Risultati per:

  • Autore: GIULIA D’AGNOLO VALLAN
Modifica ricerca

VISIONI/APERTURA

American Fiction, falso d’autore contro il politically correct

USA. Una studentessa, bianca, in procinto di piangere, contesta l’uso di una parola scritta sulla lavagna. Appartiene a un libro di Flannery O’Connor che la classe sta analizzando – «Non ne vedo il motivo. Mi mette a disagio. È offensiva». «Con tutto il rispetto, Britney, se io ho superato il disagio...

VISIONI/APERTURA

Wish, caduta dell’immaginario Disney

USA. Un «concept» – le aspirazioni sono la parte migliore di noi stessi – che fa pensare alla Pixar degli anni d’oro per un’operazione di marketing che sembra ideata da un AI di bassa categoria. La Disney festeggia il centenario con un cartoon di Natale che dovrebbe celebrare la magia dei desideri e...

VISIONI/APERTURA

Le regole del giardino e il presente dell’America

USA. L’immagine di un uomo solo, seduto al tavolo, che scrive, torna spesso nel cinema di Paul Schrader; ed è l’immagine emblematica della trilogia che si conclude con Master Gardner, in Italia Il Maestro Giardiniere. Dopo il pastore di una chiesa di campagna (First Reformed, 2017) e un mago dei tornei di carte di provincia...

VISIONI/APERTURA

Un colpo di fortuna, Woody Allen tra karma e stranezze del destino

FRANCIA/GB. È un ritorno in gran forma quello di Woody Allen, con il cinquantesimo film della sua carriera che - ha detto lui - potrebbe essere anche l’ultimo. Non perché non abbia più voglia di girare, ma perché, come ha dichiarato a «Variety», trovare i soldi è troppo faticoso. Che ne diventi o...

VISIONI/APERTURA

Napoleon, il grande uomo nell’intimità

USA. A ottantasei anni, con ventotto film alle spalle, spesso marcatamente diversi tra di loro, Ridley Scott non è nuovo ai viaggi nella Storia - nella Roma imperiale di Gladiator (in arrivo il secondo capitolo), alle crociate con Kingdom of Heaven, nell’America di Cristoforo Colombo (1492), nella bibbia con Mosè (Exodus) e...

VISIONI/APERTURA

Parole, silenzi e accuse su Israele-Palestina è scontro nel cinema Usa

ISRAELE/USA. Susan Sarandon scaricata dall’agenzia che la rappresentava, la Uta, per commenti giudicati antisemiti. La notizia, di ieri, ha viaggiato più velocemente, e in un raggio molto più esteso, di altre non troppo dissimili per via della fama mondiale dell’attrice newyorkese (Bull Durham, Thelma & Louise, Dead Man...

VISIONI/APERTURA

Umanesimo senza tempo, i ’70 secondo Alexander Payne

USA. Il primo film del Natale 2023 è ambientato negli anni Settanta. A sentire il regista Alexander Payne (assente dagli schermi dal 2017, quando la sua malinconica commedia sci-fi Downsizing venne accolta con molte riserve) la scelta di non collocare il film nel presente è stata dettata dalle circostanze della storia, che si...

VISIONI/APERTURA

L’enigma di una donna fra thriller e detour di sentimenti mancati

FRANCIA. Una donna con carriera di successo - bionda, elegante, sensuale, complicata, credibilmente a suo agio in un matrimonio intellettualmente stimolante e con un figlio che cresce circondato di affetto. È l’enigmatica protagonista di Anatomia di una caduta di Justine Triet, Palma d’oro a Cannes 2023, interpretata da Sandra...

VISIONI/APERTURA

Cento anni di Warner Bros. per riportare il cinema in sala

USA. «I risultati dell’uscita del film di Scorsese promettono bene per le sale cinematografiche», è il titolo di un articolo sulla sul supplemento finanziario del «New York Times» di ieri. Nonostante sia un film di quasi quattro ore, e nonostante il suo cast - per via della sciopero - non abbia potuto fare...

VISIONI/APERTURA

Dialettica di frontiera nel western capovolto di Martin Scorsese

USA. A ottant’anni Martin Scorsese ha fatto il suo primo western. E lo ha fatto – come Michael Cimino con I cancelli del cielo – scegliendo una chiave trasformativa, una lunghezza epica (più di tre ore e mezza) e una storia vera poco conosciuta, dal respiro e dalle ripercussioni vaste come le distese...

VISIONI/APERTURA

Aspettando gli Ufo, l’America della Guerra fredda

USA. Dalla Manhattan dei regali Tenenbaums, alla Mitteleuropa di Grand Budapest Hotel, all’India di Il treno per il Darjeeling, alla Parigi del più recente The French Dispatch, il luogo è sempre il punto di partenza chiave da cui Wes Anderson inizia l’elaborazione dei suoi mondi. Ogni film un universo che lui sviluppa...

VISIONI/TAGLIO BASSO

Tra set, racconti e scenografie, viaggio nell’immaginario creativo

USA. Animata dalla stessa meticolosa passione per il dettaglio che caratterizza i film di Wes Anderson è una serie di libri creati intorno agli universi dei suoi film e alla cui edizione il regista partecipa attivamente. Pubblicato da Abrams nel 2013, il primo volume di The Wes Anderson Collection, firmato, insieme ad Anderson dal...

INTERNAZIONALE/TAGLIO BASSO

Parole nella storia, ma con i copyrights. Il racconto del cinema è senza sonoro

USA. Il film «ufficiale» sulla March on Washington for Jobs and Freedom, The March (1964), diretto da James Blue, è stato prodotto dalla United States Information Agency, una sorta di ufficio propaganda del governo americano, fondato da Eisenhower per promuovere un’ immagine positiva degli Stati Uniti attraverso le...

VISIONI/APERTURA

Quando il cinema e la politica si fanno in un unico film

USA. Il tossico boom della reality tv e della «trash-celebrity di tutti i giorni» fu - molto prima dell’arrivo delle piattaforme e di TikTok- uno dei corollari funesti dello sciopero degli sceneggiatori che paralizzò Hollywood per cento giorni, a cavallo tra la fine del 2007 e l’inizio del 2008. È TROPPO...

VISIONI/APERTURA

«Oppenheimer», il Novecento dell’America prometeica

USA. American Prometheus, il Prometeo americano, è il titolo della biografia di Kai Bird e Martin J. Sherwin da cui Christopher Nolan ha tratto il suo Oppenheimer. Si tratta di un titolo ideale per una storia di genio e hybris, che sfocia in pura tragedia greca, ed è accesa del fuoco micidiale dell’atomica. Premio Pulitzer...

VISIONI/APERTURA

Ken Jacobs e New York, filmare la meraviglia cercando il mistero

USA/NEW YORK. Il 25 maggio scorso Ken Jacobs ha compiuto novant’anni. E New York lo sta festeggiando, in grande. Non a caso. La città è stata infatti la culla di quasi tutto il suo cinema, a partire da quanto, nel 1955, fresco dal servizio nella Guardia Costiera, e armato di una Bell & Howell, Jacobs ha iniziato a filmare le...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

«Elemental», sfumature di un amore tra terra e fuoco e l’incontro di diversità

USA. È finita da qualche anno, ormai, l’era in cui l’uscita di ogni film Pixar era atteso come un momento speciale, l’arrivo di un oggetto prezioso, curato e perfezionato nell’arco di anni, destinato immancabilmente a sorvolare dall’alto il resto del cinema d’animazione da studio hollywoodiano -per...

VISIONI/APERTURA

Il canale dei «classici» minacciato dai tagli, insorgono i registi

USA. Mentre a Bologna, al Cinema Ritrovato, si festeggia la storia del cinema e l’importanza di salvaguardarla, dall’altra parte dell’Atlantico, in favore della stessa causa, è in corso una mini-sollevazione di massa. Il primo campanello d’allarme, circa una decina di giorni fa, era arrivato con un messaggio...

VISIONI/APERTURA

Destino da Indiana Jones, il fascino di ieri e lo sguardo di sempre

USA. Dopo la prima mondiale a Cannes, il mese scorso, arriva nella sale Indiana Jones e il Quadrante del Destino, entry un po’ retro dei listini estivi, che punta sul fascino evergreen della sua star di sempre, Harrison Ford.ATTORE la cui carriera abbraccia più di cinquant’anni di importante cinema americano, Ford indossa il...

VISIONI/TAGLIO MEDIO

«Anatomie d’une chute», nella zona grigia del cuore

FRANCIA/CANNES. Due donne con carriere di successo - bionde, eleganti, sensuali, complicate, credibilmente a loro agio nei rispettivi matrimoni con mariti intellettualmente stimolanti e figli che crescono circondati di affetto. Sono le protagoniste dei due titoli francesi diretti da donne in concorso a Cannes, L’été dernier di...

Supporta il manifesto e l'informazione indipendente

Il manifesto, nato come rivista nel 1969, è sinonimo di testata libera, indipendente e tagliente.
Logo archivio storico del manifesto
L'archivio storico del manifesto è un progetto del manifesto pubblicato gratis su Internet e aperto a tutti.
Vai al manifesto.it