Risultati per:

  • Autore: MARCO BOCCITTO
Modifica ricerca

COMMENTO

Il Sudafrica indossa la kefiah di Mandela

SUDAFRICA/ISRAELE/GAZA . Quello di Israele a Gaza se non è un genocidio ci somiglia molto. Sono ormai in tanti a dirlo, ma solo il Sudafrica venerdì ha preso carta e penna per denunciarlo di fronte alla Corte internazionale di giustizia. E la reazione di Tel Aviv non si è fatta attendere.Apriti cielo: prima che fosse Shabbat, il governo...

INTERNAZIONALE/BALCONE

L’aviazione nigeriana colpisce ancora: 15ma strage di innocenti

NIGERIA/KADUNA . L'aviazione nigeriana ha colpito ancora. E duramente. Per imperizia umana o per un sistema di intelligenza artificiale giunto a conclusioni errate, o entrambe le cose. Un altro errore, l'ultimo di un lunga serie e il più grave per numero di vittime innocenti provocate. Si è verificato domenica nello stato di Kaduna. Un drone...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

Atrocità sui bambini e profughi soli

SUDAN . Nella notte il Consiglio di sicurezza dell'Onu si è ritrovato a discutere di Unitams, la «Missione integrata di assistenza alla transizione delle Nazioni Unite in Sudan». Interrogandosi forse sul senso di un suo rinnovo, posto che la «transizione» è stata bruscamente interrotta dal golpe del generale...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

250 dollari e tante scuse per le vittime degli abusi

REPUBBLICA DEMOCRATICA CONGO. Nel vero mondo al contrario degli operatori umanitari accusati di massima disumanità, il più grave episodio di abusi sessuali nella storia dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) torna a far notizia per la pochezza insultante dell’indennizzo - definito un «pacchetto di sostegno» - che...

INTERNAZIONALE/TAGLIO MEDIO

Guerra in Sudan, Dagalo va trattato da «terrorista»

SUDAN. Mentre in Sudan non si vedono spiragli di pace all'orizzonte, uno dei due protagonisti del conflitto che ha già provocato migliaia di morti e oltre 5 milioni di profughi è intervenuto ieri mattina all'Assemblea generale dell'Onu in corso a New York. Nel suo discorso il presidente del Consiglio sovrano, generale Abdel Fattah...

INTERNAZIONALE/BALCONE

Niger, la giunta militare non fa sconti. E nomina un suo premier

NIGER/NIAMEY. La giunta militare nigerina tira dritto. Messa per ora in standby la guerra per procura immaginata da Stati uniti e alcuni paesi europei per ristabilire lo status quo antecedente al golpe, in Niger ieri è stato comunque un giorno di intense manovre diplomatiche. Che però al pari delle precedenti non hanno prodotto nulla. In...

INTERNAZIONALE/APERTURA

Per la giunta militare è il giorno della verità

AFRICA/NIGER. Sarebbe il giorno della verità in Niger, ma i «ma» non mancano. Di certo, a una settimana dal regime change imposto dai vertici dell’esercito riuniti nel Consiglio nazionale per la salvaguardia della patria (Cnsp), la crisi è a un passaggio chiave. Scade infatti oggi l’ultimatum lanciato dalla...

EDITORIALE

Armi e muri, aiutiamoci a casa loro

NIGER/AFRICA . Sulle disgrazie dell’Africa post-coloniale al tempo della Guerra fredda, la vox populi del continente amaramente concludeva che non c’era molto da fare, «quando due elefanti combattono, l’erba sottostante soffre». Ora che il numero degli elefanti si è moltiplicato a dismisura e la lotta per...

INTERNAZIONALE/COMMENTO

Il made in Italy che tira a Niamey

NIGER/ITALIA. In gennaio, alla Base Aerienne 101 di Niamey che in queste ore incerte offre riparo ai 350 militari italiani di stanza in Niger, il generale Figliuolo certificava il «baluardo che vede operare insieme militari nigerini e italiani in una missione formativa e addestrativa delicata e complessa ma che procede senza intoppi e con sempre...

EUROPA/TAGLIO MEDIO

Pestaggi stradali, bufera sulla scorta del vicepresidente

SUDAFRICA/JOHANNESBURG. La notizia in questo caso non riguarda tanto i metodi poco ortodossi della polizia sudafricana e neanche il fatto che siano documentati oltre ogni ragionevole dubbio da un video, quanto piuttosto il fatto che gli agenti coinvolti facciano parte della scorta del vicepresidente della repubblica. Paul Mashatile, membro illustre...

INTERNAZIONALE/APERTURA

Stop ai negoziati per il Sudan. E orrore nell’orfanotrofio

SUDAN/ARABIA SAUDITA. Scaduta l’ennesima tregua non rispettata e interrotti i colloqui in corso tra le parti in Arabia saudita, nessuna pietà sembra manifestarsi per i civili intrappolati nel conflitto sudanese. A Khartoum, Omdurman, Bahri e in altre zone del paese, in particolare nel Darfur occidentale, con aumento esponenziale dei bisogni per le...

INTERNAZIONALE/TAGLIO MEDIO

Immunità diplomatica per Putin? In Sudafrica si va allo scontro

SUDAFRICA/RUSSIA . Prima le accuse lanciate dall'ambasciatore statunitense Reuben Brigety sulla nave carica di armi sudafricane destinate alla Russia; ora i sospetti adombrati da più parti sulla volontà del governo di Pretoria di garantire l'immunità diplomatica a Vladimir Putin, nel caso il presidente russo volesse partecipare al...

INTERNAZIONALE/APERTURA

Raid aerei e minacce di far saltare le dighe. Il Sudan senza tregua

SUDAN. Continua l’incubo per 47 milioni di sudanesi intrappolati nei combattimenti giunti al 14mo giorno e per quelli - decine e decine di migliaia, con numeri in rapida crescita - che con ogni mezzo, anche incolonnandosi a piedi, cercano scampo oltre i confini dei paesi vicini. Un certo stridore è venuto a crearsi ieri tra le...

INTERNAZIONALE/INTERVISTA

Emergency resta aperta per guerra, «ma il peggio deve venire»

SUDAN/KHARTOUM. Abbiamo raggiunto al telefono a Khartoum Franco Masini, il medico a capo della missione di Emergency che ha tenuto aperto nella capitale sudanese il Salam Center, l’unico ospedale di tutta l’Africa che offre gratuitamente assistenza cardiochirurgica di alto livello. In questi giorni svolge lo stesso lavoro che fino al 2016 era...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

«Chiusi in casa, condividiamo il poco cibo e la paura»

SUDAN/KHARTOUM. «Il popolo sudanese in questa guerra di generali non è previsto». Lo sconforto di Suliman Ahmed, che in tante vite collezionate ne ha archiviata anche una da rifugiato politico in Italia tra il 2004 e il 2010, arriva forte da Khartoum anche nella totale instabilità della connessione, nuovamente collassata nella...

INTERNAZIONALE/APERTURA

Tregua armata nel Sudan dei generali, parte seconda

SUDAN/KHARTOUM. Unica certezza, nella confusione che regna da sabato in Sudan, è che nelle 24 ore di tregua annunciata per curare i feriti e dare una chance di fuga ai civili intrappolati nelle zone più calde, altre decine di vittime si sono aggiunte a bilanci ufficiali che parlano ormai di circa 300 morti e 3 mila feriti. Con tanta...

POLITICA/TAGLIO BASSO

Dighe, prestiti e armi: il nuovo «protagonismo italiano» in Africa

ITALIA/ETIOPIA/ADDIS ABABA. «Un Paese con cui l'Italia vanta storiche relazioni, importanti, che io intendo rafforzare ulteriormente». Detto da Giorgia Meloni dell’Etiopia, in Etiopia, può suonare sinistro, mancando qualsiasi presa di distanza da quanto la storia su queste relazioni racconta. Ma certo nessuno poteva aspettarsi che il...

VISIONI/INTERVISTA

Lucas Santtana dal post-tropicalismo al post-darwinismo. Con dolcezza

FRANCIA/MARSIGLIA. Nel 1970, anno di nascita di Lucas Santtana, il cambiamento climatico ancora non "esisteva", ma David Axelrod se ne usciva con un disco intitolato Earth Rot. Due lunghe suite, The Warnings (Gli avvertimenti) e The Signs (I segni) in cui, servendosi di celestiali arrangiamenti e attingendo dal Vecchio Testamento come dai miti dei Navajo,...

INTERNAZIONALE/APERTURA

«Mai più dittatura». La risposta dell’altro Brasile all’assalto

BRASILE. Crolla la popolarità di Jair Bolsonaro, cresce il Prodotto interno lordo. Cresce anche l'inflazione, ma molto meno che altrove. In Brasile a due giorni dall'assalto organizzato dell'estrema destra ai palazzi delle istituzioni, le notizie sull'andamento dell'economia nazionale sembrano ostentare una sorta di normalità...

INTERNAZIONALE/CORSIVO

Meloni e Bolsonaro, una Vox sola

BRASILE/ITALIA. Faceva quasi tenerezza il tweet con cui la premier italiana Giorgia Meloni prendeva atlanticamente posizione parecchie ore dopo l'invasione golpista di Brasilia. Senza esprimere solidarietà diretta a Lula, ma limitandosi a un generico, educatissimo riferimento alla difesa delle istituzioni democratiche che lo stesso Bolsonaro non...

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it