcere è afflizione. A volte il...

COMMUNITY/COMMENTO

Ergastolo ostativo e 41bis, nel frullatore di Report

ITALIA. Di fronte alla complessità di un’istituzione come il carcere, al dolore delle storie recluse, a questioni che richiederebbero analisi piuttosto che sentenze, ci vorrebbe cautela. Quella cautela in poenam di cui ha scritto e parlato papa Francesco a proposito dell’uso della galera. Lo scorso lunedì è andata...

COMMENTO

Cancellarlo sarebbe un triste primato

ITALIA/ROMA. Sembra quasi fatto apposta. Nello stesso giorno in cui è stato pubblicato il rapporto del Comitato europeo per la prevenzione della tortura (Cpt) che aveva visitato l’Italia circa un anno fa, Fdi presenta una proposta di legge per abrogare il reato di tortura.Sembra quasi fatto apposta. Nello stesso giorno in cui è...

POLITICA/COMMENTO

Ministro Nordio, ecco cosa va cambiato nel regime duro

ITALIA/ROMA. La decisione della Cassazione su Alfredo Cospito ributta la palla nel campo della sfera politica, dove sin dall’inizio essa vagava. Molto di quello che potrebbe accadere (o non accadere) di tragico nei prossimi giorni è nelle mani e nella coscienza del ministro della Giustizia Carlo Nordio. Potrà sempre in autotutela...

SOCIETA/TAGLIO BASSO

Pestaggio nel carcere di Ivrea, un passo verso il processo

ITALIA/IVREA . Questa volta non potremmo chiamarla tortura in un’aula di tribunale. I fatti accaduti nel carcere di Ivrea risalgono infatti a un periodo – 2015 e 2016 – in cui non vi era nel codice penale alcuna norma che proibisse esplicitamente la tortura, così come il diritto internazionale imponeva da decenni e Cesare...

COMMENTO

Allargare lo sguardo oltre il carcere di Opera

ITALIA/MILANO. In primo luogo va ricordato che il codice penale in vigore, compreso il reato di cui all’articolo 285, è intriso di cultura politica illiberale. Per il delitto di strage, devastazione e saccheggio, nella sua originaria versione, era prevista addirittura la pena di morte. Cospito, anche a causa degli irrigidimenti previsti per...

COMMUNITY/COMMENTO

Le carceri italiane dalla A alla Z

ITALIA. Quella di Antigone, nella versione sofoclea, è la lotta della giustizia contro la legge, della fraternità contro il potere. Portare un nome tragico è una grande responsabilità. Il 2022 è stato l’anno in cui è iniziato il più grande processo in Europa per tortura, anche a seguito di un...

COMMENTO

Adulti e ragazzi, se la pena è la stessa non c’è giustizia

ITALIA/MILANO. Era il 1988 quando fu approvato il codice di procedura per minorenni, ispirato a principi di ragionevolezza, adeguatezza alla età in formazione dei ragazzi sotto processo, minimizzazione dell’impatto penale e carcerario, contrasto alla stigmatizzazione del processo e della condanna. Ogni ragazzo o giovane è una vita in...

SOCIETA/COMMENTO

Walino da Bari e i tremila carcerati marocchini

MAROCCO/ITALIA/BARI . Nel giorno in cui la città era sveglia dall’alba per festeggiare il suo santo, venerato ad est e ovest, Bari ha tenuto il fiato sospeso fino all’ultimo rigore per stringersi intorno a Walino, il suo bomber marocchino. Così come a Bari i tanti Nicola sono chiamati Colino, Walid Cheddira ha avuto la fortuna di...

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it