Risultati per:

  • Autore: MARCELLO LORRAI
Modifica ricerca

VISIONI/APERTURA

La «terra incognita» di Masotti, passione tra suono e immagine

ITALIA/RAVENNA . «Un paradigma vivente della trasversalità che la musica di ricerca stava sviluppando negli anni settanta»: così, con i suoi interessi che lo portavano a spaziare - anche letteralmente, girando per l'Europa - dal jazz alla musica improvvisata alle forme non convenzionali di musica contemporanea, appariva all'epoca...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

Pablo Milanés, Cuba e le sue contraddizioni

CUBA/SPAGNA/MADRID. «Credo sia stato un errore definirci dei cantanti socialmente e politicamente impegnati e niente di più», diceva nel 2006 in un incontro con la stampa italiana Pablo Milanés, morto lunedì a Madrid, a 79 anni. «Noi da subito abbiamo coltivato il tema dell'amore così come qualsiasi altro tema....

VISIONI/TAGLIO MEDIO

Le stelle Jeff Parker e Kahil El’Zabar a Novara Jazz

ITALIA/NOVARA. Inaugurando la sua nuova formula «NJ Weekender» - un appuntamento in novembre e uno in marzo – Novara Jazz ha fra l’altro godibilmente accostato due importanti esponenti, Jeff Parker e Kahil El’Zabar, di due diverse generazioni dell’AACM, l’«Associazione per la promozione dei musicisti...

VISIONI/APERTURA

Presente e passato dell’improvvisazione al Jazzfest

GERMANIA/BERLINO. Disposti su due file che si fronteggiano, sul palco sono schierati quindici rossi estintori di vari modelli. Escono gli esecutori, che prendono posto ciascuno al proprio «strumento». Con la sua eleganza demodé, in completo marrone, Sven-Ake Johansson arriva per ultimo, e con le spalle alla platea dispone davanti a...

VISIONI

Rébellion Afrobeat: musica, politica e rivoluzione

FRANCIA/PARIGI. «Voglio presentarmi a voi questa sera come un africano, e voglio che voi mi guardiate come qualcosa di nuovo, di cui non sapete niente: perché il 99 per cento delle informazioni che vi arrivano sull’Africa sono false». Novembre 1978: Fela Kuti si esibisce ai Berliner Jazztage e si presenta al pubblico in maniera...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

Standard e amori infranti, il jazz di Samara Joy

FRANCIA/PARIGI. Nel 2019, poco tempo dopo aver scoperto il jazz, ha vinto la Sarah Vaughan International Jazz Vocal Competition: ed è iniziata la coazione al paragone con le grandi cantanti di un’altra epoca. In ogni caso, se c’è una cosa in cui di sicuro Samara Joy non assomiglia a Sarah Vaughan è la tranquillità:...

VISIONI/APERTURA

Alla Biennale Musica tutto il suono che abbiamo intorno

ITALIA/VENEZIA. Giorno dopo giorno si amplia l’assortimento degli «strumenti» non convenzionali impiegati negli appuntamenti della Biennale Musica 2022. Dopo la vela, l’argano, la vasca piena d’acqua, le pile di mattoni, il cannone e la pistola del Jules Verne di Battistelli, ci sono stati i sassi di Reaching Out del...

VISIONI/TAGLIO BASSO

«Jules Verne», l’immaginazione radicale in forma di spettacolo per Battistelli

ITALIA/VENEZIA. «Fallire ancora, fallire meglio»: Giorgio Battistelli chiude con queste parole il suo breve ringraziamento dopo che Lucia Ronchetti, nella lunga storia della Biennale Musica prima donna nel ruolo di direttore artistico (al suo secondo anno di mandato), ha esposto le motivazioni con cui gli viene conferito il Leone d’Oro...

VISIONI/INTERVISTA

«La mia musica nativa, cancellata dalla cultura americana dominante»

ITALIA/VENEZIA. Dopo avere dato spazio lo scorso anno a George Lewis, musicista afroamericano che propugna la «decolonizzazione» della musica contemporanea di matrice accademica, per liberarla dalla pesante egemonia bianca da cui è afflitta, nella sua 66esima edizione (14-25 settembre) la Biennale Musica di Venezia, diretta da Lucia...

VISIONI/APERTURA

Jaimie Branch, la tromba per volare alto

USA/BROOKLYN. Riferendo del festival Jazz em Agosto di Lisbona, dove aveva suonato anche con la Exploding Star Orchestra di Rob Mazurek, due settimane fa avevamo scritto che il suo duo con Jason Nazary in autunno avremmo potuto riascoltarlo in Italia. Non sarà così, perché purtroppo Jaimie Branch è morta improvvisamente...

VISIONI/APERTURA

Surreale swing e ritmi irresistibili, la doppia anima di Jazz em Agosto

PORTOGALLO/LISBONA. La palma della maggiore sorpresa di Jazz em Agosto se la aggiudica senz’altro Ahmed, quartetto londinese destinato a celebrare Ahmed Abdul-Malik, singolare figura di polistrumentista newyorkese, fra anni cinquanta e sessanta pioniere nella fusione di jazz e musica araba e nordafricana. Il pianista Pat Thomas è una figura ben...

VISIONI/APERTURA

Avanguardia e ricerca al Jazz em Agosto

PORTOGALLO/LISBONA. «We have a different agenda!», scandisce Moor Mother, voce degli Irreversible Entanglements: e nella serata di apertura della 38esima edizione di Jazz em Agosto, nell’anfiteatro in mezzo al parco della Fondazione Gulbenkian, viene da pensare che un’agenda diversa ce l’ha anche questa storica rassegna. Un...

VISIONI/APERTURA

Note sospese in un assolo, «gli echi della migrazione»

ITALIA/FANO (PESARO E URBINO). Fuori c'è il luglio torrido e la stagione balneare a pieno regime della riviera adriatica. Vestito di nero, immobile, con gli occhi chiusi, Dan Kinzelman è in piedi dentro un confessionale, nella penombra di San Domenico, chiesa nel centro storico di Fano riconvertita in pinacoteca. Con appuntamenti pomeridiani denominati...

VISIONI/APERTURA

Nero profondo: all’Atlantic Expo. Capoverde si mette in mostra

CAPO VERDE/PRAIA. Prima del suo set all'Atlantic Music Expo, Marcos Roberto De Lacerda Veiga è in fibrillazione: le sue origini familiari sono capoverdiane e angolane, il suo progetto Scuru Fitchadu («nero profondo» in creolo capoverdiano) riprende il funaná, che della musica popolare capoverdiana è uno dei generi...

VISIONI/TAGLIO BASSO

Fire and Water Quintet, il jazz è d’avanguardia

ITALIA/PADOVA. Myra Melford, piano; Mary Halvorson, chitarra; Susie Ibarra, batteria e percussioni; Ingrid Laubrock, sax tenore e soprano; Tomeka Reid, violoncello: di per sé un quintetto tutto femminile nel jazz di ricerca non è cosa di tutti i giorni, ma un quintetto così è praticamente una all-star dell’avanguardia....

VISIONI/APERTURA

Fantasmi d’Africa, la violenza spoliatrice

AFRICA/FRANCIA/PARIGI. Fra il 1931 e il 1933 la missione etnografica Dakar-Gibuti attraversa da un lato all’altro il continente nero, con l’obiettivo di documentare le tradizioni che – proprio per effetto della colonizzazione – cominciano a vacillare. Guidata da Marcel Griaule (diventerà di culto il suo libro Dieu d’eau), la...

VISIONI/APERTURA

Musica e avanguardia, tra città alta e bassa. Bergamo celebra il jazz

ITALIA/BERGAMO. Edizione del ritorno alla quasi-normalità, per una rassegna storica che si svolge nella città-simbolo del dramma che abbiamo attraversato. Nato nel ’69, il festival di Bergamo è una delle più antiche manifestazioni deputate al jazz in Italia, e con quella appena conclusa - sotto la direzione artistica di...

VISIONI/APERTURA

Satchmo, assoli swing sulla macchina da scrivere del tempo

USA. È un’emozione paragonabile a quella che si prova quando delle registrazioni inedite illuminano nuovi aspetti dell’arte e della personalità di un grande jazzman: solo che in questo caso non si tratta di reperti musicali ma di testi, a volte vergati a mano, spesso dattiloscritti. Con il felice titolo Un lampo a due...

VISIONI/TAGLIO BASSO

Modernariato arabo, riscoperte negli archivi della memoria musicale

FRANCIA/GERMANIA . L’etichetta francese Wewantsounds e la tedesca Habibi Funk continuano a distinguersi nel significativo trend di riscoperta del modernariato musicale arabo, e si segnalano anche altre iniziative. La Wewantsounds ripubblica in vinile l’Lp Giant + Guitar di Omar Khorshid, che, nato al Cairo, classe 1945, aveva preso il largo dal...

VISIONI/TAGLIO BASSO

Irreversible Entanglements, il fascino indiscreto e politico della blackness

ITALIA/NOVARA. Il passaggio degli Irreversible Entanglements il 7 marzo 2020 allo Spazio Nòva di Novara si prospettava come uno dei più attesi della stagione: fu uno dei primissimi concerti a saltare con l’inizio del lockdown. Novara Jazz, che peraltro già nel 2020 appena ha potuto si è rimessa in moto, e che lo scorso...

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it