Fenomenologia della classe a venire

Il libro di Maurizio Ferrera La società del Quinto Stato (Laterza, pp.144, euro 16) si inserisce in un dibattito più che secolare. L’autore ritiene di avere identificato questo concetto nel «precariato» considerato equivalente a uno «strato sociale» che si aggiunge a quelli già definiti...

IL MOTORE NASCOSTO DELLA RICCHEZZA

In Capitalismo in-finito (Einaudi, pp.198, euro 17), Aldo Bonomi racconta l'ascesa e la caduta della borghesia diffusa del capitalismo molecolare e dei distretti industriali. Dagli anni Ottanta, le sue quattromila imprese sono cresciute grazie al decentramento produttivo e alla riduzione della società italiana al «ceto medio». La crisi ha...

GLI ORIZZONTI PERDUTI DEL FREELANCING

Sergio Bologna e Dario Banfi hanno scritto un libro destinato a durare. La loro inchiesta Vita da freelance. I lavoratori della conoscenza e il loro futuro (Feltrinelli, pp. 278, euro 17) propone alcuni flash sulla genealogia del lavoro indipendente che risale a Sant'Agostino, africano e maestro di retorica freelance, il quale trovò la...

A Luca Santini, il diritto al reddito e la giustizia sociale

È il tristissimo momento di dare una notizia che non avremmo mai voluto neanche pensare. La prematura e morte di Luca Santini, amico caro, sodale e solidale compagno, fratello di molti di noi a Roma e poi in giro per l’Italia, l’Europa, l’Africa e il mondo, tra lotta per il reddito di base e apertura alla vita,...

Un’ecologia politica dei movimenti sociali delle classi subalterne

È un libro molto importante Lavoro Natura Valore. André Gorz tra marxismo e decrescita (Orthotes Editrice, pp. 214, euro 18) di Emanuele Leonardi, sociologo e attivista sociale attualmente di stanza a Coimbra, uno tra i molti di quella furia dei cervelli in fuga, diremmo con un gioco di parole d’altri tempi, ma sempre...

I cupi stendardi di supremazie inventate

Dove va la Gran Bretagna? Questa la domanda che attraversa il brillante, a tratti amaro, ma sempre raffinato e provocatorio pamphlet di Leonardo Clausi, Uscita di insicurezza. Brexit e l’ideologia inglese (manifestolibri, pp. 159, euro 16), firma nota ai lettori de il manifesto, in qualità proprio di corrispondente da Londra....

Scompare Danni Antonello, editore militante

Sabato notte, Danni Antonello, il poeta, traduttore, scrittore, libraio, editore, libero pensatore e caro, dolce, schietto amico è morto a soli 39 anni, stroncato da un malore improvviso. Era nella sua «bottega di arti, libri e carte», la letteralmente e letterariamente meravigliosa e preziosa libreria Scaramouche, nel...

TRE EQUIVOCI, UN UNICO RICATTO

Dopo aver proclamato che avrebbe immediatamente previsto misure di tutela e garanzia per le persone logorate da sei anni di Grande Recessione, Matteo Renzi presenta una bozza da "riformatore del mondo". Come se avesse avanti decenni di tempo per far «ripartire il Paese». Così presenta un indice assai pretenzioso del suo JobsAct:...

CORSO ITALIA CAMBIA VERSO

È indubbio che il gioco d'astuzia stia funzionando a Matteo Renzi. In attesa della proposta ufficiale sul Job Act che arriverà a metà gennaio, il segretario Pd ha ormai riscosso l'interesse del maggiore sindacato italiano. Quella Cgil che è in grado di bloccare, o favorire, qualsiasi riforma, o pseudo tale. E non solo del lavoro. Renzi sa...

PD-FIOM LA STRANA COPPIA

Ad una prima lettura appare strano il rapporto tra Matteo Renzi e Maurizio Landini: un continuo rincorrersi tra dichiarazioni a mezzo stampa, sul vuoto di slogan poco concreti. «Contratto unico a tempo indeterminato per tutti» proclama il neo-segretario del Pd. «Penso che Renzi voglia aprire una fase nuova», ribatte il segretario della...

UN PAIO DI COSE CHE POTREBBE FARE RENZI

Ogni volta che viene nominato un nuovo segretario del partito democratico è certo che si tornerà a parlare dell'eterna, necessaria, fondamentale «riforma del lavoro». In questo caso però Matteo Renzi ha fatto un'operazione di prevedibile scaltrezza. Ha lanciato una serie di slogan per sondare il campo. Ha parlato di «Piano nazionale per...

UN'ALTRA FARSA ITALIANA. QUALE REDDITO MINIMO? È SOLO UNA SOCIAL CARD

Siamo nel mezzo dell'ennesima commedia degli equivoci tipicamente italiana. Peccato che a farne le spese sia quel quarto di popolazione in sofferenza economica e sociale. Tutto inizia con una dichiarazione. «Negli emendamenti riformulati dai relatori vi è un importante intervento, seppur sperimentale, per il contrasto alla povertà:...

IL DIRITTO ALL'ESISTENZA

Non è mai troppo tardi, verrebbe da dire con una punta di amarezza, per prevedere una qualche forma di reddito di base anche nel nostro Paese. Considerando che nelle legislazioni di molti Paesi europei questo passo è stato intrapreso già negli anni Settanta del Novecento, dinanzi alle prime trasformazioni del tardo-capitalismo finanziario...

REDDITO MINIMO, VENDOLA: ECCO LA PROPOSTA DI LEGGE

Sembra che nel desolante panorama parlamentare di questa legislatura qualcosa si muova. Ieri mattina il gruppo parlamentare di Sel, capitanato da Titti Di Salvo, Gennaro Migliore e Nichi Vendola, ha presentato la proposta di legge per l'istituzione del reddito minimo garantito anche in Italia, unico Paese dell'Ue, insieme alla Grecia, a...

IL GRANDE FREDDO DELL'AUSTERITà

Il libro di Pier Virgilio Dastoli e Roberto Santaniello, C'eravamo tanto amati. Italia, Europa e poi?, con prefazione di Romano Prodi (Università Bocconi Editore, p. 139, euro 15) pone molti interrogativi sul presente, il futuro d'Europa e al contempo descrive una mappa di risposte all'altezza dei tempi di crisi che attraversa il progetto...

INVERTIRE LA ROTTA, RIPENSARE LA POLITICA

Europa, cittadinanza e democrazia: questi i temi squadernati nell'affollata discussione con Étienne Balibar, svoltasi ieri pomeriggio presso la Sapienza di Roma. Ma non bisogna lasciarsi ingannare dalle apparenze: il seminario non è stato organizzato dalla Sapienza, che ha solo ospitato l'evento, grazie all'attivismo delle studentesse e...

DAL BACIO DELLA MORTE DELL'AUSTERITY ALLA ROAD MAP

Il titolo del libro in uscita in questi giorni è volutamente un programma: Breve storia del futuro degli Stati Uniti d'Europa (Fazi editore, pp. 198, euro 14,50); e il programma è l'esplicita e urgente rivendicazione di un'Europa politica e sociale, oltre che un'Unione fiscale e di bilancio, in grado di abbandonare le rigorose politiche...

PAZZA IDEA PER LA LEGISLATURA

Il reddito di base? Ce lo chiede l'Europa. E da più di vent'anni, perché la raccomandazione numero 441 risale al 1992 nella quale l'allora Comunità economica europea ci intimava di adottare questa misura tuttora assente nel nostro paese. Ma sin dai tempi della Prima Repubblica, la gran parte delle forze politiche hanno fatto finta di...

LE TESTE D'UOVO DELL'AUSTERITà

Per una nuova prospettiva costituzionale in Europa: così si conclude e avrebbe potuto titolarsi il recente, prezioso libro di Claudio De Fiores, L'Europa al bivio. Diritti e questione democratica nell'Unione al tempo della crisi (Ediesse, pp. 250, 14 euro). È un'esortazione della volontà e della ragione che parla alla condizione precaria...

UN CONTINENTE ALLA RICERCA DI SE STESSO

C'è un'ampia letteratura che si interroga da tempo sul progressivo slittamento dalla (più o meno reale) porosità dei meccanismi di governance al ritorno verso le rigidità del comando sovrano, come osserva Marco Bascetta su il manifesto del 27 ottobre. Infatti uno degli effetti prodotti dall'incancrenirsi delle condizioni di crisi della...



Pagina 1 di 50