Risultati per:

  • Autore: MURAT CINAR
Modifica ricerca

INTERNAZIONALE/APERTURA

Ataturk «persona non grata». Salta la partita a Riyadh

TURCHIA/ARABIA SAUDITA/RIYAD. La finale della Supercoppa di calcio turca sarebbe dovuta svolgersi lo scorso venerdì, 29 dicembre, nella città di Riyadh, in Arabia Saudita, se non fosse stato per una crisi diplomatica che ha sconvolto i piani.LA FEDERAZIONE calcistica turca (Tff) aveva annunciato già a ottobre che la partita - durante la quale si...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

Erdogan grida al «genocidio» mentre continua a vendere armi a Tel Aviv

TURCHIA. Mentre il governo turco continua a presentarsi come salvatore dei palestinesi e accusa Israele di «genocidio», Metin Cihan, giornalista in esilio, continua a rivelare la continuità dei rapporti commerciali tra i due Paesi. Secondo dati resi pubblici dall'Assemblea degli esportatori di Turchia, a novembre, nonostante i...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

Metin Cihan: «Ecco le aziende turche vicine al governo in affari con Israele»

TURCHIA/ISRAELE/GAZA . Di fronte ai fatti di Gaza, il governo turco continua la sua dura campagna politica contro il governo israeliano, associata a una serie di boicottaggi verso aziende legate a Israele e Usa. Tuttavia emergono nuovi dettagli sui rapporti commerciali ancora attivi con Tel Aviv, che coinvolgono personaggi di rilievo legati alla coalizione...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

Doppia faccia turca: critica Israele ma il business non si tocca

TURCHIA. In Turchia, mentre il governo centrale intraprende la sua battaglia contro il governo israeliano, sia all’interno che all'esterno, e si schiera con Hamas, il grande capitale turco continua a fare affari con Israele, nel totale silenzio politico.Dall’inizio dell’attacco ancora in corso a Gaza, la posizione di Ankara...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

L’Erdogan solidale con i palestinesi è lo stesso che bombarda i curdi

TURCHIA/ISRAELE/GAZA . Per la prima volta dall'inizio del conflitto, la posizione di Recep Tayyip Erdogan è apparsa inequivocabile: «Hamas non è terrorista ma un gruppo di liberazione», aveva detto mercoledì, generando una serie di reazioni negative a livello internazionale: da Gerusalemme il ministro della Cultura israeliano...

INTERNAZIONALE/TAGLIO MEDIO

Erdogan vuole mediare mentre bombarda i curdi

ISRAELE/TERRITORI/TURCHIA. La guerra tra Israele e Hamas coinvolge anche la Turchia mentre Ankara prosegue le operazioni militari in Medio Oriente. Inizialmente, il presidente Erdogan aveva dichiarato che era giunto il momento di riconoscere la Palestina come Stato indipendente, con Gerusalemme capitale. Il tono del suo intervento, il 10 ottobre, è diventato...

ULTIMA/APERTURA

Hatay sotto le macerie dello Stato

TURCHIA/HATAY (ANTIOCHIA). Sono trascorsi quasi otto mesi dai due terremoti che hanno colpito il sud-est della Turchia, causando la morte di oltre cinquantamila persone. Un evento naturale che ha però avuto un impatto devastante, principalmente a causa delle scelte urbanistiche fallimentari fatte negli ultimi anni. Alcuni costruttori responsabili di questa...

ULTIMA/APERTURA

Non è un paese per tutt*

TURCHIA. Le istituzioni in Turchia stanno diventando sempre più omotransfobiche. L'attuale governo, rafforzato dalle formazioni fondamentaliste nell'ultima tornata elettorale, sta conducendo una "crociata" contro le persone Lgbtq+. In questa prospettiva, l'intolleranza che si sta diffondendo nella società è inevitabile....

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

Il giornalista turco Pehlivan torna in cella: «Pago il prezzo del mio lavoro»

TURCHIA. Baris Pehlivan, giornalista turco, il 15 agosto entrerà in carcere per la quinta volta nella sua carriera giornalistica durata venti anni.Nel 2020, in Turchia, più di centomila persone erano state temporaneamente scarcerate per motivi di sicurezza legati alla pandemia da Covid-19. La manovra era stata fortemente criticata,...

ULTIMA/APERTURA

La foresta è nera

TURCHIA/ANATOLIA. In questi giorni in Turchia migliaia di persone hanno lottato contro la distruzione di una foresta. Si tratta di un progetto che prevede l’ampliamento di una miniera di carbone già operativa nel distretto di Milas, nei confini della città di Mugla. La foresta si chiama Akbelen e si trova nell’ovest...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

Giovani, attivisti, pure i conservatori: la grande fuga verso l’Europa

TURCHIA . Negli ultimi anni si registra un’ondata di emigrazione dalla Turchia. Tra i motivi che spingono a partire senz’altro ci sono quelli politici. La Turchia è spesso al centro del dibattito pubblico per la mancanza diffusa di libertà di espressione. Formazioni politiche d’opposizione, mondo accademico,...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

Fidan e Kalin, la politica estera in mano alle due «scatole nere» di Erdogan

TURCHIA. Il 2 giugno in Turchia è nato il 66esimo governo. Il nuovo gabinetto presidenziale è composto da diciotto ministri, di cui un’unica donna e nessun parlamentare. Grazie al referendum costituzionale del 2017 non esiste più la figura del primo ministro e nemmeno la fiducia parlamentare: è il presidente della...

INTERNAZIONALE/APERTURA

Con la paura e la censura Erdogan ri-vince. Ma di poco

TURCHIA. Domenica scorsa si è concluso il secondo turno delle elezioni presidenziali In Turchia. Il vincitore del ballottaggio è l’attuale presidente della Repubblica, Recep Tayyip Erdogan, con il 52,18% dei voti. Il suo avversario Kemal Kiliçdaroglu ha portato a casa il 47,82% dei consensi. L’affluenza è...

INTERNAZIONALE/APERTURA

Erdogan vs Kilicdaroglu, l’ago della bilancia è a destra

TURCHIA. Oggi la Turchia va al ballottaggio: per il secondo turno delle elezioni presidenziali poco più di 64 milioni di persone potranno andare a votare per scegliere tra l’attuale presidente, Recep Tayyip Erdogan, e il candidato delle opposizioni Kemal Kiliçdaroglu. Tra il 20 e il 24 maggio le cittadine e i cittadini...

INTERNAZIONALE/APERTURA

Exploit a destra, un turco su 5 vota un partito ultranazionalista

TURCHIA. In Turchia, se per decidere il prossimo presidente si andrà al ballottaggio, le elezioni politiche si sono concluse. Intanto alcuni partiti presentano ricorsi e chiedono il riconteggio: la formazione del parlamento potrebbe subire alcune variazioni. Di certo le politiche del 14 maggio hanno visto la notevole crescita dei partiti di...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

Bacino di voti e forza economica: la galassia islamista che vota Akp

TURCHIA. Dell’Alleanza della Repubblica, la coalizione di cinque partiti che propone come candidato presidente l’attuale, Recep Tayyip Erdogan, tre di questi spiccano per la loro linea politica decisamente fondamentalista. Il Partito della Grande Unione (Bbp), formazione nazionalista e conservatrice, dal 1993 porta avanti...

INTERNAZIONALE/APERTURA

Archiviare Erdogan restando a (centro) destra. Con un po’ di socialismo

TURCHIA. Il 14 maggio in Turchia si svolgeranno le elezioni presidenziali e politiche. Originariamente si sarebbero dovute svolgere a giugno ma secondo il governo le partenze per le vacanze avrebbero disincentivato il voto. Eppure oggi, dopo i terremoti di febbraio, le difficoltà per esercitare il diritto al voto restano un punto...

INTERNAZIONALE/TAGLIO MEDIO

Opposizioni unite sul rivale di Erdogan. Non sulle idee

TURCHIA . «Iniziamo», ha detto Kemal Kiliçdaroglu, rivale dell’attuale presidente della Repubblica, davanti a una folta folla ad Ankara il 6 marzo scorso. È l’avversario numero uno di Erdogan e riceve il sostegno di sei partiti d’opposizione. Lo sfidante, classe 1948, riuscirà a sconfiggere il...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

Proselitismo mascherato da assistenza, la strategia degli islamisti filo-Erdogan

TURCHIA. I terremoti che hanno colpito Turchia e Siria il 6 febbraio hanno creato un enorme danno nel tessuto architettonico, economico e sociale. Il regime al potere cerca di riempire la quasi totale inesistenza e l’incapacità dello Stato con associazioni e fondazioni ultrafondamentaliste che hanno un passato pieno di...

INTERNAZIONALE/APERTURA

Tra le macerie turche lo Stato è invisibile. Ma c’è la società civile

TURCHIA. I due terremoti avvenuti in Turchia il 6 febbraio hanno reso evidente, tra tanti, un fatto molto importante: le persone non si fidano più delle istituzioni. Il mancato e scarso intervento della protezione civile e, in alcune zone, l’assoluta assenza degli amministratori locali si sono mescolati all’arroganza del potere...

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it