Torna «Scream», per i registi-fan è un culto da amare e decostruire

Nelle intenzioni di Wes Craven, reduce dal successo della serie Nightmare – Dal profondo della notte, Scream doveva essere, fra le altre cose, una riflessione sui meccanismi del cinema di gen

Un’altra chance per Neo e Trinity nell’impossibile melò hi-tech

A più di vent’anni dal capostipite, film che ha riscritto completamente le leggi del cinema d’azione statunitense, Lana Wachowski, senza l’ausilio della sorella Lily, ritorna all’universo di Matrix, conferendo così un nuovo significato all’enigmatica chiusa di Revolutions del 2003. Il nuovo film...

L’immaginario e il multiverso delle merci

E se multiverso non fosse oggi altro che l’unico universo possibile delle merci? Se il multiverso non fosse altro che il (non)luogo che sostituisce ciò che per molto tempo abbiamo definito immaginario collettivo? Il luogo, insomma, dove merci condivise ma coperte da diritto d’autore s’intrecciano con altre...

«No Time To Die», il mito di James Bond e l’innocenza perduta

In fondo No Time To Die, l’ultimo 007 con Daniel Craig nei panni dell’agente con licenza d’uccidere, è il film che maggiormente ha tematizzato tutte le trasformazioni macroscopiche che hanno investito il cinema in sala da quando è scoppiata la pandemia. Mentre tutti fissavano il dito di Netflix, la mancata...

«Titane», la danza del desideriooltre le barriere del corpo

Rivelatasi con il precedente Grave, uno degli horror più interessanti e originali degli ultimi anni, un’opera in grado di rilanciare «pericolosamente» il genere, Julia Ducournau ha dimostrato di sapere rielaborare in chiave molto personale una serie di ossessioni (di matrice soprattutto cronenberghiana) e di...

«The Book of Vision», lo spazio segreto delle immagini

Il cinema è un atto di fede. Significa sempre evocare le altre zone del visibile che restano irrimediabilmente alla superficie del visibile meramente documentario (e documentabile). Ciò che si vede è solo una parte dell’immagine; un primo passo verso regioni più remote. Carlo S. Hintermann, cinefilo,...

«Minari» prima uscita in sala il 26 aprile

La dedica del film dichiara: Un pugno serrato per tutti i compagni caduti. Liberare tutte le vittime dell’oppressione politica. Fred Hampton, solo 21 anni quando fu assassinato dall’Fbi il 4 dicembre del 1969, sarebbe d’accordo. Hampton, marxista-leninista, socialista rivoluzionario, figura di primissimo piano delle...

Un bacio soul, la medicina magica di Paul Stanley

Frontman si nasce. Chiedere a Paul Stanley. Per i fan dei Kiss non ci sono dubbi. I Kiss sono la più grande rock band di tutti i tempi. Tutti gli altri li disprezzano. I Kiss se ne fregano. Hanno venduto milioni di dischi e a chi mugugna che si tratta solo di fuffa e botti, loro rispondono che a casa la gente suona le canzoni dei...

Due Americhe a confronto dentro l’universo Marvel

Probabilmente Kevin Feige, l’architetto del Marvel Universe cinematografico, verrà considerato in futuro con il medesimo rispetto di cui gode oggi un Roy Thomas, per esempio, fra i fan più anziani, quelli che si sono formati leggendo gli spillati di molti decenni fa. Feige è riuscito nell’impresa di...

Daria Nicolodi, la disubbidiente

Per Daria Nicolodi, morta ieri a 70 anni, la definizione di attrice di culto non è mai stata sprecata. Anche a scorrere con la sola memoria la sua filmografia, ci si trova davanti a titoli cardine dell’immaginario cinematografico «di genere» (qualunque cosa voglia dire). Ma non solo. Nata a Firenze il 19 giugno...

Il grande romanzo popolare del Capitano

Non è necessario andare a recuperare qualche riflessione pasoliniana per verificare come il calcio rivesta ancora la capacità – e l’immaginazione – per federare il sentire di soggetti separati fra loro da questioni di classe, reddito e aspirazioni. Il calcio, cosa evidente anche a chi ne mastica pochissimo...

Il corpo dell’uomo elefante al crocevia fra caos e modernità

Eraserhead era stato un evento epocale ma sotterraneo. L’influenza del film, uscito nel 1977, aveva provocato un vero e proprio cambiamento di paradigma nel cinema statunitense, portando alla luce un agglomerato di tensioni, pulsioni e visioni che raccontavano un altro paese e un altro cinema. Non quello hollywoodiano della fine...

Il ragazzo della classe operaia incantato dal cinema

Alan Parker era un gentleman autentico. Baronetto come i Beatles. Dieci Golden Globes. Sei Oscar. Aveva contribuito a fondare la Directors Guild of Great Britain. Nel 2013 ottiene il riconoscimento più prestigioso del cinema britannico: il Bafta Academy Fellowship Award. Apparteneva a quella (non) generazione di cineasti britannici...

L’incontro di mondi lontani in una musica rivoluzionaria

IIUna vita come di quelle che non si fanno più. Nasce a Roma, il 10 novembre del 1928. Una persona discreta e riservata che preferiva raccontarsi nel suo lavoro, piuttosto che nelle parole. Persino nell’ottimo volume Inseguendo quel suono, curato da Alessandro De Rosa, Morricone preferisce parlare subito di scacchi, sua...

«Bombshell», il cinema sul filo della diretta

È sempre sorprendente la capacità di reazione del cinema statunitense di fronte al reale. Bombshell, cronaca quasi sul filo della diretta di una rivolta anti Trump nel cuore del fortino Repubblicano, ossia Fox News, guidata da una anchor woman irritata dai commenti misogini del candidato alla presidenza, dimostra come in...

Joel Schumacher, un regista dentro lo spirito del tempo

In fondo con Joel Schumacher se ne va un piccolo pezzo di anni 70 che ha contribuito in maniera determinante a creare una buona parte di estetica degli anni 80. Il nome del futuro regista di Ragazzi perduti e Linea mortale emerge a partire dalla metà degli anni 70 come sceneggiatore di piccoli classici musicali come Sparkle, su...

L’America dei bianchi continuerà a costruire sempre nuovi muri

Kevin Jerome Everson è senza dubbio una delle voci più originali del cinema statunitense contemporaneo. Nonostante dichiari di non saperne molto di cinema («Sono molto più interessato all’arte»), vanta una filmografia di quasi duecento film di varia lunghezza e formati e numerosi riconoscimenti...

«Snowpiercer», la lotta di classe viaggia in coda al treno

Il titolo francese è sublime nel suo magnifico potere evocativo. Snowpiercer è la traduzione inglese di Transperceneige che potremmo azzardare di rendere con «trafiggineve», o un più prosaico «traforaneve». Il fumetto originale, la bande dessinée in bianco e nero post-apocalittica creata...

Un viaggio musicale nel processo creativo

Il cosiddetto documentario di argomento rock è un genere a sé stante. Possiede una forma canonica strutturata quasi sempre intorno al montaggio di interviste recenti, con i protagonisti che guardano con nostalgia, rimpianto, divertimento, ironia al loro passato, testimonianze , materiale d’archivio che rievoca momenti...

Lounge e fantasie esotiche tra i film di genere

10 colonne sonore tratte da film italiani (dimenticati) L’universo musicale dei cosiddetti film di genere italiani è un universo in espansione che permette riscoperte continue. Un breve elenco di titoli per viaggiare dal divano di casa verso mete esotiche/erotiche/avventurose in compagnia di alcuni dei suoni più...



Pagina 1 di 7